USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Touring Superleggera festeggia il (quasi) centenario con la Arese RH95

Il preparatore milanese quest'anno celebra i 95 anni dalla sua fondazione con una supercar davvero speciale: si chiama Arese RH95, deriva da una Ferrari e può contare su un potente V8 da 670 cavalli

Il puzzle si è finalmente completato: nel giro di poco meno di un mese Carrozzeria Touring Superleggera, atelier milanese famoso per le sue creazioni a quattro ruote, ha tolto i veli alla sua ultima opera d’arte, realizzata per celebrare i suoi 95 anni dalla fondazione nel 1926. Il suo nome è Arese RH95 ed è una pregiatissima supercar in serie limitata a 18 esemplari, tutti personalizzati in base alle richieste di ogni singolo cliente.

Con un nome che richiama le iniziali del proprietario che potrà godersela su strada insieme al luogo, quello di Arese, in cui si trova la sede storica del preparatore lombardo, la RH95 diventa a tutti gli effetti la prima supersportiva di Carrozzeria Touring Superleggera ad indossare un “vestito” completamente in fibra di carbonio e a sfruttare un motore V8 di derivazione Ferrari alloggiato in posizione centrale, capace di erogare una potenza di 670 cavalli e una coppia massima di 760 Nm.

Touring Arese Superleggera RH95

Le prestazioni, ovviamente, sono da supercar senza compromessi a trazione posteriore con cambio automatico a doppia frizione e sette rapporti: la velocità massima raggiunge i 340 km/h mentre lo scatto 0-100 ferma il cronometro in appena tre secondi netti, un risultato raggiunto anche grazie a uno studio aerodinamico che ha introdotto diversi elementi importanti sul corpo vettura come l’imponente “airscope” sul tettuccio, il diffusore posteriore con impianto di scarico a terminali verticali e i gruppi ottici a LED che si inseriscono nelle prese d’aria.

Sotto il punto di vista estetico la Touring Superleggera Arese RH95 prende spunto, sotto certi aspetti, dalla Aero 3 del 2019 con un frontale sportivo provvisto di mascherina centrale, al quale si aggiungono le portiere con apertura “a farfalla” comprensive di vetri che, una volta arrivati nella loro posizione di massima estensione, si trasformano in una sorta di tettuccio panoramico. Il cofano motore al posteriore, invece, si apre al contrario, è realizzato in un unico pezzo e include l’airscope che alimenta il poderoso V8 derivato da una delle recenti Rosse di Maranello.

Touring Superleggera Arese RH95

Anche l’abitacolo è ispirato alle supercar del Cavallino Rampante, a partire dal volante con il nome del modello al centro e i pulsanti di avviamento e di switch della modalità di guida. I sedili sportivi, inoltre, hanno i gusci in carbonio e presentano dei rivestimenti bicolore in marrone e beige con cuciture argentate e dettagli gialli per i loghi e per le cinture di sicurezza, mentre la plancia (sempre a due tonalità) ora mette a disposizione una nuova consolle per la gestione dell’infotainment che divide in maniera netta il posto per il pilota e quello per il passeggero.

Tutto questo “ben di Dio” ha richiesto più di sei mesi e oltre 5.000 ore di lavoro, per una vettura davvero esclusiva ed elegante ma allo stesso tempo capace di preservare tutta la sportività della “donor car” da cui è stata realizzata. I 18 fortunati acquirenti che potranno permettersela (ad un prezzo sicuramente a sei zeri) potranno anche godere di due anni di garanzia oltre a tutta l’assistenza della Carrozzeria Touring Superleggera, che assicurerà a sua volta la presenza a vita di ogni singola parte di ricambio in caso di necessità.

Touring Arese Superleggera RH95

Articoli più letti
RUOTE IN RETE