USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW i4: la Gran Coupé tedesca diventa elettrica

La Serie 4 Gran Coupé della Casa dell'Elica rinuncia ai motori endotermici e sposa il mondo dell'elettrificazione: per il lancio in autunno sarà disponibile la eDrive40 e la più sportiva M50

Come accaduto per la iX3, versione elettrica della X3, ora anche la Serie 4 Gran Coupé cede alla tentazione di spogliarsi dei motori a combustione per abbracciare il mondo delle batterie. Dopo le prime foto ufficiali svelate a marzo e le ultime voci di corridoio sulla versione M Performance, ieri il marchio BMW ha tolto definitivamente i veli alla sua nuova opera d’arte automobilistica, la i4 che, di fatto, diventerà l’alternativa a zero emissioni per tutti coloro che stanno cercando una berlina sportiva con forme da coupé equipaggiata con le ultime tecnologie in fatto di powertrain e accumulatori agli ioni di litio.

Con questi presupposti la nuova BMW i4 vuole diventare la concorrente diretta della Tesla Model 3, attaccando un segmento di mercato nel quale imporsi non solo con le sue forme da berlina di gran pregio… ma anche con una dotazione di bordo indirizzata sia verso le performance che verso la massima efficienza durante la guida. Partendo dall’estetica, la i4 ha ereditato il look della Serie 4 da cui deriva, differenziandosi tuttavia per alcune modifiche all’aerodinamica al fine di raggiungere il valore di resistenza all’avanzamento (Cx) di 0,24.

BMW i4 2021

Rispetto alla Gran Coupé endotermica la i4 presenta la griglia anteriore a “doppio rene” chiusa e ora sede della maggior parte dei sensori per la guida assistita, il sistema Active Air Flap Control impostabile su dieci tarature differenti, passaruota specifici per il passaggio ottimale dei flussi d’aria e un diffusore posteriore realizzato con materiali eco-sostenibili, a cui vanno aggiunti anche i cerchi in lega aerodinamici in grado di aumentare di 10 km l’autonomia massima percorribile con una singola ricarica.

La scheda tecnica, ovviamente, non si limita a queste caratteristiche ma prosegue anche con i particolari delle rifiniture esterne nella colorazione “iBlue”, tipica dei modelli elettrici marchiati BMW. La i4, nello specifico, sarà offerta in due versioni distinte: la eDrive40 e la più sportiva M50, caratterizzata per il paraurti anteriore più aggressivo con prese d’aria maggiorate, dettagli in grigio Cerium e nero lucido e lo spoilerino posizionato sul lunotto in coda sopra il portellone del bagagliaio.

BMW i4 2021

Per quanto riguarda le proporzioni, invece, la i4 ricalca sostanzialmente il design della Serie 4 Gran Coupé con una lunghezza complessiva di 4,78 metri, un passo di 2,85 metri e una capacità di carico variabile da 470 fino a 1.290 Litri nel caso in cui si decida di abbattere la fila di sedili posteriori. Tra i due modelli realizzati in Baviera la M50 è sicuramente quella con una ripartizione dei pesi più incisiva (48,1% all’avantreno e 51,9% al retrotreno) ma anche quella capace di regalare un feeling dietro al volante più diretto e senza filtri.

Merito dell’assetto elettronico Adaptive M con sospensioni migliorate rispetto a quelle di serie ad aria della eDrive40, a cui si aggiungono il pacchetto aerodinamico, il sistema frenante M Sport con dischi fino a 373mm, cerchi da 18 fino a 20” su pneumatici da 245/55 e 255/45 fino a 255/35 e 285/30 e tutti gli eventuali accessori presenti nel listino delle parti speciali “M”.

BMW i4 2021

Passando nell’abitacolo, invece, le novità della BMW i4 si notano subito grazie alla presenza del bellissimo schermo curvo centrale che raccoglie in un unico strumento il Digital Cockpit (da 12,3”) e l’infotainment di derivazione iX (da 14,9”) con sistema operativo BMW Intelligent Personal Assistant. Questo prodigio della tecnologia permette anche di gestire attraverso i comandi vocali l’impianto di climatizzazione a tre zone con funzioni di ventilazione e riscaldamento dei sedili, così come gli aggiornamenti del software interno (con il protocollo OTA), i servizi online messi a disposizione dalla Casa bavarese e la sincronizzazione della vettura con l’app My BMW tramite la connettività 5G.

La tecnologia portata in dote dalla i4, ovviamente, non finisce qui ma prosegue con un pacchetto di ADAS che comprende il Front-Collision e il Lane Departure Warning, lo Speed Limit Info, il Park Distance Control e la telecamera di assistenza per le manovre in retromarcia, a cui si aggiunge l’utilissimo Tyre Pressure Monitor che permette il confronto delle condizioni degli pneumatici con i parametri previsti dal costruttore. Tra gli optional, invece, è possibile inserire in lista i gruppi ottici LaserLight, i rivestimenti in pelle per la selleria, l’impianto audio Harman Kardon, il tettuccio apribile e, tra gli aiuti alla guida, la versione più evoluta del Park Assistant con Surround e Remote 3D View per un controllo degli esterni a 360°.

BMW i4 2021

Vediamo ora il “piatto forte” della nuova BMW i4: la powertrain scelta dalla Casa dell’Elica è in realtà differente a seconda della versione presa in considerazione, per cui sulla eDrive40 troviamo un unico motore ESM (Excited Synchronous Motor) a trazione posteriore da 340 cavalli e 430 Nm di coppia massima, per una velocità massima auto-limitata di 190 km/h e uno scatto sullo 0-100 in 5,7 secondi. Discorso differente per la M50, che invece può contare su un’architettura a doppia unità elettrificata all’anteriore e al posteriore che quindi garantisce la trazione integrale su tutte e quattro le ruote: in questo caso l’output prestazionale sale a 544 CV e 795 Nm di coppia ottenibili attraverso la funzione “Sport Boost”, per una top speed di 225 km/h e uno 0-100 ridotto a soli 3,9 secondi.

Le batterie, invece, sono posizionate sotto il pianale al fine di assicurare un baricentro basso e una migliore stabilità di guida con una capacità di 83,9 kWh, sufficiente per spingere l’autonomia complessiva secondo il ciclo di utilizzo WLTP rispettivamente a 590 km (eDrive40) e 510 km (M50). La ricarica? Con il sistema di bordo a 11 kW bisogna attendere otto ore prima di fare il “pieno”, mentre attraverso le colonnine pubbliche fino a 200 kW si passa dal 10 all’80% in appena mezz’ora. La ciliegina sulla torta, però, è la possibilità di recuperare energia direttamente durante la marcia grazie all’intervento dell’elettronica, che effettua i calcoli corretti in base al percorso e alle condizioni del traffico: con questo sistema la eDrive40 recupera fino a 116 kW, mentre la più potente M50 arriva a 195 kW.

Prezzo e disponibilità di questa nuova berlina tedesca? La BMW i4 arriverà nei concessionari europei durante l’autunno (presumibilmente per il mese di novembre), con un listino che in Germania parte da 58.300 Euro per la versione eDrive40 e da 69.900 Euro per la sportiva M50. Per quello italiano, al momento, non conosciamo i dettagli del caso, ma come al solito appena sapremo qualcosa di certo vi aggiorneremo: stay tuned!

BMW i4 2021

TAGS:
TUTTO SU BMW i4
Articoli più letti
RUOTE IN RETE