USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Suzuki Ignis Hybrid 2020: nuovo motore, cambio automatico e batteria più capiente

In occasione del Salone virtuale di Ginevra la Casa giapponese propone il restyling della Ignis Hybrid, in arrivo in primavera e personalizzabile a seconda delle esigenze

La piccola Ignis si rinnova: tra le tante novità del Salone virtuale di Ginevra trova posto anche la versione 2020 del SUV compatto proposto da Suzuki, che quest’anno arriverà sulle strade di tutti giorni con tante novità sotto il cofano. Le più importanti sono il nuovo motore 1.2 DualJet, la tecnologia Suzuki Hybrid, la nuova batteria più capiente con amperaggio aumentato e il cambio automatico CVT, installabile come optional.

SUZUKI IGNIS HYBRID 2020: COLORATA E ALLA MODA

La nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020 si presenta innanzitutto con un nuovo look, più incline ad attrarre l’attenzione degli automobilisti più giovani. La griglia anteriore a cinque feritoie verticali e il paraurti sono stati rinnovati, alla cui base trova ora posto anche un nuovo pannello di protezione contro gli urti. I fendinebbia sono stati collocati più in alto, mentre a livello di colorazioni il piccolo SUV giapponese ottiene tre nuove tinte: Avorio Nairobi, Giallo Nepal e Verde Dublino. Per quanto riguarda gli interni, invece, la Ignis Hybrid 2020 ottiene una plancia con plastiche ora colorate di nero, a contrasto con la colorazione del tunnel centrale e delle maniglie delle portiere.

Suzuki Ignis Hybrid 2020

SUZUKI IGNIS HYBRID 2020: ANCORA PIU’ AMICA DELL’AMBIENTE

La vera novità della Suzuki Ignis Hybrid 2020, però, si trova sotto il cofano: qui trova posto un inedito quattro cilindri benzina da 1.2 Litri, capace di una potenza massima pari a 83 cavalli e una coppia massima di 107 Nm. Quest’unità lavorerà in sinergia con il sistema ibrido ISG (Integrated Starter Generator), che come nella versione precedente assolve il compito di alternatore, motorino di avviamento e motore elettrico. Rispetto al modello 2019, l’ISG ora è dotato di un pacco batterie più potente, dall’amperaggio che passa dai precedenti 3 Ampere agli attuali 10 Ah.

Oltre a ciò, la versione 2020 della Ignis Hybrid porta in dote anche una nuova taratura delle sospensioni, che le permettono un’altezza da terra aumentata di 1cm, e il cambio automatico CVT, a richiesta del cliente. Presente anche la trazione integrale con sistema AllGrip Auto, che lavora assieme al sistema Hill Descent Control per il mantenimento della velocità in discesa e al Grip Control, che gestisce in maniera efficace la trazione in caso di perdite di aderenza.

Per quanto riguarda consumi ed emissioni, la nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020 circolerà in maniera ancora più sostenibile rispetto al passato: secondo i dati forniti dalla Casa giapponese rilevati con un modello a trazione anteriore e cambio manuale, il piccolo SUV compatto stacca i 3,9L/100 km e gli 89 g/km di CO2, valori che consistono in un miglioramento del 9% delle emissioni nel ciclo di utilizzo NEDC. La riduzione, inoltre, diventa ancora più consistente nella versione a trazione integrale, perchè i valori si assestano su 4,2 L/100 km e 95 g/km di anidride carbonica.

Suzuki Ignis Hybrid 2020

SUZUKI IGNIS HYBRID 2020: LARGO ALL’IMMAGINAZIONE!

Osservando il nuovo listino Suzuki, la Ignis Hybrid 2020 sarà disponibile (a partire da aprile) in due versioni distinti: la Cool e la Top. La prima comprende fari full LED, fendinebbia, cerchi in lega da 16”, vetri posteriori oscurati, climatizzatore, sistema infotainment con schermo 7” touchscreen, Apple CarPlay, Android Auto, retrocamera, sedili anteriori riscaldati, sedili posteriori scorrevoli e sdoppiati e sensore crepuscolare.

La seconda, invece, aggiunge alla dotazione precedente l’apertura e l’avviamento senza chiave, il climatizzatore automatico, il navigatore satellitare, gli alzacristallielettrici posteriori, le frecce integrate nei retrovisori, il volante in pelle, il cruise control con limitatore di velocità e i sistemi di guida semiautonoma.

Ogni cliente Suzuki, tuttavia, potrà optare per una o per l’altra versione personalizzandola a proprio piacimento, scegliendo il cambio manuale oppure quello automatico CVT, la trazione anteriore o quella integrale, il motore a benzina oppure quello a GPL. Per quanto riguarda i prezzi, la nuova Ignis Hybrid partirà da 16.500 Euro nella variante 1.2 2WD Cool, che diventano 17.750 Euro se si sceglie l’allestimento Top. La trazione integrale richiede un investimento di 18.950 Euro, mentre per la trazione anteriore e il cambio automatico serviranno 19.250 Euro.

TUTTO SU Suzuki Ignis
Articoli più letti
RUOTE IN RETE