WRC Monte Carlo 2019 – presentazione: le dichiarazioni del team Citroën

Il Rally di Monte Carlo è una delle prove più dure.

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing: «Al contrario di Sébastien e Julien, Esapekka e Janne non conoscevano nessuno nel team ma sono riusciti ad integrarsi perfettamente. Abbiamo utilizzato la pausa invernale per prepararci al meglio per il 2019, imparando gli uni dagli altri e facendo sì che i piloti familiarizzassero il più possibile con la vettura. Perché a Monte Carlo sentirsi sicuri è fondamentale. Sébastien e Julien, con 5 vittorie all’attivo in questo rally, di cui l’ultima lo scorso anno, saranno ovviamente gli uomini su cui puntare. Esapekka e Janne, che hanno meno esperienza su questo fondo atipico, adotteranno un approccio più conservativo».

Olivier Maroselli, Direttore tecnico di Citroën Racing: «La C3 WRC ha subito modifiche considerevoli dal Rally di Monte Carlo del 2018, in termini di ammortizzatori e struttura delle sospensioni, e abbiamo imparato a gestire molto bene il set up. Abbiamo lavorato per ottenere un’auto più facile da guidare e che potesse adattarsi ai diversi livelli di aderenza tipici di questo appuntamento. Abbiamo provato praticamente tutte le condizioni durante i test: asfalto asciutto, neve e ghiaccio di buona qualità, neve sciolta e fanghiglia. Questo ci ha permesso di analizzare un’ampia gamma d’impostazioni, come gli pneumatici cross-fitted, che comportano una grande attenzione al set up per garantire che il comportamento della vettura possa essere quello previsto. Abbiamo anche lavorato su regolazioni modificabili dagli equipaggi tra una PS e l’altra, quindi penso che siamo davvero pronti ad affrontare questo rally».

Sébastien Ogier, Pilota del Citroën Total WRT: «Ho affrontato una grande varietà di condizioni durante i miei tre giorni e mezzo di test, ed è un’ottima cosa perché ci ha permesso di lavorare per raggiungere il miglior compromesso possibile. Sono molto ottimista ma è sempre difficile valutare bene il proprio livello di competitività per la prima gara in una nuova vettura. Ho intenzione di fare quello che ho sempre fatto e fidarmi delle mie sensazioni. Soprattutto a Monte Carlo, che è un rally dove si vince guidando in modo intelligente piuttosto che al limite, perché le insidie possono essere ovunque. In ogni caso, è una prova che mi è sempre riuscita bene e spero che la mia esperienza mi possa aiutare ancora».
Numero di partecipazioni alla prova: 9
Numero di vittorie: 6 (2009 in IRC, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018)

Esapekka Lappi, Pilota del Citroën Total WRT: «Sono soddisfatto dei test perché siamo riusciti a provare tutto. Con la squadra abbiamo trovato un assetto adatto a me e mi sento a mio agio al volante. Detto questo, il Rally di Monte Carlo è una grande sfida che va affrontata con umiltà, soprattutto perché è un rally sempre diverso dall’anno precedente, con condizioni che cambiano continuamente. Spero aver accumulato abbastanza esperienza in passato per potermi battere con i migliori. Chiudere nella top five sarebbe un buon inizio di stagione».
Numero di partecipazioni alla prova: 3 Migliori risultato: 7° (2018)

ARTICOLI CORRELATI