La chiamata di emergenza in auto diventa obbligatoria

Diventa obbligatoria sulle auto la chiamata d'emergenza, quel dispositivo dotato di SIM card e tecnicamente chiamato e-Call.

Per molti si tratta di una soluzione tipica delle vetture più lussuose e blasonate e fino a qualche tempo fa di fatto era davvero così. Oggi però, il bottone che chiama automaticamente i soccorsi in auto diventa obbligatorio, almeno sulle automobile di nuova omologazione. L’obbligo scatta il prossimo 31 marzo 2018 e prevede che tutte le auto nuove siano dotate di questo piccolo tasto che in caso di emergenza provvede, al posto nostro – ad avvertire i mezzi di soccorso. Tecnicamente si chiama e-Call ed il suo funzionamento è tanto semplice quanto sorprendentemente utile.

Le vetture di prossima generazione saranno quindi dotate di una propria SIM – quelle che per intenderci siamo abituati ad inserire nel nostro smartphone di fiducia. Di fatto la SIM posizionata all’interno della nostra automobile resterà “nel sonno” fino a che una miriade di sensori non l’attiveranno – in caso di necessità. Questi sensori sono quindi a loro volta collegati alle cinture di sicurezza o agli airbag e in caso di attivazione di tali sistemi di sicurezza – invieranno alla SIM il comando di collegarsi automaticamente al numero di emergenza, 112.

A questo punto saranno inviati ai soccorsi info utili – come il posizionamento della nostra vettura, ma anche marca e modello e il posizionamento reale sulla carreggiata. Il sistema funziona sia – come detto – in caso di attivazione di alcuni dei sistemi di sicurezza della nostra auto, che tramite la richiesta manuale premendo l’apposito tasto contraddistinto dalla scritta SOS.

Come dicevamo si tratta di un sistema già presente su molte auto – soprattutto quelle dei segmenti più esclusivi, che però inviano la chiamata a centralini di soccorso “privati” – i quali poi si occupano di smistare la richiesta d’aiuto alle forze dell’ordine. Con l’entrata in vigore di questa direttiva europea si salterà quindi questo passaggio, con la comunicazione diretta al numero unico di emergenza 112. Con buona pace anche della privacy.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE