USATA
cerca auto usate
NUOVA

[VIDEO] Prova Opel Corsa 2020: l’auto per tutti, il vero Best Buy

Abbiamo provato la nuova Opel Corsa 2020 spinta da un tre cilindri a benzina da 1.2 litri e 100CV. L’auto offre tutto ciò che serve e, con l’offerta lancio, ha prezzi che partono dai 12.550€

Opel Corsa arriva alla sesta generazione passando per un cambiamento importante. L’ingresso del marchio teutonico all’interno di PSA ha consentito ad Opel di attingere a piene mani dai forzieri del Gruppo per realizzare una vettura completa sotto tutti i punti di vista senza però investire capitali spaventosi in ricerca e sviluppo. In questo modo il prodotto finale, in questo caso di nuova Opel Corsa, mantiene un prezzo estremamente concorrenziale senza per questo rinunciare alla qualità.

Fra le novità più interessanti c’è sicuramente l’introduzione della vettura in tre alimentazioni differenti: la nuova Corsa la si può avere a benzina, Diesel o 100% elettrica. Abbiamo provato la prima delle tre in configurazione top di gamma, ovvero equipaggiata dal propulsore a tre cilindri da 1,2 litri e 100CV abbinato al (riuscitissimo) cambio automatico ad 8 rapporti EAT8. Dato che una prova su strada non è un film -e non puntiamo all’effetto sorpresa- ve lo diciamo subito: la macchina va molto bene. Risulta equilibrata in tutte le situazioni tipiche, e ci ha lasciato divertire un po’ anche in pista nonostante non fossimo al volante di una GSi. Vediamo perché.

Il sesto elemento

Le linee di Opel Corsa sono decisamente più pulite e, grazie a proporzioni azzeccate, la vettura appare più sportiva e grande di quanto sia in realtà. Righello alla mano, la nuova Opel Corsa infatti misura una lunghezza di 4,060 metri per una larghezza di 1.765m ed un’altezza di 1.435m, numeri che permettono di destreggiarsi bene nel traffico cittadino ed inserirsi senza complicazioni nei parcheggi. Nel nostro caso la tinta bianco/nero rende particolarmente bene, dando più slancio all’auto, impreziosita (in questa versione Elegance) da bei cerchi in lega da 17 pollici.

Se all’anteriore la parola d’ordine è pulizia -con la linea del gruppo ottico a LED che si congiunge con la modanatura sulla calandra- al posteriore il tema diventa dinamismo. A fanali riusciti in proporzione e disegno si accoppia un gioco di pieni e vuoti piacevole alla vista, che culmina con il rilievo del logo Opel al centro, utile per aprire il bagagliaio (309 litri ben sfruttabili) senza complicazioni di sorta. Degno di nota, infine, lo spoiler integrato. Nel complesso l’esterno della vettura è più slanciato, aggettivo traducibile in un coefficiente aerodinamico pari a 0,29.

Interni votati alla praticità

Gli interni sono in piena filosofia Opel a ricordare che, nonostante l’impiego della tecnologia del Gruppo PSA, il brand abbia voluto tenere fede ai propri stilemi senza avvicinarsi troppo al linguaggio tipico degli altri marchi: sportivo per Peugeot, originale per Citroën e sofisticato per DS. Resta invece un ambiente razionale, studiato nei dettagli ed incentrato su chi guida. La plancia è suddivisa in tre zone. La parte alta è dedicata all’infotainment, con un display da 7 pollici integrato con Apple CarPlay e Android Auto grazie al quale è possibile connettere il proprio smartphone, effettuare chiamate, scegliere la musica e persino impostare il navigatore.

Al centro troviamo invece i comandi del clima con due comode rotelle che, inspiegabilmente, mancano sulle altre auto del gruppo. Infine, il tunnel centrale, con la leva del cambio automatico e i pulsanti per disattivare lo Start&Stop ed il controllo della corsia.

Non mancano il freno di stazionamento elettrico ed il selettore per le tre modalità di guida (Normale, Eco e Sport), mentre la “firma” dei designer con l’ormai celebre squalo Opel è in un angolo del vano portaoggetti. Chi siede davanti è comodo grazie a sedili avvolgenti ma non esasperati ed un poggiatesta degno di questo nome. Leggermente meno confortevole la situazione per chi siede dietro se ci si trova in tre adulti. Con un bambino nel mezzo (ma andrebbero sempre fatti sedere lateralmente) si sta comodi in tre.

La Prova Su Strada

Gli interni di nuova Opel Corsa sono, come detto, piuttosto accoglienti. Il sedile è comodo, ben realizzato e si regola manualmente. La visibilità è ottima come da tradizione per la compatta tedesca, non sacrifica la vista posteriore ma non per questo rinuncia alla telecamera di parcheggio. Giriamo la chiave e accendiamo l’auto, che ci saluta con il check-up delle lancette analogiche sulla strumentazione chiara e funzionale. Si accende anche il display da 7 pollici grazie al quale abbiamo accesso diretto al nostro smartphone.

La guida risulta da subito fluida ed intuitiva, la corona del volante è forse leggermente più grande della norma ma lo sterzo risponde bene: non troppo leggero e sufficientemente preciso anche ad alte andature. In città la macchina si destreggia bene, complice un cambio estremamente preciso e versatile ed un ottimo spunto nelle ripartenze.

L’EAT8 sa essere leggero negli innesti e, grazie all’overdrive su tutte le marce, permette di abbattere i consumi quando viaggiamo ad alte andature. Attraverso le sue tre configurazioni selezionabili dal tunnel centrale poi (Normale, Eco e Sport) è possibile impostare cambiate più o meno sportive. Nel caso fossimo presi dai proverbiali 5 minuti poi, possiamo cambiare anche attraverso le palette al volante. Ad alte andature l’auto si comporta bene, è sincera nelle risposte e lo sterzo un po’ leggero tipico delle auto cittadine non va ad interferire con le lunghe trasferte. In parole povere, nuova Opel Corsa viaggia sicura sui binari anche a 130Km/h.

Una nota di merito va alle sospensioni, messe a punto dai tecnici di Russelsheim per filtrare al meglio le asperità dell’asfalto senza risultare però troppo morbide sul veloce. In queste situazioni -pensiamo alla pista, non il terreno ideale per l’auto- l’auto emette qualche fruscio nella zona dei retrovisori, ma nulla di fastidioso.

Allestimenti e prezzi

Gli allestimenti disponibili sono tre, con prezzi che vanno dai 15.550€ per la versione Edition a Benzina ed arrivano ai 32.400€ della top di gamma, la Elegance a trazione elettrica. Una forbice ampia che permette di scegliere la soluzione più adatta alle proprie tasche. Allo stesso modo Opel Corsa può essere acquistata con formula rateale. In questo caso l’auto elettrica diventa addirittura la più conveniente: il minor costo dell’energia, insieme ad oneri di manutenzione inferiori e agli ecoincentivi governativi, la rendono decisamente più umana delle “solite” elettriche. Certo, il problema delle colonnine resta (per molti) ancora un impedimento, ma se abitate in una zona ben fornita questa potrebbe essere un’opzione percorribile.

Benzina 100 CV

Diesel 100 CV

Elettrico 100 kW

Anticipo

3.500

3.500

3.500

Rata mensile

126

138

153

Costo energia al mese

82

58

45

Bollo

16

16

0

COSTO TOTALE al mese

224

212

198

In Conclusione

Una volta conosciuta (e provata) l’intera “li ne-up” del gruppo, la nuova Opel Corsa si pone come uno dei prodotti più riusciti della gamma. La qualità non manca, ma si rinuncia a qualche fronzolo per un prezzo d’acquisto estremamente competitivo. Grazie alle formule rateali poi, è possibile anche avvicinarsi all’elettrico senza esborsi clamorosi. Il lavoro svolto dai designer di Opel infine rende la vettura più muscolosa e adulta, dandole un retrogusto premium che appaga lo sguardo.

info ADV

AUDI Q2
AUDI Q2
OFFERTA Tua da 229 € al mese

info ADV

AUDI Q5
AUDI Q5
OFFERTA Tua da 349 € al mese

info ADV

AUDI A1 SPORTBACK
AUDI A1 SPORTBACK
OFFERTA Tua da 199 € al mese

mobile ADV

Renault Clio
Renault Clio
OFFERTA Tua da 169€ al mese. Anche GPL o Ibrida.
ARTICOLI CORRELATI