USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Valentino Rossi alla Yamaha: quale pilota in Ducati al suo posto?

Arrivata l'ufficialità, Ducati deve cercare un pilota da affiancare a Nicky Hayden che faccia dimenticare due anni deludenti. Un italiano come Andrea Dovizioso o Andrea Iannone o un inglese come CalCrutchlow?

Valentino Rossi lascia la Ducati e torna in Yamaha
Valentino Rossi lascia la Ducati. Valentino Rossi torna alla Yamaha per il biennio 2013 – 2014.
Ormai è ufficiale con le due case che hanno confermato il viaggio di ritorno con del nove volte campione dal mondo dal box di Iwata da dove è arrivato nel 2010 con tante speranze.
Adesso, a Borgo Panigale devono iniziare a guardare al futuro perché, con Nicky Hayden confermato per un altro anno in sella alla Desmodedici per il mondiale MotoGP 2013, bisogna trovagli un compagno di box.

Il sostituto di Valentino Rossi in Ducati per il mondiale MotoGP 2013
Quindi, Ducati (e Audi, che nel pacchetto d’acquisto del costruttore di moto di Borgo Panigale pensava di includere anche Rossi) deve trovare un altro pilota da affiancare a Kentucky Kid, che al momento in classifica piloti MotoGP 2012 si trova davanti a Rossi.
Di nomi se ne sono fatti tanti, italiani e stranieri. Ducati si è quasi sempre affidata a piloti anglofoni: si pensi a Casey Stoner, Carl Fogarty e Troy Bayliss, tanto per citare gli ultimi centauri entrati nel cuore dei ducatisti, oppure Ben Bostrom o James Toseland. Con gli italiani c’è stato feeling e spettacolo, basta pensare a Loris Capirossi o Pierfrancesco Chili. Ma meno successi dei colleghi di lingua inglese.

Sfida Dovizioso – Crutchlow
La cosa più naturale è pensare ad Andrea Dovizioso, il pilota di Forlì che molti additavano come naturle sostituto di Ben Spies e compagno di Jorge Lorenzo nel team factory Yamaha. I suoi risultati, dopo un avvio poco felice, sono migliorati gara dopo gara ed il Dovi è riuscito a conquistare quattro podi.
Ha sempre ritenuto il team cliente Yamaha Monster Tech 3 come una fase di passaggio dove poter dimostrare il suo valore per risalire su una moto ufficiale dopo l’anno passato a fare il terzo pilota sulla Honda RC-211V con Stoner e Pedrosa.
La sfida per la sella della Ducati Desmosedici è con il suo attuale compagno di team, Cal Crutchlow. Molti lo vedono bene sulla Desmosedici per stile di guida grintoso, uno che bada al sodo, aggressivo, istintivo fino all’autolesionismo talvolta.
Secondo indiscrezioni, Dovizioso sarebbe balzato così in vantaggio da aver già firmato un biennale con la rossa di Borgo Panigale. Ma in quest’ambito se ne dicono tante.

Iannone, Petrucci e Redding: i giovani centauri Ducati
Oppure Ducati potrebbe aprire un ciclo nuovo, al di la del fantomatico Junior Team che si ventila (non è un nome alternativo a “team cliente”, perché cambia il tipo di gestione).
Si parla di piloti giovani ora impegnati in Moto2 o in MotoGP sulle CRT: Andrea Iannone, Scott Redding o Danilo Petrucci.
Tutti e tre hanno provato la Ducati Desmosedici GP12, Redding sorprendendosi della potenza.
Iannone, un po’ guascone e un po’ tamarro, potrebbe avere la personalità, e la qualità soprattutto, giusta per affrontare l’esuberanza delle Ducati.
Uno di loro potrebbe essere buttato allo sbaraglio sulla moto ufficiale. Che già è difficile da pilotare, in più ci sono tante altre cose da imparare (vedi l’elettronica per esempio). Forse per loro un anno di apprendistato nel Junior Team sarebbe più consigliabile.

Ipotesi tedesca: e Bradl?
Oppure, una opzione fin’ora ancora inesplorata. Con Audi nuovo proprietario, si potrebbe puntare a un pilota tedesco. Al momento, uno molto promettente è Stefan Bradl, centauro del team di Lucio Cecchinello LCR Honda. Cecchinello è uno che ci vede molto bene in fatto di giovani: uno bravo che ha corso con lui infatti era un australiano che si faceva chiamare Casey Stoner.
Bradl sta facendo molto bene, indomito intraprendente e senza alcuna paura di misurarsi con i più esperti. È legato alla Honda ma, forse, Audi potrebbe far valere la leva tedesca.
Di ipotesi se ne possono comunque fare tante. Poi bisogna anche vedere cosa dice lo sponsor.

TAGS:

Sponsor

Nuova Audi Q2
Nuova Audi Q2
OFFERTA Per chi non cerca un modello da seguire.
Audi
A1 SB
PRODUZIONE dal 01/2019
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 22.200€
Audi
A1 citycarver
PRODUZIONE dal 09/2019
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 24.300€

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Una Golf pensa a tutto. Anche alle prime tre rate.
Golf 1.6 TDI con PVV da 129 €/mese TAN 5,99% TAEG 7,69% con rimborso delle prime tre rate
Articoli più letti
RUOTE IN RETE