MotoGP 2012: pagelle dopo i test di Jerez

Honda HRC e Casey Stoner sono irraggiungibili ma la Yamaha e Jorge Lorenzo stanno lavorando bene. Attenzione a Ben Spies e Cal Crutchlow che con il motore 1000 cc possono fare il salto di qualità. La Ducati e Valentino Rossi sembrano in crescita. Malissimo le CRT

La classe regina ha concluso gli ultimi test ufficiali pre mondiale a Jerez. Adesso si bada al sodo ed il calendario gare definitivo MotoGP 2012 dice che si inizia l’8 aprile a Losail con il GP del Qatar.
Quindi, fino a quel week end pasquale, tecnici ed ingegneri dei team saranno occupati a valutare con attenzione i dati ottenuti in Spagna.
Che confermano il binomio Honda-Stoner, vedono la crescita delle Yamaha (anche quelle clienti) e un piccolo sviluppo della Ducati e di Valentino Rossi che torna a Tavullia più fiducioso.

Pagelle dei test MotoGP di Jerez

Casey Stoner – voto 10 e lode: sempre davanti nei test pre stagione. Che dirgli di più? Vai piano che hai una bimba? Per lui sembra non valere questa dicotomia tra ragione e sentimento. Più che altro bisogna capire per chi è il sentimento…

Honda HRC – voto 10: sembra invincibile. Vanno bene anche le moto satellite del San Carlo Gresini Team e di Lucio Cecchinello dell’esordiente Stefan Bradl. Stoner diceva di voler subito correre e saltare i test perché la sua RC213V va già bene. Ma i giapponesi sono meticolosi.

Jorge Lorenzo – voto 9: Jorge c’è! A 173 millesimi da Stoner per la precisione e non demorde. La simulazione di gara ha dimostrato tutta la competitività della sua Yamaha YZR-M1.

Yamaha – voto 9: Ben Spies sulla M1 2012 si trova a sua agio, lo stesso Cructhlow ed è facile immaginare che la cilindrata alzata a 1000 cm3 aiuti i due ex Superbike. Alla M1 manca solo lo sponsor.

Ducati – voto 7,5: dai che forse ci siamo! Non avrà ancora trovato la quadratura del cerchio ed il distacco rimane di 0,953 secondi, ma potrebbe essere la strada è giusta.

Valentino Rossi – voto 7: sembra non fidarsi ancora della sua Ducati Desmosedici GP12. Certo Stoner, Pedrosa e Lorenzo sono più veloci ma è in questi casi che il talento del pilota deve sopperire ai deficit della moto.

Stefan Bradl – voto 6/7: alcun timore per il rookie 2012. Il campione del mondo Moto2 2011 sa di avere una buona moto, di avere un (buon) team a sua disposizione e di essere intraprendente.

Randy de Puniet – voto 6,5
: il pilota più invidiato di tutti (sapete chi è la sua fidanzata, no!?) è anche la CRT più veloce del gruppo in sella alla Aprilia ART. Basta sfruttare quello che si ha poi il resto lo fa il polso.

Andrea Dovizioso – voto 6: forse sente l’età (ha compiuto gli anni venerdì 23 marzo) ma non era nemmeno tanto in forma e si becca 1”,080 da Stoner mentre nei test di Sepang aveva fatto molto meglio. Deve dare di più perché lui è il terzo pilota nella classifica 2011 e ha una buona moto da sfruttare.

Alvaro Bautista – voto 5,5: ha una eredità pesante. Da lui però indipendentemente da questo ci si aspetta di più. Ha fatto i miracoli a fine stagione 2011 sulla Suzuki. Ha iniziato bene i test 2012 ma a Jerez pare si sia un po’ spento.

CRT – voto 3: male. Malissimo! Ci si chiede ancora il motivo. Sono meno dello stato embrionale. Va più veloce la Moto2 di Alex Pasini anche di oltre un secondo. C’è da lavorare. Molto.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI