Quanto durano gli pneumatici e quando è l’ora di cambiarli

La conformità alla carta di circolazione degli pneumatici, l’usura e il loro corretto gonfiaggio, sono condizioni basilari per procedere in sicurezza, garantendo le migliori prestazioni e salvaguardando salute e portafoglio. Ma quanto durano gli pneumatici e quando devono essere cambiati?

Gli pneumatici sono l’unico punto di contatto tra la propria auto ed il suolo, ma molto spesso vengono trascurati. La conformità alla carta di circolazione, l’usura e il corretto gonfiaggio, sono condizioni basilari per procedere in sicurezza, garantendo le migliori prestazioni e salvaguardando salute e portafoglio. Ma quanto durano gli pneumatici e quando devono essere cambiati?

Quanto durano gli pneumatici
Innanzitutto la durata di un pneumatico e la sua sicurezza non è un’informazione che ha una diretta correlazione con la data di fabbricazione o produzione. Infatti la data di fabbricazione (che va riportata sul fianco degli pneumatici) serve al costruttore per poter rintracciare un intero lotto di produzione nel caso di necessità specifiche e non a chi lo utilizza. Come per la sigla DOT, marcatura diversa dalla prima che viene richiesta solo per il mercato USA.

La durata degli pneumatici è principalmente influenza da due fattori. Il primo sono le condizioni di utilizzo, la combinazione tra lo stile di guida e i veicolo sul quale il pneumatico è montato. Nel dettaglio quindi si intendono i carichi, la velocità, il mantenimento delle pressioni di gonfiaggio, la tipologia e condizioni delle strade, gli urti dovuti a buche/marciapiedi, l’esposizione ad agenti atmosferici (sole, acqua, ecc.). Il secondo riguarda lo stato di conservazione direttamente correlato al corretto immagazzinamento. Nel dettaglio si intendono tutti quei fattori che possono influire sull’invecchiamento del prodotto: temperatura, umidità, fonti di calore, luce e raggi ultravioletti, contatto o vicinanza con altre sostanze quali ad esempio solventi, idrocarburi, olii e grassi, ecc.

La durata dipende quindi da una serie di elementi che non possono essere previsti al momento della produzione e quindi non è facile determinarla. E’ bene però, nel momento in cui si decidono di cambiare gli pneumatici, di scegliere quelli di buona qualità e di rivolgersi a professionisti del montaggio/smontaggio gomme così da avere prodotti e servizi di qualità che durano nel tempo a prescindere dalla loro data di fabbricazione. Sono invece sconsigliati acquisti di prodotti di dubbia provenienza e qualità, spesso venduti senza prova d’acquisto e quindi privi di garanzia legale, come pure montaggi effettuati da soggetti improvvisati o addirittura “fai da te” che possono dare luogo a seri problemi di sicurezza.

Quando vanno cambiati gli pneumatici
Gli pneumatici vanno cambiati non appena è stato raggiunto il limite legale di profondità o dopo un danneggiamento irreparabile. Il battistrada degli pneumatici presenta un disegno a rilievo che ha lo scopo principale di assicurare la massima tenuta su strade bagnate o scivolose. Oltre al tipo del disegno, i fattori che influiscono sull’aderenza al suolo sono le altre caratteristiche costruttive del pneumatico, la superficie stradale, le condizioni del tempo e in particolare, la velocità. I recenti tipi di pneumatico sono provvisti di indicatori di usura, per evidenziare che il pneumatico sta raggiungendo il suo limite di impiego.

Mentre per quanto riguarda un possibile danno, il controllo periodico permette di individuare le eventuali conseguenze di urti, deformazioni, strisciamenti che si possono manifestare a distanza di tempo dall’accaduto. Se il pneumatico presenta lesioni, tagli, rigonfiamenti sui fianchi o sul battistrada, o ha subito un urto violento, occorre un controllo immediato da parte di un esperto. Ciò vale anche per le condizioni delle ruote, quali eventuali deformazioni dei bordi dei cerchi, o dei dischi copriruota. Gli pneumatici sono naturalmente soggetti ad invecchiamento, anche se usati poco. Screpolature nella gomma del battistrada o dei fianchi, a volte accompagnate da deformazioni, manifestano l’invecchiamento. I pneumatici montati su caravan, rimorchietti, camper, tenuti fermi per lunghi periodi, tendono ad invecchiare più rapidamente di quelli utilizzati di frequente, ed andrebbero quindi alleggeriti dei carichi e protetti dalla luce diretta. Attenzione anche all’invecchiamento della ruota di scorta.

ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE