F1 in lutto, Maria De Villota trovata morta in una stanza d’albergo

Tragedia nel mondo della Formula 1, questa mattina Maria De Villota, scampata un anno fa ad un tremendo incidente con la Marussia, è stata trovata morta in un hotel di Siviglia dove presentava il suo libro dal titolo La Vita è un dono. Il saluto di Fernando Alonso

Tragedia nella Formula 1 2013
Cari amici…Maria ci ha lasciati. E’ dovuta andare in cielo come tutti gli angeli. Celebrate Dio per l’anno e mezzo in più di vita tra noi”. Con queste poche e dolci quanto sofferte parole la famiglia di Maria De Villota, 33 anni ed ex pilota della Marussia di Formula 1, conferma la più tragica delle notizie. Maria è stata trovata morta questa mattina in un camera d’albergo a Siviglia, dove avrebbe dovuto tenere una conferenza di presentazione del suo libro dal titolo “La vita è un dono”.

 

Il tremendo incidente con la Marussia nel 2012
Non sono ancora chiare le cause del decesso, ma la De Villota portava ancora evidenti i segni del terribile incidente di quel luglio 2012 a Duxford dove la pilota di F1 stava testando la Marussia, prima di andare a schiantarsi contro il portellone di un camion, inspiegabilmente parcheggiato a bordo pista in un punto in cui non doveva esserci nulla. Maria era riuscita a sopravvivere a quel terribile incidente, che aveva comportato però la perdita dell’occhio destro oltre ad altre mille complicazioni di cui solo lei poteva conoscere il peso e le conseguenze.

 

Il cordoglio di Alonso
La notizia arriva anche a Suzuka, dove sono terminate le prove libere della F1 2013 GP del Giappone. A parlare è Fernando Alonso: “E’ una notizia triste per tutto lo sport dei motori, era amica di tutti noi piloti. Non resta che pregare per lei e la sua famiglia, a cui sono vicino”

ARTICOLI CORRELATI