Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid

Presentazione al Salone di Ginevra per la wagon svedese alimentata da due motori: il diesel cinque cilindri di 2,4 litri da 215 CV e quello elettrico da 70 CV e 200 Nm. Consumi di 1,8 l/100 km in regime elettrico

Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid
Si presenta all’87° Salone dell’Auto di Ginevra (5-17 marzo 2013) la Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid, wagon svedese che combina un economico motore diesel cinque cilindri di 2,4 litri da 215 CV, con un ecologico elettrico da 70 CV e 200 Nm, per una potenza globale di 285 CV.
Cambia il design della Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid, ora più deciso e dinamico che ne esalta l’aspetto.

Design della nuova Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid
Il design scandinavo prosegue la sua evoluzione distinguendosi per le forme semplici e gradevoli e per le superfici lineari ed essenziali ma anche per l’attenzione ai dettagli.
Ci sono numerosi altri esempi di attenzione ai dettagli nelle nuove auto della serie Volvo 60: gli ugelli lavavetri, prima molto visibili, sono stati riposizionati in un punto nascosto sotto il cofano; inoltre, la tinta nero lucido utilizzata per il pannello di copertura del dispositivo radar rende quest’ultimo invisibile all’interno della griglia; la cornice cromata attorno alla griglia frontale è stata eliminata e il nuovo marchio ingrandito in metallo sottolinea il nuovo look disinvolto dell’auto.
I nuovi tubi di scappamento integrati, disponibili in abbinamento ad alcune varianti di motorizzazioni, rappresentano il collegamento fisico e visivo con i propulsori tecnicamente avanzati della gamma. Ma in questo caso la modifica non è giustificata solo dalla passione per i dettagli stilistici; gli ingegneri scandinavi hanno infatti dovuto trovare una soluzione che consentisse ai tubi di scarico di rimanere perfettamente in posizione anche una volta raggiunta la temperatura d’esercizio, nonostante l’allungamento fino a 25 mm del sistema di scarico dei gas.
Per esaltare la linea della V60 Diesel Plug-In hybrid, il cliente può scegliere cerchi da 19″ e mantenere la stessa altezza del profilo di quelli da 18″, per non fare rinunce in termini di confort.
Sul portellone posteriore della prima vettura ibrida plug-in al mondo dotata di motore diesel è visibile l’emblema D6 AWD, che ne sta a indicare gli elevati livelli prestazionali.

Abitacolo della  Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid
L’influsso scandinavo risulta evidente guardando gli interni e la linea esterna delle nuove auto della Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid.
L’attenzione ai dettagli, i materiali autentici – come il legno e la pelle – e i comandi facili da utilizzare contribuiscono a un’esperienza di guida in cui tutto risulta sotto controllo.
I sedili che sostengono correttamente il corpo e offrono al tempo stesso estrema comodità. È disponibile anche un nuovo sedile sportivo che, pur mantenendo invariata la comodità tradizionale svedese, esalta alla perfezione la sensazione di assoluto controllo, perché è dotato di supporti laterali avvolgenti che sostengono il corpo dalle anche alle spalle, facendo in modo che la posizione del guidatore resti salda e invariata anche nelle curve a velocità elevate. Il sedile sportivo è stato fatto provare a circa cento persone con corporatura e dimensioni diverse e grazie ai feedback è stato modificato anche lo schienale, così da lasciare più spazio per le gambe dei passeggeri seduti dietro.

Motore della Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid
La trazione delle ruote anteriori è affidata a un’unità turbodiesel a cinque cilindri da 2,4 litri che eroga 215 CV (158 kW) e una coppia massima di 440 Nm, espressi attraverso una  trasmissione automatica a sei velocità.
Sull’asse posteriore lavora invece un motore elettrico da 70 CV di potenza e 200 Nm di coppia. Il motore elettrico è alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio da 11,2 kWh ubicato sotto il piano di carico.
Il conducente può selezionare la modalità di guida desiderata semplicemente premendo tre pulsanti, ognuno dei quali conferisce all’auto un temperamento unico e differente: Pure, Hybrid o Power.
In modalità Pure, l’auto è alimentata solo dal suo motore elettrico, che ha un’autonomia fino a 50 km.
In modalità Hybrid, che viene impostata per default all’avvio dell’auto, l’unità diesel e il motore elettrico cooperano per mantenere le emissioni di CO2 (NEDC, ciclo di guida misto ai fini della certificazione) a 48g/km (1,8l/100km).
L’accelerazione da 0 a 100 all’ora avviene in 7,9” e raggiunge una velocità massima di 125 km/h. L’autonomia della Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid in modalità Hybrid è di 900  km.
Selezionando Power, la tecnologia è ottimizzata per consentire all’auto di sviluppare la massima potenza. L’unità diesel e il motore elettrico cooperano per erogare una potenza complessiva di 215+70 CV e una coppia massima di oltre 600 Nm. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 6,1 secondi. La velocità massima è di 230 km/h.
La casa svedese, di proprietà della società cinese Geely, non comunica i consumi della Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid in modalità Power.
Le batterie si ricaricano in circa 3,5 ore su una presa da 16A, oppure in 4,5 ore su una da 10A e 7,5 con una da 6A.

Migliorie apportate alla nuova Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid
Tanta tecnologia e connettività caratterizzano la nuova Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid.
Sensus è il nome utilizzato da Volvo per indicare tutte le sue funzionalità HMI (Interfaccia Uomo-Macchina). Sulla nuova Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid queste funzionalità sono state ottimizzate con l’aggiunta del nuovissimo sistema Sensus ConnectedTouch.
Il sistema consente una piena connettività e l’accesso a Internet dall’auto, trasformando il display da 7 pollici in un avanzatissimo schermo a infrarossi a scansione con tecnologia touchscreen azionabile anche quando si indossano i guanti – un’anteprima mondiale a bordo di un’automobile e una grande comodità in inverno.
La connessione viene effettuata tramite un dispositivo 3G/4G montato sulla vettura oppure utilizzando il proprio telefono cellulare.
L’utilizzatore ha accesso a navigazione illimitata in Internet (eccetto che durante la guida), allo streaming via Internet di musica, alla radio via Internet (TuneIn e Orange Live Radio) con migliaia di canali da tutto il mondo; si aggiungono poi la disponibilità di Google Map online con Google Search, la navigazione 3D connessa integrata con informazioni sul traffico in diretta e segnalazioni di zone pericolose, il localizzatore di parcheggio, le informazioni meteo, una serie di applicazioni Web e native, l’Appstore per nuove funzioni e aggiornamenti  e il localizzatore dei centri di assistenza Volvo.
È anche possibile condividere una rete WiFi con tutti i passeggeri.
Sarà possibile cercare il brano che si desidera semplicemente pronunciandone il titolo. Il sistema di attivazione vocale funziona con tutte le sorgenti musicali connesse a Sensus ConnectedTouch. Il dispositivo TripInfo è un altro strumento eccezionale che legge informazioni da Wikipedia sui punti d’interesse lungo il percorso, diffondendole attraverso l’impianto audio.
L’Adaptive Digital Display, che ha fatto il suo debutto con la berlina media due volumi V40, è ora disponibile sulla nuova Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid. II suo schermo a matrice attiva TFT (transistor a pellicola sottile) porta l’interazione fra automobile e conducente a un livello del tutto nuovo, visualizzando sempre le informazioni più importanti in una determinata situazione.
Il conducente può scegliere fra quattro temi grafici: Elegance è quello di base e si distingue per il look tradizionale e l’atmosfera di tranquillità che diffonde. Il tema Eco ha un’illuminazione di colore verde ed è stato studiato per incoraggiare uno stile di guida orientato a un utilizzo efficiente del carburante. L’Eco-indicatore sulla sinistra visualizza il consumo di carburante effettivo e cumulato: quando viene raggiunto un livello ottimale di ‘guida ecologica’ si accende una luce verde.
Il tema Performance è caratterizzato da un’illuminazione rossa che crea un’atmosfera sportiva. Al centro una scala contagiri sostituisce il tachimetro visualizzato invece nelle versioni Elegance ed Eco. La velocità della vettura viene indicata in modalità digitale al centro dello schermo. Lo schermo di destra include un indicatore di potenza, che indica quant’è la potenza disponibile e quanta ne viene utilizzata in un determinato momento.
il tema Hybrid è contraddistinto da un’illuminazione blu. Questa modalità include informazioni sul sistema ibrido e sulla batteria che favoriscono un utilizzo efficiente da un punto di vista dei consumi dell’ingegnoso sistema di trasmissione.
I volanti a tre razze possono ora essere dotati di comandi al volante in abbinamento alla trasmissione automatica, trasformando così il selettore automatico in un cambio manuale con il vantaggio di poter effettuare le cambiate tenendo entrambe le mani sul volante. I comandi al volante regalano agli appassionati della guida dinamica un’emozione in più, in particolare quando si vuole dare gas sulle strade tortuose. E per aumentare il confort di questi automobilisti in Svezia e in altri Paesi freddi, il volante può essere dotato di riscaldamento per affrontare le gelide giornate invernali.
Il nuovo sistema Active High Beam Control rende la guida quando è buio più sicura e rilassata.
Questa tecnologia elimina la necessità di continuare a passare da anabbaglianti ad abbaglianti e viceversa. Il dispositivo Active High Beam Control consente di tenere sempre accesi i fari abbaglianti.
Quando un’altra vettura sopraggiunge dalla direzione opposta, il sistema consente di evitare l’abbagliamento del conducente dell’altra auto semplicemente riducendo di quanto basta l’intensità del fascio di luce. Ciò è reso possibile da un ingegnoso meccanismo del modulo proiettore integrato nel fanale anteriore. Lo stesso beneficio vale per i conducenti delle auto che precedono.
Un’altra opzione innovativa a supporto della guida col buio è il sistema Cornering Light che si attiva a basse velocità. In quanto estensione dell’attuale sistema a proiettori mobili Active Bending Light, illumina, coprendo un raggio maggiore, l’area verso cui il conducente sta orientando lo sterzo per rendere più sicura la manovra – ad esempio, quando si svolta in una strada stretta o si passa attraverso un varco stretto di notte.
Le vetture equipaggiate con sensori per la pioggia possono ora essere dotate anche di parabrezza a riscaldamento elettrico per un rapido sbrinamento del vetro nelle fredde giornate invernali.
Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid è disponibile con specchietti retrovisori laterali con funzione automatica di anti-abbagliamento. Grazie all’utilizzo di vetro fotocromatico, gli specchietti retrovisori si oscurano automaticamente per evitare il riflesso dei fari delle altre automobili, così come nel caso del retrovisore interno.
IntelliSafe è il nome con cui Volvo designa l’insieme dei propri sistemi di sicurezza attiva, di cui fa parte l’importantissima e ineguagliata tecnologia City Safety. Questo avanzato sistema di sicurezza, che è incluso nella dotazione standard, si attiva a velocità fino a 50 km/h. Tutti i modelli possono essere equipaggiati anche di sistema Pedestrian Detection con frenata automatica completa, che rileva gli eventuali pedoni che si trovano sulla traiettoria dell’auto.
Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid è disponibile ora può disporre anche del dispositivo Blind Sport Information System (BLIS) potenziato, basato sulla tecnologia radar. Questa tecnologia ora può anche monitorare il traffico e avvisare il conducente in caso vi siano veicoli in rapido avvicinamento fino a 70 metri dietro la vettura. Naturalmente il sistema mantiene la sua funzione di segnalazione dei veicoli negli angoli ciechi su entrambi i lati dell’auto.
Il sistema di Cross Traffic Alert si serve dei sensori radar nella sezione posteriore dell’auto per avvertire chi guida di eventuale traffico in attraversamento proveniente da uno dei lati dell’auto, durante una manovra di retromarcia per uscire da un parcheggio. Si tratta di una funzione particolarmente utile negli spazi stretti e affollati, dove la visuale laterale potrebbe risultare limitata.
Il sistema Road Sign Information supporta il conducente visualizzando i segnali stradali sul quadro strumenti.

ARTICOLI CORRELATI