Volvo XC60 – Test Drive

Provata su strada in Sicilia per la nuova Volvo XC60, filante SUV compatta rivale di Audi Q5, BMW X3 e Mercedes GLK. Grande attenzione per la sicurezza con sistemi innovativi come il City Safety

Volvo XC60 – Test Drive. Enna Ci troviamo in una suggestiva masseria nei pressi di Enna, davanti a noi una flotta di Volvo XC60 ammicca alla nostra direzione chiedendoci di essere guidata e provata. L’aspetto ci colpisce subito, le linee dei gruppi ottici sono esemplificative del design tout court: linee morbide e fluenti scivolano come acqua verso terra, prendendo sempre direzioni inaspettate che conferiscono all’aspetto del mezzo una grande plasticità statuaria ma non senza morbidezza e grinta. Dentro ci si trova in uno degli abitacoli più rifiniti, non certo IKEA style, ma Scandinavian style, quello stile semplice e al tempo stesso lussuoso, che i grandi architetti del nord hanno esportato: la plancia flottante rivolta verso il guidatore, raffinati inserti in legno (su richiesta) e finiture di vera eccellenza (basti guardare le cuciture dei sedili che sembrano uscite da una selleria artigianale). Volvo XC60 si candida ad essere una delle vetture più sicure mai costruite, grazie ad una serie di dispositivi elettronici che vedremi in dettaglio in seguito. In questo senso dal 1970 la Volvo monitora tutti gli incidenti (o grandissima parte) che vedano coinvolti uno dei suoi mezzi e ne studia la catena di avvenimenti che hanno portato all’inevitabile; ne hanno analizzati circa 40.000 in 35 anni perseguendo il sogno di abbattere la mortalità in auto. Sulla base di così tanti dati raccolti e di questa esperienza, sono stati studiati i nuovissimi dispositivi per la sicurezza che la XC60 offre, oltretutto, badate bene: di serie. Le motorizzazioni che accompagneranno il lancio italiano della Volvo XC60 sono tre, una a benzina e due a gasolio. Il 3.0 T6 benzina sviluppa ben 285 CV mentre il diesel “entry level” 2.4 D5 ne eroga 163. Lo stesso propusore è proposto anche nel power step da 185 CV. I motori sono tutti bialbero plurivalvole realizzati in alluminio e abbinati alla trazione integrale permanente. Il T6 benzina è disponibile con la sola trasmissione automatica, mentre i due diesel common rail offrono l’opportunità di scegliere un manuale a sei marce.

ARTICOLI CORRELATI