Auto prende fuoco alla colonnina di ricarica elettrica

Alla stazione di ricarica Supercharger di Affi, nei pressi di Trento, una BMW Serie 5 ha preso fuoco. Chi pensava fosse un'auto elettrica (e magari era pronto a sparare a zero sui veicoli elettrici) sarà rimasto probabilmente deluso.

Capita che prenda fuoco una vettura… chi ci segue da un po’ si ricorda, anni fa, dei numerosi casi di Ferrari che andavano a fuoco in maniera inizialmente piuttosto misteriosa. Un problema durato mesi, che ha generato non poche discussioni. Questa volta l’incendio è divampato nei pressi della stazione Supercharger Tesla di Affi, tra Verona e Trento, dove le colonnine per la ricarica di auto elettriche sono numerose.

A prendere fuoco, al contrario di quanto pensato inizialmente da alcuni, non è stata una Tesla ma una BMW Serie 5. Tanto spavento per il possessore dell’auto ma fortunatamente nessun danno alle persone, nemmeno ai tanti automobilisti che transitavano di lì in quegli istanti. Se ad andare a fuoco fosse stata una Tesla… apriti cielo, i media si sarebbero probabilmente scatenati. Non che un’auto elettrica non possa prendere fuoco, parliamoci chiaro, ma l’ipotesi è decisamente più remota rispetto alla possibilità che a prendere fuoco sia un’auto con motore termico, benzina o Diesel che sia.

Questo incidente, per fortuna di poco conto se non per la berlina tedesca che è andata completamente distrutta nel rogo, ci ricorda che la manutenzione è importantissima, anche se spesso questo tipo di incidente è piuttosto imprevedibile. Sulle auto passiamo molto tempo, meglio dunque farlo su un’auto che sia sicura, controllata, tagliandata e assolutamente a norma in ogni aspetto, dall’assicurazione alla pressione degli pneumatici, dalla presenza del giubbetto d’emergenza alle pastiglie dei freni, ogni elemento ha la sua importanza.

ARTICOLI CORRELATI