GP Qatar 2012 MotoGP: Lorenzo primo nella terza sessione di prove libere

Lorenzo risponde a Stoner: la sua Yamaha M1 davanti a quella del Team Monster Tech 3 di Crutchlow. Terzo Casey Stoner. Migliora Valentino Rossi: ottavo, ma la Ducati GP12 di Barbera gli è davanti

Seconda sessione di prove libere GP Qatar 2012 MotoGP: sorpresa, Lorenzo davanti
Evento nell’evento: Casey Stoner non ha concluso davanti le FP3, la seconda sessione di prove libere del venerdì, la terza del week end che porta alla prima gara del calendario 2012 di MotoGP ovvero il GP del Qatar.
Infatti Jorge Lorenzo dopo aver combattuto col campione del mondo nelle FP2 si è rifatto con qualche interesse nelle FP3 segnando il miglior crono: 1’55”302.
Dietro di lui un’altra Yamaha, quella cliente del Monster Tech 3 Team di Cal Crutchlow: l’inglese si dimostra in confidenza con il motore 1.000 cc e termina le FP3 con un gap di 154 millesimi.
Terzo posto per re Stoner che non è riuscito ad evitare la bandiera a scacchi nell’ultimo giro finendo a 0”.372 da Lorenzo.
Sempre li Andrea Dovizioso, quarto a 0,603s: il compagno di squadra di Crtuchlow scende di un gradino rispetto alla sessione precedente ma dimostra di rimanere attaccato ai più veloci.
Un piccolo miglioramento anche per Pedrosa, quinto con un ritardo dal connazionale di 812 millesimi.

Il trenino di Ducati GP12
Dal 6° all’8° posto troviamo un terzetto di Ducati Desmosedici GP12 solo che la prima è quella del Team Pramac di Hector Barberá. Lo spagnolo (+0,861s) si conferma veloce e si mette dietro Nicky Hayden (1”.100) e Valentino Rossi che lima ancora di qualche decimo il suo ritardo dalla leadership. Questa volta il distacco cala a 1”.233.
Nono tempo per il tedesco Stefan Bradl: il rookie campione del mondo Moto2 l’anno scorso finisce a 1”.449 davanti all’altra Honda del team Gresini di Alvaro Bautista. Per lo spagnolo al momento 1”.469 di ritardo e qualche problema con la sua moto in questo fine settimana.
Fuori dalla top ten Ben Spies: il compagno di box di Lorenzo è stato vittima di una caduta senza conseguenze per lui ma non è riuscito a migliorare il tempo. Siamo sicuri che Elbowz saprà rifersi nelle qualifiche di domani (vedi gli orari tv del GP Qatar 2012 di MotoGP per seguire le qualifiche e le gare in diretta su Italia1 e Italia2).

CRT e rider italiani
Cominciano a rodare le CRT, le nuove moto introdotte quest’anno per rinfoltire la griglia grazie al telaio prototipo ma al motore derivato dalla serie, che scendono sotto il crono dei 2” a giro.
Primo tra loro Randy de Puniet: il bel francese chiude la FP3 tredicesimo con un tempo di 1’58”261 (+2”.959) sulla sua ART con motore Aprilia, inseguito dall’americano Colin Edwards sulla Suter (+3”.008).
Gli italiani annaspano nelle retrovie delle retrovie: il migliore è ancora Michele Pirro con la Honda CRT del team Gresini, 15° tempo a 3”.498 di ritardo. Petrucci con la Ioda è 19° (+4”.215) mentre Mattia Pasini sulla ART è 20°, penultimo, a 4”.924 di ritardo.
Domani le qualifiche vedrà lo scontro definitivo per la pole con Stoner e Lorenzo a darsi battaglia all’ultimo millesimo, ma attenzione al ritono di Spies e a Crtuchlow e Dovizioso. Pedrosa appare in difficoltà ma ci ha abituato a stupire mentre le Ducati appaiono lontane.
Poi la gara è una storia a se e può succedere di tutto.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI