Viaggiare con gli animali: le regole in aereo, traghetto e treno

Se non tutte le compagnie aeree low cost permettono di portare con noi gli animali, le cose diventano più semplici in traghetto e in treno, ma ricordate sempre di portare museruola, guinzaglio e che la documentazione d'identità e sanitaria del nostro amico peloso

Ormai le vacanze estive sono alle porte e come ogni anno ci troviamo gestire la partenza per questa o quella destinazione con i nostri amici animali. Le strutture ricettive si stanno (lentamente) adeguando alle esigenze dei nostri compagni di vita a quattro zampe, ma talvolta viaggiare risulta ancora complicato, soprattutto se decidete di viaggiare in aereo, traghetto o treno. Noi vi diamo qualche consiglio utile per non farvi trovare impreparati.

Animali in aereo sì, ma non con tutte le compagnie

L’aereo è forse il mezzo più veloce per i nostri spostamenti internazionali, ma non tutte le compagnie sono disponibili a fare viaggiare con noi i nostri animali. È il caso di Easyjet e Ryanair che non permettono di viaggiare con animali domestici, fatta eccezione per cani guida o di assistenza. Le cose sono diverse per la compagnia di bandiera Alitalia, che permettono di portare animali di età superiore a 3 mesi che, fino ai 10 chili di peso gabbia compresa, possono viaggiare in cabina. Oltre viaggiano in stiva e per tutti vale la regola essere muniti di tatuaggio leggibile, microchip e passaporto. Fate attenzione nel verificare in tempo le varie regole nei paesi di arrivo o dove farete scalo.  Il costo del biglietto per il nostro animale varia a seconda del suo peso, dal tipo di trasporto e dagli aeroporti di partenza e arrivo.

Viaggiare con gli animali: in traghetto è tutto più facile

Il traghetto è tra i mezzi di trasporto preferiti dalle famiglie che decidono di portarsi in vacanza i propri animali perché ha regole semplici e snelle. Il primo punto di forza sta nel fatto che tutte le principali compagnie consentono il trasporto degli animali senza problemi e talvolta è addirittura possibile trovare cabine attrezzate a ospitarli nel modo più confortevole. Sono obbligatori museruola e guinzaglio, oltre che la documentazione relativa all’identità e alla salute del nostro amico peloso.

Viaggiare con gli animali: le regole per chi sceglie il treno

Sono molte le persone che decidono di viaggiare in treno. Rispetto a chi sceglie l’aereo le normative legate agli animali sono abbastanza diverse. Trenitalia permette di trasportare gratuitamente in prima e seconda classe animali domestici di piccola taglia e custoditi nell’apposito trasportino che deve stare entro queste misure: 70x30x50 cm. È possibile portare solo un trasportino a testa. I cani di grossa taglia possono viaggiare con i padroni indossando sempre la museruola, essendo tenuti al guinzaglio e pagando un biglietto che costa metà del prezzo del tagliando di seconda classe. Anche in treno è necessario avere i documenti di identità del cane e il libretto sanitario perché il personale di bordo potrebbe richiederlo. Per l’estate 2019 c’è una bella novità: ad agosto il biglietto per il cane è in vendita al presso fisso promozionale di 5 euro.

ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE