USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Prova su strada Audi Q4 E-Tron 50, ecco come va il SUV elettrico dei Quattro Anelli da 45.700 euro [VIDEO]

Abbiamo provato la nuova Audi Q4 E-Tron, la vettura d’accesso al mondo dell’elettrico Audi. Nella sua versione top di gamma, la Q4 E-Tron 50, eroga 299 CV di potenza ed offre 487 Km di autonomia grazie ad un pacco batterie da 82 kW. Guarda il video

Audi ha, attualmente, la gamma di veicoli elettrici (BEV) più completa del panorama automotive. Con la Q4 E-Tron, ultima arrivata, la Casa di Inglostadt punta ad un nuovo inizio. Si tratta infatti della prima vettura sviluppata sulla piattaforma MEB, la prima nativa elettrica di Audi ed anche la prima compatta del marchio a zero emissioni. Più di ogni altra cosa però, con un prezzo che parte da 45.700 € per la versione 35 (a cui sottrarre incentivi statali fino a 10.000 €), è l’elettrica dei Quattro Anelli più accessibile dell’intera gamma.

Abbiamo guidato la nuova Audi Q4 E-Tron nella sua versione top di gamma, la 50, con due motori elettrici (uno per asse) per una potenza di 299 CV e 460 Nm di coppia massima. La batteria, da 82 kW, permette un’autonomia dichiarata (nel ciclo WLTP) di 487 Km. Sono poi presenti altre due versioni, entrambe con un singolo motore sull’asse posteriore: la 35, con 170 CV e batteria da 55 kW (341 Km dichiarati) e la 40, maggiormente improntata ai lunghi viaggi (fino a 520 Km con un pieno di corrente), grazie alla stessa batteria da 82 kW montata sulla top di gamma e un motore meno dispendioso che si ferma a 204 CV.

La prova si è svolta su due giorni sfruttando soltanto un pieno di batteria con partenza poco fuori Verona, arrivo a Madonna di Campiglio e ritorno. Un giro di circa 400 Km con ogni tipo di percorso, dai più veloci (autostrade, misto, superstrade) agli sterrati di montagna. Ma andiamo con ordine.

Sartoriale anche nella luce

Audi Q4 e-tron frontale

A caratterizzare più di ogni altra cosa la nuova Audi Q4 E-Tron è la grande possibilità di scelta: di motori, di autonomia, di prezzi, di stili di guida… e anche dei fari Matrix Led. Perché attraverso l’infotainment (Audi MMI da 10,25 pollici) è possibile scegliere diverse configurazioni della firma luminosa a Led, che caratterizza il frontale assieme ad una griglia single frame del tutto piena con aperture dinamiche, in grado quindi di aprirsi ad alte velocità per migliorare raffreddamento e aerodinamica. Tema, quello dell’aerodinamica, su cui Audi ha lavorato anche attraverso lo spoiler integrato al posteriore ed il sottoscocca carenato, che insieme ai bei cerchi da 21” dalla superficie estremamente ampia (come da prassi per l’elettrico premium) permettono alla vettura di raggiungere un cx di 0,28. Numeri notevoli se pensiamo alle misure di Q4, che misura 4,59 metri di lunghezza, 1,86 metti di larghezza e 1,63 metri di altezza. Generoso il passo, pari a 2,76 metri, che porta la vettura ad avere un’abitabilità paragonabile a quella di un’Audi Q5 nonostante 9 centimetri di lunghezza in meno. Il segreto è nello sbalzo ridotto (sia all’anteriore che al posteriore) reso possibile dalla nuova piattaforma. Il bagagliaio da 520 litri (1.490 abbattendo i sedili posteriori in configurazione 40/20/40) è invece del tutto piano e ben sfruttabile. Per il resto la vettura presenta linee leggere, con nervature sulla fiancata che arrivano fino al posteriore, dove si incontrano con un fascio di luce a Led senza soluzione di continuità come vuole il segmento. Sul paraurti, infine, campeggia la sigla E-Tron richiamata dai canonici badge al posteriore.

Audi Q4 e-tron posteriore

Agli interni spicca subito il nuovo volante, appiattito sia nella parte superiore che in quella inferiore e completo di comandi retroilluminato a feedback aptico. C’è poi una plancia rivestita in pelle e materiali riciclati (27 in tutto, tra cui poliestere ricavato da bottiglie in PET), mentre la multimedialità è gestita da un infotainment più comodo (e forse anche più sicuro) da azionare grazie all’inclinazione verso il conducente. Restano fisici, invece, i tasti per il climatizzatore, mentre un tunnel centrale particolarmente pulito raccoglie comandi per l’auto e scorciatoie tra i menù. Troviamo quindi lo starter, l’Audi Drive Select (con 5 modalità di guida), la possibilità di disattivare l’ESC e il selettore del cambio con le sue diverse posizioni. Più in basso c’è un vano portaoggetti con due porte USB di tipo C (altre due al posteriore) e la possibilità della ricarica a induzione per lo smartphone. Da segnalare, ad ogni modo, lo spazio per chi siede dietro, davvero generoso anche per tre passeggeri.

Interni Audi Q4 e-tron

Come va su strada

Audi Q4 E-Tron è silenziosissima. Non solo perché è un’auto elettrica, ma anche per via degli assemblaggi ben rifiniti e la qualità costruttiva elevata. Il sedile (regolabile elettronicamente) non stanca nemmeno dopo diverse ore di viaggio, e la seduta offre la visibilità tipica di un SUV. Manca la telecamera posteriore, ma tutto sommato grazie ai sensori di parcheggio se ne riesce a fare a meno. Per quanto riguarda la guida invece, la macchina si distingue per un carattere sempre diverso a seconda delle necessità. Ci sono 5 modalità di guida (Efficiency, Comfort, Auto, Dynamic e Individual) tra cui è possibile scegliere, con quest’ultima in cui si può impostare la trazione su tre livelli (Eco, Comfort, Dynamic), a cui si aggiunge una regolazione per la rigidezza dello sterzo.

Non solo, perché il selettore del cambio, oltre alla classica posizione B (di Brake) per massimizzare il freno motore in discesa, offre anche diversi livelli d’intervento di quest’ultimo. In questo modo si può guidare premiando la scorrevolezza o aumentando la frenata per recuperare energia, un gioco di cui è difficile stancarsi in ogni strada di misto che si rispetti. A tal proposito va segnalato che la frenata di Q4 E-Tron è elettroidraulica, va quindi a coinvolgere prima il motore (per guadagnare autonomia) e soltanto quando c’è bisogno di più potenza frenante vengono richiamate le pinze all’anteriore e i freni a tamburo sul posteriore. Già, e qualcuno potrebbe anche storcere il naso: Audi però ha scelto di proposito questa soluzione per sottolineare la potenza della frenata, che risulta sempre impeccabile e facile da modulare.

Sul veloce l’auto sfrutta bene il baricentro basso dato dal pacco batterie per contenere al minimo rollio e beccheggio, mentre la trazione integrale quattro, che funziona grazie ai due motori (uno per asse) riduce al minimo il sottosterzo. Non è possibile “staccare tutto” e prodigarsi in lunghi traversi, ma il piacere di guida è sorprendente: da un’auto elettrica di oltre due tonnellate (2.135 Kg per la Q4 50, la 35 pensa 1.890 Kg) ci si aspetterebbe più inerzia, un’accelerazione meno incisiva e manovre morbide, invece Q4 E-Tron (anche grazie ai 299 CV erogati dal motore) è sempre veloce ed incisiva.

Due note sull’elettrico

Audi Q4 e-tron ricarica

La nuova Audi Q4 E-Tron può essere caricata con potenze massime di 11kW in corrente alternata (AC) e fino a 125 kW in corrente continua (DC) su colonnine rapide, il che permette di completare un ciclo di ricarica in 7,5 ore (in alternata) o di percorrere fino a 130 Km in appena 10 minuti. Per programmare viaggi, fermate e soste è possibile affidarsi all’Audi E-Tron Trip Planner, un sistema integrato nella vettura che gestisce in autonomia tutto l’itinerario.

Come si acquista Audi Q4 e-tron

Oltre al classico (e sempre meno considerato) acquisto in un’unica soluzione, Audi offre diverse offerte per chi ha intenzione di sottoscrivere un contratto a rate. Interessante la possibilità di sottoscrivere un noleggio a breve termine (anche di un giorno o di una settimana…) ad una cifra che potrà essere scalata dal prezzo finale nel caso in cui si decida di passare all’acquisto. Il noleggio a lungo termine Audi Value invece, pensato sulla Q4 40 (ma disponibile anche sulle altre versioni) viene offerto con un canone di 499€ al mese, con manutenzione ordinaria e straordinaria ed una WallBox Enel X inclusa nel prezzo. Per quanto riguarda i prezzi si parte dalla 35 E-Tron da 170 CV a 45.700€, per poi passare alla 40 dalla già citata 40 con 204 CV a 51.100 € per poi arrivare alla 50 E-Tron quattro avuta in prova da 62.100€. Cinque, infine, gli allestimenti disponibili: Q4 e-tron, EVO, Business, Business Advanced ed S Line Edition. Per conoscere allestimenti, prezzi e versioni nel dettaglio, vi rimandiamo al nostro listino aggiornato con quotazioni Eurotax di Q4 E-Tron.

In Conclusione

Audi Q4 e-tron offroad

Audi ha preso la sfida dell’elettrico davvero sul serio. E lo dimostra con una line-up completa e sempre più accessibile, senza però rinunciare al “lusso pratico” che l’ha sempre contraddistinta. Il grande pregio della Q4 E-Tron, in fin dei conti, è uno: non fa rimpiangere un’auto endotermica. Anzi, finisce per diventare una tentazione.

TUTTO SU Audi Q4
Video più visti
RUOTE IN RETE