Dacia Logan MCV Test Drive

Abbiamo provato su strada la Dacia Logan MCV, una station wagon/MPV lunga quasi 4 metri e mezzo, completamente rinnovata rispetto alla precedente generazione. I punti forti sono il bagagliaio, i consumi ed il prezzo di 8.900 euro per la versione entry level

Infomotori.com ha provato per voi la station wagon low cost Dacia Logan MCV, lunga poco meno di 4,5 metri e completamente rinnovata rispetto alla precedente generazione. Tra le novità più importanti che contraddistinguono la nuova Dacia Logan MCV citiamo innanzitutto il pianale della Dacia Sandero allungato per l’occasione, i motori Renault tra i quali spicca il 1.5 litri diesel da 90 CV ed una linea ora più moderna ed accattivante. In aggiunta a tutto ciò, il prezzo estremamente aggressivo, dato che la versione entry level (con motore 1.2 litri benzina da 75 CV ed allestimento Ambiance) della Dacia Logan MCV parte da 8.900 euro. Non si può non menzionare lo spazio e l’abitabilità, con la Logan proposta solamente in versione 5 posti e dotata di un bagagliaio di 573 litri, il più capiente della categoria.

La cosa sorprendente è che anche scegliendo la versione top di gamma di Dacia Logan MCV il prezzo non sale oltre i 12.050 euro (stiamo parlando della versione con motore diesel 1.5 dCi da 90 CV e allestimento Laureate che include fendinebbia, Dacia Plug&Radio, computer di bordo, volante e sedile conducente regolabili in altezza, dettagli cromati e retrovisori esterni elettrici sbrinanti. Da gennaio 2014 la gamma viene poi ampliata con la Dacia Logan GPL con motore 1.2 da 75 CV e con il nuovissimo propulsore tre cilindri benzina turbocompresso da 90 CV e 900 cc. Moltissimi poi gli optional, per chi volesse spendere qualcosina in più rendendo però la vita a bordo decisamente più piacevole, grazie a sensori di parcheggio posteriori, cruise control, sellerie in pelle e molti altri accessori.

Il nostro long test drive si è svolto principalmente nel Nord Est d’Italia, sfruttando la Dacia Logan MCV per molti chilometri con puntate in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, senza trascurare il Trentino ed il Veneto che ospita Infomotori.com. Una volta saliti a bordo della Logan MCV (la versione da noi testata è la diesel da 90 cavalli) notiamo immeditamente come il cruscotto sia semplice ma non banale ed i pulsanti ed i comandi sono disposti in maniera comoda e sicuramente intuitiva. I materiali plastici sono essenziali e sono assemblati con perizia ed al tatto risultano tutto sommato piacevoli. Ma quello che probabilmente più conta per chi sceglie un’auto come la Dacia Logan MCV è la praticità, garantita da una moltitudine di vani portaoggetti e di spazi pratici pensati per riporre chiavi, cellulari ed ogni sorta di oggetto. Girata la chiave e percorsi i primi chilometri apprezziamo le doti di silenziosità del motore, a meno che non si decida di viaggare ad alti regimi, dove qualche rumore effettivamente lo si percepisce.

Il propulsore è brillante ma se le prestazioni non sono l’aspetto che vi interessa maggiormente, allora potete usufruire del tasto “Eco” che abbassa i consumi e le emissioni circa del 10%, ma in cambio richiede ovviamente un po’ di coppia e di potenza. Nei tratti extraurbani questo non è un problema e la Dacia Logan MCV si comporta egregiamente con consumi davvero contenuti, al limite del sorprendente. Estremamente utile, preciso e di facile utilizzo il sistema Media Nav, che ci ha permesso di raggiungere zone che non conoscevamo in maniera agevole, con dati sempre freschi e mappe aggiornatissime.

Su strada, Dacia Logan MCV si fa apprezzare come una valida stradista con costi di gestione impressionanti, assicurando al contempo un comfort di guida interessante ed esaltato dalla infinita abitabilità e dalla ottimima visibilità e luminosità chesono apprezzate dagli stessi passeggeri. Come ormai tutti sanno (o quasi!), la meccanica Dacia deriva (o meglio è) da Renault a partire dal propulsore e dalla trasmissione che infatti meritano la lode, non solo perchè Renault ha vinto anche quest’anno col suo propulsore il Mondiale di F1 ma anche perchè in tema di motoristica i francesi sono davvero dei best in class per qualità ed affidabilità.

Tutto è ovviamente ottimizzato per offrire un prodotto a prezzo competitivo, ma guidare la Dacia Logan MCV non da assolutamente l’impressione di guidare un’auto fatta al risparmio… Magari certe sue ben più blasonate e costose rivali avessero un simile cambio, sterzo e motore con un mix prestazioni/consumi davvero degno di nota. Il posto di guida è funzionale e fare 500 chilometri non è certo una tortura, ma un piacere, specie se si deve trasportare un carico voluminoso che entra senza problemi nel generoso bagagliaio che si può ulteriormente ampliare abbattendo i seduiili posteriori. La stessa rumorosità si tiene su valori più che accettabili e la si guida bene sia in città (occhio alle stradine perchè la MCV è davvero lunga…) che sulle provinciali che in autostrada.

Giudizio finale decisamente positivo e non si tratta certo di fortuna se Dacia sta spopolando in tutta Europa ed Italia è una delle marche che sta conquistando con più rapidità quote di mercato con una gamma sempre più ampia e competiva.

ARTICOLI CORRELATI