USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Tesla contro Porsche: i richiami via software seguono filosofie differenti

L'ultimo richiamo effettuato da Tesla e Porsche ha evidenziato le due filosofie operative dei due marchi: da una parte la gestione è over-the-air, dall'altra è direttamente in concessionaria

Continua la sfida tra i due colossi più importanti in fatto di autovetture elettriche ad alte prestazioni:  Tesla e Porsche che recentemente sono tornati sotto i riflettori per come hanno gestito gli ultimi richiami delle vetture di Palo Alto e quelle di Stoccarda, nello specifico le Model 3, le Model Y e le Taycan (anche in versione Cross Turismo). Entrambe le operazioni sono state condotte nel segno di preservare la massima sicurezza su strada attraverso degli aggiornamenti via software… che però hanno richiesto un impegno differente da parte dei rispettivi clienti.

Entrando nei dettagli gli interventi si sono concretizzati in un affinamento del cruise control per le Tesla e in una modifica dei parametri dell’elettronica di bordo per le Taycan, che poteva portare a una perdita di potenza nel pacco batterie. Ciò che ha fatto scalpore, tuttavia, è il fatto che l’update delle auto statunitensi è stato portato a termine da remoto in soli 10-15 minuti, con l’utente finale comodamente a casa che ha potuto scaricare l’aggiornamento  come si fa per il vostro smartphone dando la conferma attraverso l’App Tesla.

I possessori delle supercar marchiate Porsche, invece, sono stati invitati a recarsi fisicamente presso un concessionario o un centro autorizzato, lasciando la loro Taycan nelle mani dei tecnici tedeschi per circa 90 minuti al fine di completare l’aggiornamento. Un modo drasticamente diverso dalla soluzione messa a punto dalla factory di Elon Musk, che usa gli aggiornamenti da remoto in maniera massiva da anni per implementare funzioni ed eliminare eventuali bug informatici. Grazie a questa tecnologia le Tesla sono sempre aggiornate ed anche i modelli piu’ anziani hanno le stesse funzioni delle ultime con l’unico limite dei processori che col tempo sono sempre piu’ evoluti tanto che sulla prossima generazione della Model S ed X sono pari per potenza e velocità dei processori alle più sofisticate playstation!

Porsche perde questa sfida, nonostante la sua blasonata affidabilità di marchio premium che pone il cliente al centro dell’attenzione dovendo seriamente prendere in considerazione di potenziare gli aggiornamenti da remoto considerando che le auto elettriche sono e saranno sempre più dei celulari su quattro ruote.

Tesla Porsche

TUTTO SU Tesla
Articoli più letti
RUOTE IN RETE