WRC Monte Carlo 2019 – Shakedown: buon piazzamento per le due Citroën C3 WRC

Nelle due prime prove di apertura debutto promettente per Citroën

Il Rally di Monte-Carlo che inizia in notturna non è proprio una passeggiata, soprattutto con due prove inedite e ghiacciate in alcuni punti. In queste condizioni, Sébastien Ogier-Julien Ingrassia ed Esapekka Lappi-Janne Ferm, i due equipaggi del Citroën Total World Rally Team, hanno scelto la sicurezza montando quattro pneumatici Michelin chiodati e due slick super soft.
Con cinque vittorie all’attivo, Sébastien Ogier sa che questa prova va affrontata con sangue freddo. Con il terzo tempo nella crono di apertura, e il secondo nella successiva, il favorito locale si è piazzato subito nel plotone di testa, arrivando a Gap in seconda posizione, a soli 9’’1 dal leader.
Esapekka Lappi invece, meno esperto di queste strade, ha aumentato gradualmente il ritmo. Settimo nella PS1, preoccupato di salvaguardare i pneumatici, ha alzato il tono nella PS2, siglando il quinto tempo. Ha poi concluso questa prima breve tappa in quarta posizione, a 45” 2.
La seconda giornata vede gli equipaggi impegnati in un difficile percorso di 125.12 chilometri (su sei prove), con le nuovissime speciali Valdrome – Sigottier (20.04km) e Curbans – Piegut (18.47km). La neve è caduta mercoledi mattina nella regione di Gap rendendo insidiose queste speciali che potrebbero riservare delle sorprese…

HANNO DETTO …
Pierre Budar, Direttore Citroën Racing: “Naturalmente è un debutto positivo per noi. Ambedue gli equipaggi hanno adottato un approccio intelligente. Non è mai facile partire di notte, con pneumatici misti, chiodati e slick, che rendono la guida particolarmente difficile. Comunque sono riusciti a superare gli ostacoli e cerchiamo di conservare anche oggi questo andamento positivo.”
Sébastien Ogier: “Sono naturalmente felice dei risultati delle mie due prime prove sulla C3 WRC, in particolare in queste condizioni. Forse sono stato eccessivamente prudente nella prima speciale, ma è difficile alzare il ritmo quando guidi un’auto nuova in competizione. Ho cercato di giocare bene le mie carte con i pneumatici chiodati su asciutto nella seconda prova. Credo di aver fatto una partenza intelligente.”
Esapekka Lappi: “L’errore era dietro l’angolo in queste due prove di apertura, specialmente la PS1, e questo pensiero probabilmente ha condizionato il mio comportamento prudente. Abbiamo privilegiato la sicurezza, anche nelle regolazioni. Nella PS 2 la fiducia è aumentata, e mi sento ancora in gioco nonostante gli scarti notevoli tra gli equipaggi. La strada è ancora lunga e possono succedere ancora molte cose!”

ARTICOLI CORRELATI