USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Carta Verde Assicurazione: quando è obbligatoria per viaggiare in auto

La Carta Verde rappresenta il certificato internazionale di assicurazione con il quale si può viaggiare liberamente nei paesi esterni all'Unione Europea

I bagagli li abbiamo sistemati, i controlli più importanti li abbiamo fatti… quindi siamo pronti a partire per le vacanze? Fermatevi un momento: se la vostra destinazione è al di fuori dell’Unione Europea… avete con voi la Carta Verde? Stiamo parlando del Certificato Internazionale di Assicurazione, che assicura la copertura necessaria (RCA) a conducente e passeggeri nell’eventualità di danni causati da un incidente stradale quando la vettura si trova in un paese extra-europeo.

Il documento in questione fino al mese di luglio 2020 era effettivamente “verde” e accompagnava la classica polizza utilizzata in Italia, mentre ad oggi è diventata semplicemente di colore bianco-nero e viene inviata a richiesta dell’interessato tramite apposita e-mail. Deve poi ovviamente essere stampata su carta, nel caso in cui le forze di polizia dello stato in cui ci si reca in vacanza vogliano effettuare tutti i controlli del caso.

Carta verde assicurazione

Qual è il suo funzionamento? La Carta Verde semplicemente serve per avere la copertura della responsabilità civile obbligatoria ed è indispensabile per circolare in Bosnia ed Erzegovina, Macedonia, Montenegro, Russia, Moldavia, Ucraina, Bielorussia, Turchia, Tunisia, Israele, Iran e Marocco. In caso di incidente la sua funzione è quella di coprire i danni a terzi e anche quelli subiti, a patto che il conducente non abbia colpa.

Per quanto riguarda il risarcimento, non sarà la compagnia della parte avversaria ad avere voce in capitolo, ma piuttosto il mandatario di riferimento presente in Italia convenzionato con la società assicurativa straniera. Entro tre mesi e una volta ottenuta la richiesta di indennizzo, il referente estero dovrà comunicare alla parte offesa in Italia la somma che servirà per il risarcimento, oppure le motivazioni per le quali questa non verrà erogata. Dopo questi termini, l’assicurato potrà richiedere lo stesso indennizzo all’Organismo deputato della CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici).

Carta verde assicurazione

Articoli più letti
RUOTE IN RETE