Tesla Model S prova su strada col primo cliente italiano della Tesla

Infomotori.com ha incontrato Paolo Vanzetto, primo italiano ad aver acquistato una Testa Model S dopo aver percorso oltre 120.000 km su una Tesla Coupè...

Dire che Paolo Vanzetto è stato attratto e fulminato dalla trazione elettrica è più che un gioco di parole, ma la perfetta sintesi dei suoi ultimi 5 anni di vita automobilistica. E non solo, avendo nel suo speciale garage anche due moto elettriche ed uno scooter! Rossano Veneto è uno dei comuni più laboriosi del nostro Paese, tanto che la media di Partite Iva è pari a quella dei suoi abitanti, confermando che lo spirito d’iniziativa e l’intraprendenza non mancano di certo a questo piacevole comune in provincia di Vicenza dove risiede e lavora Paolo Vanzetto, che di mestiere fa l’assicuratore.

Appassionato di motori e di tecnica fin da bambino, Paolo Vanzetto è stato “folgorato” sulla via elettrica dopo essersi accorto che la sua ultima amata BMW Serie 3 si era deprezzata in maniera drammatica dopo appena 2 anni. Come fare per divertirsi senza vedere il proprio investimento bruciarsi in breve tempo, avendo una grande passione sportiva da soddisfare? La Tesla Coupè è stata la soluzione che ha permesso al giovane imprenditore di unire la passione per le forti emozioni (0-100 sotto i 4 secondi..) a costi di esercizio irrisori (5 euro per una ricarica con una buona autonomia) ed una affidabilità assoluta avendo già percorso 120.000 chilometri senza alcun problema con batterie ancora efficienti al 90%.

Lo stesso valore di acquisto si è mantenuto praticamente inalterato grazie allo stesso fatto che in Italia non vi sono più di 15 esemplari con una meccanica perfetta, tanto che i freni a disco sono ancora immacolati grazie al fatto che la vettura recupera l’energia in decelerazione. L’idea iniziale era di vendere la Tesla Coupè e comprare la Tesla Model S con la massima autonomia disponibile (quasi 500 km con una guida molto rilassata) e tutti gli optional più qualificanti. La prima Tesla Model S immatricolata in Italia (ricordiamo il prezzo di listino di 72.600€ per l’entry level, ma si può arrivare ad oltre 120.000€ che confrontati con le rivali tedesche sono comunque ancora un prezzo competitivo) è nera metallizata con interni in pelle nera e fa girare la testa a molte persone che non capiscono perchè un’auto così imponente non emetta un filo di rumore. Paolo Vanzetto è stato davvero gentile nell’accettare di raccontarci la sua scelta di vita che include anche uno Scooter Vectrix, una moto elettrica Zero S e persino una bici elettrica a pedalata assistita molto innovativa.

Oltre a parlare, Vanzetto ci ha fatto prima salire sulla sua fiammante Testa Model S e poi ci ha lasciato il volante per un giro di prova elettrizzante dove abbiamo apprezzato l’incredibile coppia e la ripresa che non si esaurisce mai, tanto che il fortunato possessore ci ha confessato di aver sorpreso un “povero” proprietario di una Lamborghini che si è vista sfilare la Model S dopo pochi attimi… Basti pensare che la Tesla Model S vanta un’accelerazione che le permette di passare da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi ed una velocità massima di oltre 200 km/h, grazie ai 422 CV totali di cui dispone ed alla coppia massima di 600 Nm. Il megamonitor da 17 pollici centrale è semplicemente fantastico con una usability immediata ed una valanga di informazioni, segnalando che la Tesla si aggiorna via internet a cui è connessa 24 ore al giorno per ricevere feedback dalla stessa sede centrale della Tesla Motors in California.

Dopo aver fatto dieci chilometri su una Tesla Model S comprenderete come mai in Norvegia se ne vendono più delle VW Golf e negli USA più delle ammiraglie Audi, BMW e Mercedes. Con la Model S si entra in un altro pianeta con una guida sicura, maneggevole, super prestazionale e cosa più simpatica con costi di gestione inferiori ad una citycar! Con meno di 10 euro vi fate 400 chilometri (e che chilometri!), non pagate il bollo auto e l’assicurazione è ai minimi (sotto i 500 euro per una classe 14), i tagliandi sono un lontano ricordo e l’usura è pressochè assente tanto che dopo 120.000 km la coupè è ancora perfetta! Da non sottovalutare il fatto che le rivali BMW ActiveHybrid 7, Audi A8 Hybrid e Porsche Panamera S E-Hybrid e Mercedes S Hybrid dopo 12/24 mesi vedono già il proprio valore iniziale scendere di molto, al contrario della Model S.

Paolo Vanzetto viaggia principalmente fra le province di Vicenza, Padova e Treviso percorrendo ogni giorno circa 300 km ed anche quando deve andare a Milano riesce a rientrare grazie alle cariche rapide delle colonnine che rivitalizzano una Tesla in circa 30 minuti. Certo oggi l’autonomia è il tallone d’Achille per le vetture elettriche, ma già 400 chilometri sono una bella distanza che presto Tesla intende portare ad 800 e con l’introduzione di un numero crescente di colonnine potrà finalmente esistere una alternativa ai costosi ed inquinanti motori termici. Inoltre se si intende viaggiare anche per lavoro o per il tempo libero si può contare su un bagagliaio di tutto rispetto, dato che il motore è super compatto e lascia spazio alle necessità di chi viaggia. Ottima la visibilità, con i montanti anteriori che pur essendo corposi non impediscono affatto di vedere perfettamente, mentre per tutte le altre manovre ci aiutano i sensori e la telecamera posteriore.

Una nuova via si sta aprendo ed ancora una volta gli automobilisti vicentini sono all’avanguardia, basti ricordare che anche una delle prime Peugeot fu venduta in questa provincia, a Piovene ai Conti Da Schio!

ARTICOLI CORRELATI