MotoGP test Sepang: piove, Honda ai box, Spies davanti a tutti

Secondo giorno di test a Sepang. Domina la pioggia che costringe team e piloti a twittare dai box. Quattro Yamaha nei primi quattro posti seguite da tre Ducati. Non scesi in pista Stoner e Pedrosa

Ben Spies fa il miglior tempo a Sepang con la pioggia
Piloti di nuovo in pista per questo secondo giorno di test ufficiali MotoGP in corso all’International Circuit di Sepang. A dominare la tabella dei tempi della prima parte del mercoledì ci pensa la coppia Yamaha Factory Racing, Ben Spies e Jorge Lorenzo, seguita dall’italiano Andrea Dovizioso.
Un cielo grigio e temperature leggermente più basse rispetto a ieri, 36 gradi sull’asfalto, accolgono in pista il gruppo di piloti della classe regina, impegnati con i rispettivi programmi di lavoro previsti per questo secondo test ufficiale della fase che anticipa l’inizio della campagna 2012.
È Ben Spies (Yamaha Factory Racing) il nome che spunta sulla linea più alta della classifica mattutina del mercoledì: l’americano, in azione con una YZR-M1 dotata di una specifica del motore diversa da quella del compagno Lorenzo, al penultimo dei 20 giri percorsi blocca il cronometro sull’2:01.285.
Solo 8 millesimi più lento Jorge Lorenzo, oggi impegnato a testare alcune modifiche del telaio ed alcune regolamentazioni nell’elettronica e nel motore montato con l’obiettivo di migliorare la fase di uscita dalla curva. Il maiorchino firma un 2:01.293 dopo appena 4 delle 14 tornate completate.
Altra coppia Yamaha a seguire, con le M1 di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow: l’italiano di Tech 3, finalmente libero dai problemi all’elettronica che lo avevano infastidito per tutto il martedì, abbassa di più di due secondi quanto precedentemente fatto registrare, mettendo a referto un 2:01.522, a 237 millesimi dalla testa. Alle sue spalle si piazza il compagno di squadra Cal Crutchlow, che riesce a levare circa un secondo e mezzo al suo miglior crono di ieri attestandosi sul temporaneo 2:01.695 (+0.410s). L’inglese si è dimostrato soddisfatto della nuova specifica del motore con la quale sta lavorando, nonostante questa richieda un leggero cambiamento nel suo stile di guida.

Tre Ducati dietro alle quattro Yamaha
Quinta linea della tabella dei tempi per Nicky Hayden (Ducati Team) che continua ad accumulare chilometri in sella alla sua Desmosedici GP12 migliorando giorno dopo giorno la propria condizione fisica. L’americano porta a termine 18 tornate dell’International Circuit di Sepang facendo segnare un tempo sul giro di 2:01.748 (+0.463s).
L’arrivo della pioggia a circa metà della sessione mattutina è la motivazione della caduta che vede come protagonista Hector Barberá (Pramac Racing): lo spagnolo finisce a terra all’altezza della curva numero 13, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Per lui 26 giri e un momentaneo 2:01.989, a 704 millesimi dalla testa.
Progressi anche per Valentino Rossi (Ducati Team) che leva poco più di un secondo al risultato del martedì, passando così dal 2:03.245 al 2:02.130 (+0.845s) che gli vale la 7ª posizione nella classifica mattutina. Subito dietro l’italiano troviamo il connazionale Franco Battaini, collaudatore ufficiale del team di Porgo Panigale, autore di un 2:03.566 conquistato in sella alla Desmosedici del ceco Karel Abraham, ritirato ieri per il dolore conseguenza della caduta di qualche giorno fa ad Jerez.

Le Honda RC213V di Stoner e Pedrosa ai box
Casey Stoner e Dani Pedrosa rimangono ai box in questa seconda giornata dopo il problema con la moto dello spagnolo ieri. Domani di nuovo in pista.
In seguito al problema della RC213V di Pedrosa verificatosi ieri, HRC ha spedito in Giappone il motore, per poter effettuare una accurata analisi.
I tecnici hanno appurato quanto successo e risolto il problema, ma la conferma è arrivata in Malesia nel pomeriggio, quando la pioggia si era abbattuta sul circuito di Sepang, impedendo ai piloti del Repsol Honda Team di scendere in pista.

CRT ancora alle prese con lo sviluppo
È poi la volta della CRT dell’americano Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), che risolti i problemi riscotrati nele tornate iniziali con l’elettronica del freno motore, migliora il proprio risultato personale mettendo a referto un 2:05.816. Completano la classifica i due piloti del team Avintia Racing, Ivan Silva e Yonny Hernandez.

Classifica secondo giorno di test MotoGP a Sepang
1 Ben Spies Yamaha Factory Racing 2:01.285 – – 35 giri
2 Jorge Lorenzo Yamaha Factory Racing 2:01.293 +0.008 26 giri
3 Andrea Dovizioso Monster Yamaha Tech 3 2:01.522 +0.237 18 giri
4 Cal Crutchlow Monster Yamaha Tech 3 2:01.695 +0.410 22 giri
5 Nicky Hayden Ducati Team 2:01.748 +0.463 39 giri
6 Hector Barbera Pramac Racing Team 2:01.989 +0.704 26 giri
7 Valentino Rossi Ducati Team 2:02.130 +0.845 18 giri
8 Franco Battaini Cardion AB Motoracing 2:03.566 +2.281 20 giri
9 Colin Edwards NGM Mobile Forward Racing 2:05.816 +4.531 14 giri
10 Ivan Silva Avintia Racing 2:07.532 +1.71 39 giri
11 Yonny Hern?ndez Avintia Racing 2:08.213 +0.681 26 giri

Tag:
ARTICOLI CORRELATI