WRC Monte Carlo: punti preziosi per il team Citroën

Dopo un avvio di gara difficile, il team Citroën ha dimostrato spirito di squadra e capacità di raggiungere risultati.

Il punto di forza di tutti i grandi team è la capacità di rimanere compatti e fare risultati, anche quando la strada è difficile.
Dopo un avvio di gara problematico, i diciassette punti conquistati da Kris Meeke nel campionato piloti, i diciotto punti del team nel campionato costruttori e la vittoria nella Power Stage hanno permesso a Citroën Total Abu Dhabi WRT di evidenziare la sua forza di carattere in questo week end monegasco.

I problemi per Kris Meeke e Paul Nagle erano iniziati già giovedì sera, nella temibile speciale di Thoard-Sisteron (36,69 km) corsa alla luce dei fari, con la neve lungo i tre chilometri in cima al Col de Fontbelle che aveva già provocato danni. Con poco meno di 2’ persi in questa crono di apertura, il loro rally sembrava prendere già un’altra piega.

Purtroppo la mattina del giorno seguente la sfortuna colpiva Craig Breen e Scott Martin, con una pietra incastrata in uno dei cerchi della C3 WRC che danneggiava la pinza dei freni. Questo faceva perdere loro progressivamente efficienza di frenata nelle tre speciali della tranche, nonostante gli sforzi per riparare il danno, e li faceva scendere dalla settima alla decima posizione, con tre minuti persi. La sorte si è rivelata ancora più severa per il ruolo di apripista che si sono ritrovati a sostenere nella neve del sabato mattina, creando un binario per i concorrenti successivi. Difficile rimanere compatti in tali condizioni.

Questa edizione del Montecarlo si è rivelata una delle più complicate degli ultimi anni, con svariate condizioni di aderenza distribuite sulle strade percorse nei quattro giorni di gara. Ma Citroën Total Abu Dhabi WRT è rimasto concentrato sugli obiettivi e non si è mai fatta ingannare dalla scelta degli pneumatici. Anche le regolazioni della C3 WRC di Kris Meeke, salito in quinta posizione, si sono affinate progressivamente, permettendogli di guadagnare fiducia, mentre Craig Breen ha colto ogni minima opportunità per dimostrare il suo talento. Ad esempio, con il terzo tempo a soli 2”2 dallo scratch nell’ultimissima PS del sabato, e un altro al secondo passaggio nel mitico Col de Turini. E la sorte ha ripagato il team con Kris Meeke, vittorioso nell’ultimo scratch, salito al quarto posto dopo aver resistito ai ripetuti assalti dei diretti rivali.

Guarda il video: https://youtu.be/mteXjG9F50Q

ARTICOLI CORRELATI