Come restaurare un Maggiolino d’epoca alla perfezione

Restaurare un Maggiolino Volskwagen è un'operazione che richiede passione, competenze, tempo e una certa disponibilità economica. Non è questo il caso della signora Kathleen Brooks e della sua fidata "Annie", un VW Beetle acquistato nel 1966.

Tanti possessori di VW Maggiolino o Beetle Volkswagen che dir si voglia si saranno chiesti nel corso degli anni come sarebbe restaurare a fondo il loro gioiellino. Proprio come ha fatto la signora Kathleen Brooks, che ha comprato il suo Maggiolino nel dicembre del 1966 e l’ha utilizzato quotidianamente da allora. Soprannominato “Annie“, il Beetle della signora, di colore rosso, ha percorso più di 350.000 miglia in 51 anni. Kathleen lo utilizzava per andare a lavoro e quando VW North America è venuta a sapere della storia di questo Maggiolino, si è offerta di restaurare Annie nel loro stabilimento di Puebla, in Messico.

“Veniamo spesso a conoscenza di storie di proprietari di Beetle d’epoca, ma c’era qualcosa di speciale nella storia di Kathleen e Annie e abbiamo sentito che dovevamo onorare questo rapporto lungo oltre 50 anni”, ha dichiarato Derrick Hatami, Vicepresidente di Volkswagen of America. “Il Maggiolino originale ha lanciato il nostro business negli Stati Uniti; non si tratta solo di un Maggiolino, è un membro della famiglia  e dopo che Annie ha passato tanto tempo nel nostro stabilimento, sentiamo che fa parte anche della nostra famiglia”.

La sig.ra Brooks lavora con pazienti affette da cancro al seno e con le sopravvissute a tale terribile malattia. Dona loro tanto affetto e cure cosmetiche durante la terapia e il periodo di degenza. Lei stessa ha vinto 3 tumori al seno, perciò sa come affrontare la delicata questione. Il processo di restauro di questo Volkswagen Maggiolino d’epoca ha richiesto oltre 11 mesi, ma il risultato lascia senza parole e si deve al lavoro di un team di ben 60 persone.

ARTICOLI CORRELATI