[VIDEO] BMW X2 2018, prova su strada: la rivoluzione del ribelle!

La nuova BMW X2 2018 è una vettura che rompe con gli schemi del marchio. Il Crossover bavarese sfoggia linee aggressive, interni lussuosi e tecnologia di riferimento. Prezzi da 33.500€

Il muro è abbattuto in un’atmosfera surreale, tra guardie dal truce aspetto e una dorata modella simbolo dell’alba di nuovi sogni, il tutto in nome della “Ribellione, oggi”, uno slogan emotivamente cavalcabile subito. E al di là del muro c’è quel che (non) ti aspetti e speri: il sogno che si traduce in realtà, la X che non c’era, cioé la rivoluzionaria BMW X2, ribelle, cool, sportiva, nata e calata per rompere gli schemi.

La X che non c’era è simbolo di rottura e ribellione: non proprio un SUV o non solo trazione integrale, qualcosa che va oltre il SAV (Sport Activity Vehicle) ma rappresenta la redifinizione delle regole di un segmento attraverso un… SAC, cioé il primo Sport Activity Coupé “che abbina ai volumi robusti di un SAV Bmw X le linee agili di un Coupé BMW, esprimendo appieno l’indole X-ness: la capacità di generare emozioni estreme in chi la vede, in chi la guida” come spiega il lungo biglietto da visita di accompagnamento della nuova creatura figlia del blasonato brand tedesco.Non ci facciamo mancare nulla” sottolinea Alessandro Toffanin, responsabile della Comunicazione Prodotto di BMW Italia, ricordando che la famiglia X parte da X1 e prestissimo arriverà alla X7, con il passaggio attraverso la nuova X4 da vedere a Ginevra, più avanti la X3 Full Electric nel 2020 e altro ancora.

BMW X2 2018

BMW X2 ha un profilo elegante e un fascino particolare, rappresenta la gioventù e chi ha voglia di sentirsi continuamente giovane (che non significa però non voler crescere…) attraverso dinamismo, brillantezza, personalità. Ma è anche simbolo di rivoluzione innovativa in due direzioni: è la più “urban” della gamma X, assume i valori fondamentali e storici del brand BMW ma li reinterpreta “in chiave moderna, eclettica, extra-ordinaria”, stravolgendo le regole per diventare pietra miliare nel viaggio del marchio tedesco assumendo il ruolo di brand-shaper.

Personalità e assetto sportivo delle sospensioni, vocazione urbana e grande spazio: funzionalità e sportività insieme, dunque, ma soprattutto è la prima auto nativa digitale di BMW, nata col linguaggio dei clienti del futuro e dei tech-addicted, oggetto di tendenza per chi è social-onnipresente e non solo.

Insomma, non si passa inosservati per le strade di Milano dove la personalità e l’individualità attirano sguardo e attenzione, mentre si affrontano sbalzi, traffico, insidie come se fossero inezie grazie a tecnologia, sistemi di sicurezza e assistenza alla guida d’avanguardia proiettati al futuro. L’Intelligent Driving cura l’abbandono involontario di corsia, riconosce la segnaletica, avvisa e frena in automatico a fronte del pericolo di tamponamento, rileva la presenza di pedoni e  e o0stacoli fino a frenare da solo. E poi l’Intelligent Parking gestisce spostamenti, sterzo, accelerazione, frenata, trova gli spazi ideali per il parcheggio, con la telecamera posteriore indica le linee guida del parcheggio e riconosce gli ostacoli. C’è tutto quanto per vivere più sereni, e il resto è… BMW .

Lo Stile e le Misure

Intanto stravolge fin dall’anteriore dove la rastrematura va… al contrario: il frontale a doppio rene rivede lo stilema BMW, la parte larga è verso l’esterno della rastrematura, il doppio faro sagomato, la calandra separata sull’anteriore, mentre la parte dalla “cintura” in su è rivoluzionaria, poco finestrata con disegno slanciato, marchio sui montanti posteriori e stile che richiama le classiche coupé del brand. Il posteriore è caratterizzato da spalle larghe e doppio scarico sovradimensionato. Per dare una visione dimensionale rispetto alla X1, l’altezza da terra è uguale ma la X2 alla fine è più bassa di 72 mm (1526 mm) e più corta di 79 mm (4360 mm di lunghezza), mentre restano immutate larghezza (1824 mm), carreggiata posteriore (1562 mm) e passo (2670 mm)

Tocchi di Classe e Alcantara®

Inutile dire che stile, comodità e lusso tipiche di BMW ci sono tutte. La plancia strumenti è un gioiello di design e funzionalità, i comandi sono incastonati in pannelli nero lucidi e si possono aggiungere luci a effetto per mettere in risalto gli elementi di stile.La plancia ospita il sofisticato quanto semplice d’uso sistema di infotainment con display centrale indipendente, di base da 6,6” oppure in optional da 8”8. Il pilota può anche avere a disposizione il BMW head-Up Display con le info proiettate direttamente sul parabrezza facili e chiare da vedere.

Guardandosi attorno si notano ampi vani per vari oggetti, i listelli battitacco dall’aspetto sportivo, gli spazi decisamente ampi anche nel reparto posteriore, i rivestimenti fini ed esclusivi per X2 con pregiato materiale Alcantara e cuciture decorate.

M-Sport X, quando si cerca il meglio

E’ la novità assoluta, suffragata da un concetto: quando si cerca un modello come BMW X2, si va a cercare il meglio. Dunque non c’è da stupirsi se in tempi dove si fanno i conti su tutto, per l’auto si ha voglia di soffrire un po’ di più: è un bene, una compagna della vita giornaliera, un valore da difendere nel tempo. Dunque è prevedibile che la grande novità M SPORT-X possa avere quel successo sociologicamente al di fuori delle spiegazioni… D’altronde in Italia la sportività e le corse sono una motivazione culturale e comportamentale. E il sogno ha prezzi accessibili: se M-Sport nasce dalla pista e dalle corse, con i fascioni paraurti più sportivi e dinamici, e ha un atteggiamento stradale, la M SPORT-X si ispira invece al mondo avventuroso e affascinante dei rally con i fascioni paraurti dal carattere off-road, novità per la gamma X e con i contrasti cromatici e delle dotazioni offerti dal colore “Frozen Grey” del posteriore e dell’anteriore. Vista di profilo, la tonalità leggermente più chiara fa sembrare la posizione dell’auto più elevata sulla strada. Insomma, il pacchetto M SPORT-X ha capacità di ergersi e distinguersi ed è il sogno della gente più sportiva. Inutile dire che provando questo modello ci si sente proiettati in altra dimensione, dalla prestazione alla classe, dalla sportività alla guidabilità, dalla dotazione alla invidiabile attenzione…

Sospensioni M Sport

Il viaggio urbano diventa di First Class anche in città. I due allestimenti ancor più sportivi (M Sport ed M Sport X) sono dotati di serie delle sospensioni M Sport con sospensioni e regolazioni degli ammortizzatori più rigide, nonché un’altezza inferiore (eventualmente in opzione anche sulla BMW X2 di base). Dynamic Damper Control (compresa una diminuzione della luce da terra di 10 mm) è un altro optional che permette di regolare le sospensioni con una maggiore precisione e secondo esigenze e gusti di chi guida. La versione Business-X dedicata al lavoro aggiunge contenuti funzionali e di stile e va oltre le previsioni: giusto per capire l’offerta, l’allestimento prevede tra l’altro il Sistema Multimediale da 6,5” con Navigatore, Multimedia, Telefonia, InfoVettura, ConnectedDrive e visibilità esterna con fari Bi-LED con Cornering Lights e fendinebbia a LED, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con Parking assistant.

Coccolati dalla tecnologia

L’ultima versione dell’Infotainment System di BMW si gestisce con comandi vocali, touch o iDrive Controller. Inoltre è disponibile la ricarica wireless per smartphone con funzionalità wifi hotspot. Tutti i servizi BMW Connect si basano sull’Open Mobility Cloud con servizi personali in base a ID dedicato. Il BMW Connected+ (Applicazione da Mobile) ha una piattaforma costruita attorno al cliente per condividere le destinazioni tramite app, web e calendari, salvare in automatico le destinazioni più frequenti, localizzare, aprire e chiudere il veicolo in remoto da smartphone, ricevere info personalizzati su viaggi e partenze, gestire le destinazioni anche dopo il parcheggio. Il BMW Connected Drive Services racchiude funzionalità e servizi a bordo: Concierge Service, Connected Drive Services, Teleservices per avere supporto ovunque e in qualunque momento, Apple CarPlay per visualizzare contenuti sul display del veicolo, Remote Services con controllo remoto del veicolo, Intelligent Emergency Call e Real Time Traffic Information.

Motori, allestimenti e prezzi

Le motorizzazioni disponibili partono dalla sDrive 18i 3 cilindri 1499 cc 140 CV con cambio manuale a 6 rapporti (6,0-6,3 l/100 km e 138-144 g/km di CO2) o Steptronic doppia frizione a 7 rapporti ( 5,9-6,2 l/100 km e 135-144 CO2), quindi i 4 cilindri: sDrive 18d 1995 cc 150 CV con manuale a 6 (4,5-4,6 l/100 km e 121-119 g/km) o Steptronic a 8 rapporti (4,7-4,5 l/100 km e 124-118 g/km), xDrive 18d 1995 cc 150 CV cambio manuale a 6 (5,2-4,8 l/100 km e 137-128 g/km CO2); xDrive 20d 1995 cc 190 CV cambio Steptronic a 8 rapporti (4,8-4,6 l/100 km e 126-121 g/km); xDrive 25d 1995 cc 231 CV cambio Steptronic a 8 (5,3-5,1 l/100 km e 139-133 g/km). Il motore xDrive 2.0 utilizza la tecnologia BMW BluePerformance per la depurazione dei gas di scarico con filtro antiparticolato, catalizzatore a ossidazione e catalizzatore ad accumulo di NOx e un catalizzatore SCR con iniezione di AdBlue.
Si parte da  33.500€, si sale con altri 4 allestimenti. Diverse le scelte funzionali tra eleganza e sportività che si aggiungono alla versione di ingresso in vendita a 33.500 euro. Gli step di allestimento sono Advantage da 35.150 euro, Business-X da 36.850 euro, M-Sport da 40.300 euro e la novità assoluta M-Sport-X ispirata al mondo dei rally da 40.300.

Il video test drive

ARTICOLI CORRELATI