NUOVA
USATA

Austin, MotoGP 2016: Le dichiarazioni dopo la gara

Marc Marquez è ovviamente felice, Dani Pedrosa chiede perdono a Dovizioso ed al pari di Rossi si dice soddisfatto almeno del potenziale avuto. Iannone reagisce bene e Lorenzo capitalizza. Ecco le dichiarazioni dei piloti dopo il Gran Premio di Austin, Texas, della MotoGP 2016

Il Gran Premio di Austin 2016 per la MotoGP non ha entusiasmato per il poco spettacolo, ma alcuni risultati sono stati incisivi e determinanti per il mondiale. Ecco le dichiarazioni dei piloti.

Dani Pedrosa: “è stato davvero un weekend difficile. Le prove libere non erano andate particolarmente bene, ma sono arrivato alla gara con la speranza di fare bene. Ho guadagnato posizioni ed ero nel gruppo buono, potevamo addirittura lottare con Lorenzo per il secondo posto ed il passo in gara era davvero migliore rispetto a quello delle prove. Sfortunatamente ho fatto un piccolo errore, perdendo il controllo dell’anteriore in frenata mentre entravo nella curva. Ho perso il controllo della moto ed ho provato ad evitare la caduta, ma sono finito lungo ed ho portato Dovizioso con me nella caduta. È un peccato che la gara sia finita così, e mi sento davvero male per quello che è successo ad Andrea. Voglio davvero chiedergli scusa, sono sollevato che stia bene. La buona notizia è che abbiamo fatto un bel passo avanti dalle prove alla gara. Ora dobbiamo guardare attentamente i dati che abbiamo raccolto durante la gara, provando a fare meglio al GP di Jerez tra due settimane.”

Andrea Dovizioso: “è stato uno scontro davvero forte. Alla fine sono quasi fortunato, poteva andare peggio. Sono un po’acciaccato, ma nulla di grave. Conosco Dani da molti anni. (sono anche stati compagni di squadra, NDR.) Dani non è tipo da prendere molti rischi solitamente, e tutti guidano al limite quindi gli errori possono starci. Pedrosa non è un kamikaze, che prova a superarti ad ogni staccata. Quando qualcuno sbaglia creando problemi ad un altro pilota non va bene, ma è diverso dall’Argentina. Non ho visto quello che è successo ma è facile da capire, perché c’è un avvallamento che ti rende facile perdere l’anteriore. Io ho frenato tardi, troppo tardi, e sono arrivato un po’ lungo. Probabilmente Dani non era concentratissimo, quindi mi ha seguito ed ha frenato troppo tardi.”

Andrea Iannone: “ Per me oggi è stato molto importante salire sul podio, più di ogni cosa oggi avevamo bisogno di finire la gara con un buon risultato. Mi è dispiaciuto perdere una linea in griglia di partenza (per l’entrata scorretta a Rio Hondo, NDR) ed all’inizio ho preso due sportellate da Dani ed Aleix, così ho perso un po’di tempo. In gara però sono stato efficace ed ho avuto sempre un buon passo, molto simile a quello di Jorge, e se fossi partito meglio forse avrei potuto lottare per la seconda posizione. In ogni caso sono contento di come sia andata, e dedico il podio alla Ducati ed a tutta la squadra, perché gli ho fatti soffrire nelle prime due gare e spero che questo risultato gli ripaghi di tutti gli sforzi che stanno facendo per farmi andare forte.”

46-valentino-rossi-ita_gp_1348.gallery_full_top_fullscreenValentino Rossi: “è un vero peccato perché mi sentivo bene, ma all’inizio della gara ho bruciato la frizione. Ero terzo, ma poi la frizione ha cominciato a slittare molto quindi ho dovuto rallentare per provare a farla lavorare ancora bene. In quel momento ho perso un po’ di posizioni, ma non ero così lontano e mi sentivo bene. Avevamo lavorato nella giusta maniera durante il weekend. Ad un certo punto ho sentito che la frizione aveva smesso di slittare: quando sono entrato nella curva 2 non mi sembrava di andare più forte del normale, invece guardando il risultato è proprio così. Mi spiace perché abbiamo perso dei bei punti e potevamo fare una buona gara. Il lato positivo è che siamo molto veloci, quindi saremo pronti per Jerez.”

Jorge Lorenzo: “è stato molto importante finire il weekend sul podio e guadagnare 20 punti, dopo la caduta di stamattina nel Warm Up è stato difficile concentrarsi. L’inizio è stato difficile, perché la pista era scivolosa e con la gomma dura al posteriore ed il serbatoio pieno la moto non si fermava in frenata. Poi ho fatto alcuni errori che di solito al primo giro non faccio mai. Non riuscivo a tenere il passo di Marc, che ha fatto la differenza durante tutto il weekend e successivamente anche in gara. Ero abbastanza veloce per rimanere secondo però, e così ho fatto. Dalle molte cadute che ci sono state si capisce che oggi era difficile rimanere sulla moto, ma ci sono riuscito e questo è l’importante. Non vedo l’ora di arrivare in Europa, su piste favorevoli a me ed alla Yamaha.”

Marc Marquez: “Sono molto contento di come è andato tutto il weekend. lg4_0668.gallery_full_top_fullscreenQuesto è un circuito che mi piace molto, uno dei miei preferiti, ma c’erano alcune incognite perché proprio prima della gara abbiamo deciso di utilizzare la morbida all’anteriore. Alla fine la squadra ed i tecnici Michelin mi hanno consigliato bene, perché questa scelta mi ha dato la confidenza che nel Warm Up mi era mancata. Devo ringraziare tutti, perché quando ho chiesto mi hanno detto che le gomme sarebbero resistite per 12-15 giri e che poi mi sarei dovuto arrangiare. È andata così, ed un’altra vittoria ad Austin mi fa arrivare a quattro di fila. È dall’inizio dell’anno che abbiamo fatto il meglio a seconda della situazione, e questo è positivo.”

TAGS:

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60

mobile ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

mobile ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

mobile ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
ARTICOLI CORRELATI