Mitsubishi Outlander – Long Test Drive

La nuova Outlander da noi testata è equipaggiata con il 2.2 litri DI-D, capace di sviluppare 156 CV di potenza a 4000 giri al minuto e 380 Nm di coppia massima. Le prestazioni dichiarano una punta velocistica di 200 Km/h e un’accelerazione del classico 0-100 Km/h di 9,9 secondi. Prestazioni più che soddisfacenti vista la […]

La nuova Outlander da noi testata è equipaggiata con il 2.2 litri DI-D, capace di sviluppare 156 CV di potenza a 4000 giri al minuto e 380 Nm di coppia massima. Le prestazioni dichiarano una punta velocistica di 200 Km/h e un’accelerazione del classico 0-100 Km/h di 9,9 secondi. Prestazioni più che soddisfacenti vista la mole e le velleità fuoristradistiche del SUV Mitsubishi. Buone notizie anche sul fronte consumi, dove la casa dichiara 7,3 litri ogni 100 chilometri, ovvero circa 14 km/litro. La sua trazione integrale è provvista di differenziale centrale che ripartisce la coppia tra i due assali a seconda delle richieste di trazione. Ne deriva un comportamento neutro ed efficace sia su asfalto sia sui tratti fuoristrada. La nuova Outlander si fa condurre con estrema facilità e leggerezza anche nel caotico traffico urbano, grazie a una fluidità di marcia e una maneggevolezza che ci ha piacevolmente colpiti. Gli ingombri non sono poi così proibitivi e fanno si che la SUV giapponese sia posteggiabile senza troppi patemi. In questa fase vengono di sicuro in aiuto i sensori di parcheggio posteriori che ben assistono alla manovra. Outlander si fa condurre con piacere anche lasciandosi un po’ andare con l’acceleratore. Il rollio e decisamente contenuto per la categoria e rolla meno di qualche paciosa berlinona. Il motore diesel di 2.2 litri si presenta decisamente meno rumoroso rispetto al fratellino duemila, specialmente quando raggiunge l’ottimale temperatura di esercizio, concedendo forse qualcosina in quanto a grinta solo nella zona bassa del contagiri.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE