F1 2012, GP di Malesia: Alonso magico, Perez secondo

Sul circuito di Kuala Lumpur una gara incredibile porta la Ferrari di Fernando Alonso sul gradino più alto del podio, seguito da Perez su Sauber-Ferrari e dalla McLaren-Mercedes di Hamilton

Dopo due giorni di prove caratterizzati dal cielo azzurro della Malesia il GP di Formula 1 parte sotto una pioggia battente. Lewis Hamilton scatta molto bene dalla pole position e resta davanti al compagno di squadra Jenson Button mentre Romain Grosjean si posiziona con la sua Lotus-Renault in terza posizione. Nelle prime curve Mark Webber passa il francese, quindi lo supera anche Michael Schumaher ma la Lotus di Grosjean va in testa coda in uscita di curva e tocca Schumacher, entrambi ripartono ma decisamente in ritardo. Dopo due giri quindi Fernando Alonso è quinto dietro le due McLaren e le due Red Bull mentre Felipe Massa è decimo. Al 4° giro il ferrarista rientra ai box per mettere le gomme full rain mentre Grosjean esce in testa coda e termina definitivamente la sua corsa nella ghiaia. Molti approfittano delle bandiere gialle per tornare ai box e cambiare a loro volta le gomme e utilizzare quelle da pioggia visto che le condizioni della pista peggiorano. 
All’inizio del settimo giro la classifica provvisoria vede in testa Lewis Hamilton seguito da Jenson Button, Sergio Perez, Mark Webber, Fernando Alonso, Sebastian Vettel, Jean-Eric Vergne e Felipe Massa ma la direzione di gara decide di far entrare in pista la safety car per le condizioni proibitive del tempo. Tutti in fila ad aspettare che il temporale plachi le sue furie, ma in questo caso verrebbero fortemente avantaggiati quanti non hanno le hanno sostituite e stanno girando con le intermedie. Due giri e la direzione di gara decide di esporre bandiera rossa, gara sospesa e nuova partenza con i piloti che partiranno sulla base della posizione occupata nel momento in cui è entrata la safety car in pista. In questa situazione i meccanici non possono fare interventi sulle vetture ma solo operare per mettere in sicurezza e verificare lo stato della vettura, mentre il regolamente prevede che la durata complessiva della corsa non può superare le due ore.
Dopo circa mezz’ora la pioggia diminuisce e si riparte, tutti in coda dietro la safety car con gomme da bagnato intenso (obbligatorie) e con il divieto di utilizzare il Drs (l’ala mobile posteriore).
Ricomincia la gara, Button entra subito ai box per montare le gomme intermedie, grande sorpasso di Alonso su Webber che poi combatte con il compagno di squadra Vettel. Il giro dopo entrano tutte le vetture ai box con Alonso che riesce a tornare in pista davanti ad Hamilton che ha dei problemi per il cambio delle gomme posteriori. Jenson Button urta Narain Karthikeyan su Hrt che lo precede e deve rientrare ai box per cambiare il musetto.
Finita la girandola dei cambi al sedicesimo giro Fernando Alonso con la sua Ferrari è primo e gira un secondo più veloce di tutti seguito dalla Sauber Ferrari di Sergio Perez
Prosegue la gara senza grossi stravolgimenti nelle posizioni di testa mentre Felipe Massa e Jenson Button si ritrovano a lottare per la sedicesima posizione!
La gara prosegue e la pista si asciuga: Sergio Perez con la Suber Ferrari inizia a inanellare un giro veloce dietro l’altro rosicchiando il vantaggio accumulato precedentemente da Alonso, che si trova comunque a più di 5 secondi di distacco. Il messicano della Sauber è l’unico a girare più veloce del ferrarista e la distanza diminuisce finché al 40° giro Perez raggiunge Alonso. Ormai la pista in traiettoria si asciuga e alcuni piloti optano per le gomme medie slick, decisione che prende anche Fernando Alonso lasciando la prima posizione a Perez. E’ la decisione giusta, infatti Sergio Perez cambia le gomme un giro dopo e si ritrova di nuovo a più di 5 secondi dallo spagnolo. 
Ma oggi la Sauber Ferrari sembra inarrestabile e ricomincia a guadgnare terreno. Nel frattempo un colpo di scena con Sebastian Vettel che a otto giri dalla fine buca la gomma posteriore destra per un contatto di Karthikeyan (ancora lui!) che era appena stato superato.
A sei giri dalla fine intanto inizia la lotta vera e propria tra Alonso e Perez per la prima posizione, ma un errore del messicano rimette qualche centinaio di metri tra i due piloti con il distacco che torna a 5 secondi di distanza.
Sfortuna per Pastor Maldonado che rompe il motore ed è costretto al ritiro, totalizzando zero punti come nella gara precedente in cui era uscito proprio nelle ultime curve. Sergio Perez continua a rimontare ma la gara finisce, Fernando Alonso sale sul gradino più alto del podio con una Ferrari che non crede ai propri occhi! Primo podio in Formula 1 per il giovane pilota messicano e terzo posto per Lewis Hamilton.
Nell’anno di maggiore difficoltà Fernando Alonso si trova così dopo due gare in testa nella classifica piloti F1 2012, che è ancora lungo, ma ha già iniziato a scombinare le carte in tavola. I tre top team, McLaren, Red Bull e Ferrari pagano invece in classifica costruttori F1 2012 la quota zero degli altri piloti: Vettel, Button e Massa infatti finiscono fuori dalla zona punti.
Prossimo appuntamento previsto dal calendario Formula 1 2012 ancora in oriente: il 15 aprile è la volta del GP di Cina.

Formula 1, GP di Malesia 2012, ordine di arrivo
1 Fernando Alonso Ferrari Winner
2 Sergio Perez Sauber-Ferrari +2.2 secs
3 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes +14.5 secs
4 Mark Webber Red Bull Racing-Renault +17.6 secs
5 Kimi Räikkönen Lotus-Renault +29.4 secs
6 Bruno Senna Williams-Renault +37.6 secs
7 Paul di Resta Force India-Mercedes +44.4 secs
8 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari +46.9 secs
9 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes +47.8 secs
10 Michael Schumacher Mercedes +49.9 secs
11 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault +75.5 secs
12 Daniel Ricciardo STR-Ferrari +76.8 secs
13 Nico Rosberg Mercedes +78.5 secs
14 Jenson Button McLaren-Mercedes +79.7 secs
15 Felipe Massa Ferrari +97.3 secs
16 Vitaly Petrov Caterham-Renault +1 Lap
17 Timo Glock Marussia-Cosworth +1 Lap
18 Heikki Kovalainen Caterham-Renault +1 Lap
19 Pastor Maldonado Williams-Renault +2 Laps
20 Charles Pic Marussia-Cosworth +2 Laps
21 Narain Karthikeyan HRT-Cosworth +2 Laps
22 Pedro de la Rosa HRT-Cosworth +2 Laps
Ret Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari +10 Laps
Ret Romain Grosjean Lotus-Renault +53 Laps

12 Foto

 

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/motorsport/f1-2012-gp-di-malesia-alonso-magico-perez-secondo_52493/