Pneumatici invernali o catene da neve obbligatori dal 15 novembre: tutte le informazioni utili

Scattato in quasi tutta Italia l’obbligo di dotare la propria vettura di gomme termiche o catene a bordo nelle strade extraurbane. Vediamo qui di seguito tutto quello che c’è da sapere sulla direttiva ministeriale, attiva dal 15 novembre 2018 al 15 aprile 2019.

Dal 15 novembre 2018 è entrato in vigore la Direttiva Ministeriale del 16 gennaio 2003 che impone l’obbligo di circolazione, al di fuori dei centri abitati, con pneumatici invernali o con catene a bordo. La norma avrà termine il 15 aprile 2019 ma il Codice della Strada consente agli enti locali di modificare il periodo di validità in caso di condizioni climatiche particolari. Sul portale www.pneumaticisottocontrollo.it gli utenti potranno verificare tutti i provvedimenti locali che, si prevede, saranno sempre più in aumento. Qui di seguito vedremo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere sulla normativa.

Quando montare gli pneumatici invernali

I veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote ed i motocicli che non possono circolare in caso di neve o ghiaccio sulla strada e/o di fenomeni nevosi in atto, sono tenuti a montare pneumatici invernali già dal 15 ottobre. Tuttavia il Ministero concede un lasso di tempo pari a un mese per dotarsi di adeguati mezzi antisdrucciolevoli, definendo perciò il 15 novembre la data limite entro cui diventa sanzionabile il mancato adeguamento alla norma.
In alcune zone geografiche soggette a particolari condizioni climatiche i Comuni possono tuttavia estendere il periodo.

Quali pneumatici montare
Gli pneumatici termici, per essere a norma, devono presentare sul lato la marcatura M+S ovvero il pittogramma alpino composto da 3 cime con un fiocco di neve. È raccomandabile montare tutti e quattro gli pneumatici per garantire una migliore aderenza al terreno. Anche se sul libretto di circolazione sono riportate misure specifiche per gli pneumatici invernali, oltre alle altre dimensioni, queste non sono da considerarsi obbligatorie bensì integrative alle versioni M+S.

Quali differenze intercorrono tra pneumatici normali e invernali
In termini di prestazioni gli pneumatici invernali sono progettati per aderire meglio al terreno innevato, ghiacciato o bagnato, sia in termini di mescola (che non si irrigidisce con il freddo come invece fa quella delle gomme estive) che per quanto riguarda i disegni: in tal modo l’aderenza al suolo è aumentata e, di conseguenza, lo spazio di frenata diminuisce.

Quale velocità è possibile sostenere con pneumatici invernali e a quale pressione devono essere gonfiati
Come le gomme termiche è possibile viaggiare alla stessa velocità di quelle normali. Tuttavia gli pneumatici da neve possono avere un codice di velocità massima inferiore: in questo caso tale indicazione andrà posta all’interno dell’abitacolo in modo da risultare ben visibile al conducente.Le gomme invernali devono essere gonfiate alla medesima pressione di quelle normali. La verifica dovrà essere eseguita nelle medesime condizioni climatiche per le quali sono state studiate.

Cosa sono gli pneumatici “all season”
Esistono in commercio gli pneumatici cosiddetti “4 stagioni” (detti anche “all season”, “all weather”, “multipurpose”, “multiseason”): questa soluzione si adatta meglio alle vetture di bassa cilindrata che non percorrono tanti chilometri.

Gomme termiche o catene a bordo?
Giuridicamente non esistono differenze tra la scelta di montare pneumatici invernali o tenere quelli estivi caricando però a bordo le catene da neve.

È obbligatorio togliere le gomme invernali il 15 aprile 2019?
Non esistono normative che negano agli automobilisti di viaggiare con gli pneumatici da neve anche d’estate. Tuttavia, a livello di manutenzione, è caldamente sconsigliato, in quanto la mescola utilizzata per la produzione delle gomme termiche è studiata appositamente per le basse temperature. Montare la giusta gomma a ogni stagione garantisce una durata maggiore a ogni equipaggiamento.

ARTICOLI CORRELATI