USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Telepass: al debutto il servizio flessibile “Pay Per Use”

I clienti Telepass possono richiedere direttamente online o tramite app il nuovo servizio "Pay Per Use", basato sull'effettivo utilizzo del proprio dispositivo di telepedaggio

Tra le diverse soluzioni introdotte negli anni da Telepass sicuramente quella di quest’anno farà felice tutti quei clienti che, per determinati motivi, utilizzano il loro dispositivo di telepedaggio solo in specifici periodi dell’anno. Il nuovo servizio che prevede questa comodità si chiama “Pay Per Use” e consiste nella possibilità di pagare il canone mensile di funzionamento a seconda dell’effettivo consumo quando si prende la via dell’autostrada.

Entrando nello specifico, se il proprio dispositivo Telepass non venisse utilizzato per una o più mensilità il canone verrebbe sospeso e riprenderà (sempre in formato mensile) alla prima riattivazione effettiva da parte dell’utente. I costi? Il servizio “Pay Per Use” può essere richiesto direttamente online sul sito ufficiale oppure attraverso l’app dedicata con un abbonamento di 2,5 Euro/mese al quale vanno aggiunti l’attivazione del servizio (+ 10 Euro) e la messa a disposizione dell’apparato (+ 5 Euro).

In ogni caso il dispositivo Telepass che verrà recapitato a casa una volta attivata l’offerta permetterà di pagare velocemente non solo il pedaggio autostradale, ma anche i parcheggi nelle principali città italiane, l’accesso a determinate ZTL (tra cui l’Area C di Milano) e l’attraversamento dello Stretto di Messina. A richiesta, infine, è possibile includere nel pacchetto anche l’assistenza stradale europea e il rimborso del 50% del costo del pedaggio in caso di rallentamenti causati da incidenti.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE