Lancia Voyager: prova su strada del nuovo monovolume Lancia

Dalla sinergia tra Fiat e Chrysler nasce il nuovo Voyager, MPV di grandi dimensioni che unisce le caratteristiche pratiche Chrysler con quelle tecniche ed estetiche di Fiat e Lancia. Disponibile da fine ottobre a partire da 39.900 Euro

Sinergia Lancia Chrysler
Chissà quante volte ci siamo chiesti, guardando un’auto straniera: “Chissà perché Fiat non fa questo tipo di vetture?” oppure “Chissà come sarebbe quest’auto fatta da Fiat?”? Domande semplici quanto spontanee che anche i nostri lettori su Facebook fanno spesso.
Detto fatto dalla parti de Lingotto. In modo più estremo però perché Fiat per fare un certo tipo di vetture, passo passo, si è comprata la casa costruttrice, Chrysler.
Così sono nati i nuovi modelli Lancia: Thema (su base Chrysler 300), Flavia (su base Chrysler 200) e Voyager.
Non è una semplice operazione di rebranding, cioè sostituire il badge nella calandra, nel portellone posteriore e nel volante, ma una strategia sinergica tra le due case costruttrici per produrre auto mettendo insieme il meglio di ognuno.
Chrysler metta la sua praticità e la sua robustezza (non che al Gruppo Fiat questa mancasse) e Lancia il suo stile e la sua eleganza. In mezzo, le conoscenze tecniche di Fiat, soprattutto in fatto di motori.
Così nasce il Lancia Voyager, che sfrutta l’esperienza di 27 anni di vita, durante i quali ha venduto oltre 13 milioni di unità in 120 Paesi del mondo.
Le previsioni di Lancia Voyager, il cui prezzo di partenza è stato fissato in 39.900 Euro, è di vendere 11.000 unità nel 2012, 4.000 delle quali in Italia.
 
Dettaglio di Lancia Voyager
L’impatto dal punto di vista estetico è quello di trovarsi di fronte al Grand Voyager americano. Ma  il Lancia Voyager presenta un inedito frontale dove spiccano la griglia con il logo Lancia, l’avvolgente fascia anteriore e posteriore, il gruppo ottico con luci LED, i grandi fari con fendinebbia integrati nel paraurti anteriore ed il portellone è stato ridisegnato con un look moderno e funzionale. Tipico Voyager invece è il disegno dei passaruota.
Le dimensioni di Lancia Voyager sono importanti: 5,21 metri di lunghezza, 1,99 m di larghezza ed 1,75 m di altezza con un passo di circa 3,1 metri. Tutto a vantaggio dell’abitabilità interna e del raffinato abitacolo che si contraddistingue per qualità dei materiali e cura dei dettagli, da sempre una peculiarità del marchio Lancia.
Disponibile in allestimento Gold che propone sedili rivestiti in pelle Nappa e quelli della prima e della seconda fila riscaldabili, come il volante.
Ci è molto piaciuto la modularità degli interni. Infatti dalla praticità Chrysler il Lancia Voyager eredita il sistema Stow ‘n Go che permette di ricavare tutto lo spazio necessario per i passeggeri ed i loro bagagli, senza necessità di rimuovere i sedili. I sedili possono essere ripiegati a scomparsa nel pianale per trasformare, con la massima facilità, i cinque comodi posti a sedere della seconda e terza fila in un’ampia superficie di carico adatta a qualsiasi esigenza di viaggio o lavoro.
Nella console ci sono due prese di corrente da 12 volt a portata di mano del conducente, ideale per telefoni cellulari e dispositivi audio digitali.

Tecnologia a bordo di Lancia Voyager
Per quanto riguarda i sistemi di infotainmente, non ci sono compromessi perché chi sceglie Lancia Voyager vuole il massimo del piacere di guida, anche per i passeggeri.
Così ha a disposizione il sofisticato sistema multimediale di intrattenimento Uconnect Tunes con Radio/CD/DVD/MP3/WMA, porta USB, ingresso AUX, hard-disk da 30GB, schermo touchscreen, dispositivo UConnect con microfono incorporato nel retrovisore interno a comando vocale e predisposizione Bluetooth. Inoltre, è inclusa la retrocamere del sistema ParkViewTM per la visione degli ostacoli durante le manovre di parcheggio (diremo quasi obbligatoria viste le dimensioni). A richiesta invece è disponibile anche Uconnect GPS che aggiunge la navigazione satellitare con mappe dall’alto in 2D e 3D ed indicazioni progressive sul percorso.
L’impianto audio è completato da nove altoparlanti con subwoofer ed amplificatore da 506 Watt ed il sistema di intrattenimento posteriore con lettore DVD a doppio schermo LCD da 9” per i passeggeri della seconda e terza fila.
A pensare al prezzo di partenza, fissato a 39.900 Euro e guardando la dotazione di Lancia Voyager, l’analisi del rapporto prezzo/dotazioni non può non essere positivo.
Lancia ha fatto quel passo in avanti molto atteso, nella direzione all-inclusive che di solito viene fornito dalle auto della gamma Chrysler a prezzi ragionevoli. Pensando ad alcune tedesche infatti, è difficile portarsi a casa qualcosa di questo livello con meno di 40.000 Euro.

Motori di Lancia Voyager
Per Lancia Voyager è disponibile il motore diesel 2,8 litri da 163 CV ed una coppia di 360 Nm con consumi di 7,9l/100 km nel misto con emissioni di CO2 a 207 g/km.
Per quanto riguarda l’alimentazione benzina invece, c’è il 3.604 cc V6 da 287 CV e consumi dichiarati di 10,8l/100 km nel misto. Questo motore è abbinato ad un cambio automatico a sei velocità con convertitore di coppia: si tratta di una trasmissione che offre una spaziatura degli innesti più ravvicinata, limitando le variazioni di regime del motore tra i diversi rapporti e garantendo un innesto più morbido ed adeguato ad ogni situazione di marcia.

Lancia Voyager su strada
Come per il test drive della nuova Lancia Thema, siamo partiti da Piazza S. Carlo, nel cuore di Torino, percorrendo il centro del capologuo Piemontese.
A bordo si avverte l’elevata qualità della vita, con i comandi tutti a portata di mano, chiari e visibili anche ai passeggeri.
Dagli interni semplici e pratici di Chrysler, il Voyager di Lancia si arricchisce con finiture pregiate e laccate che ne sottolineano l’eleganza. Ma non è solo una questione di immagine perché al volante si sta davvero comodi e la visibilità esterna inecceppibile.
Certo le dimensioni sono importanti, talvolta anche penalizzanti perché 5 metri e 20 cm spaventano e fanno pensare a consumi elevati e manovre scomode. Ma il motore diesel promette sobrietà nei consumi mentre il V6 benzina 3 litri da 287 CV è in linea con il segmento. Per quanto riguarda i parcheggi invece l’aiuto della retrocamera non è da poco e sopperisce alle dimensioni, facilitando le manovre.
Il tragitto che abbiamo percorso a bordo dello spaziosissimo Voyager di Lancia ci ha fatto uscire dal centro città (dove non si è avvertita la stazza nelle curve e nelle ripartenze causati dai diversi stop&go del traffico cittadino) e prendere la tangenziale e l’autostrada.
Nelle ampie curve della tangenziale il Voyager si dimostra stabile con un ottimo assetto ed il rollio è adeguato ad un MPV com’è il Voyager.
In autostrada invece si è notata l’insonorizzazione dell’abitacolo che non viene invaso dai rumori del motore e dell’ambiente esterno, dimostrandosi un salotto su quattro ruote dove i passeggeri della seconda e terza fila si godono il viaggio ed il sistema di intrattenimento con lettore DVD a doppio schermo LCD da 9”. Chi ha dei bambini può capire, non è un dettaglio da tralasciare

Disponibile il listino Nuova Lancia Voyager Lineaccessori

ARTICOLI CORRELATI
info ADV
TUTTO SU Lancia Voyager
RUOTE IN RETE