Volkswagen Vision Zero innovazioni per la sicurezza attiva

Volkswagen si pone come obiettivo quello di ridurre il più possibile gli incidenti stradali grazie all'integrazione di diversi dispositivi di sicurezza attiva e passiva e di supporto elettronico alla guida come Park Assist, Front Assist, parcheggio attraverso smartphone ed Emergency Assist

Volkswagen Vision Zero
Vision Zero come zero incidenti, questa la visione e la missione di Volkswagen per il futuro attraverso lo sviluppo e l’integrazione di nuovi e più efficaci dispositivi di sicurezza attiva e passiva, e soprattutto ampio utilizzo della tecnologia internet per la comunicazione tra vetture e tra auto e ambiente circostante, in modo da aiutare sempre di più il conducente alla guida fino a sostituirlo completamente in diverse manovre.

 

Sicurezza attiva e sistemi di supporto elettronico
Con lo sviluppo di innovativi sistemi di supporto alla guida, la Volkswagen dimostra un costante impegno nel cercare di tradurre in realtà soluzioni per il parcheggio e la marcia assistiti. Per raggiungere questo obiettivo ha posto al centro della propria attività di ricerca e sviluppo il miglioramento del sistema di rilevamento e monitoraggio della zona circostante la vettura e della situazione del traffico, nonché il supporto al guidatore in situazioni di traffico particolarmente complesse, l’aumento della sicurezza per i passeggeri e per gli altri utenti della strada e la possibilità di evitare incidenti e lesioni gravi. L’obiettivo della casa tedesca è di rendere disponibili tutte queste innovazioni tecnologiche su tutta la propria gamma di vetture, e non solo sulle ammiraglie o sulle auto di lusso. Per questo anche una best seller come la compatta Volkswagen Golf è dotata oggi di numerosi sistemi di assistenza alla guida come il controllo automatico della distanza ACC, il controllo perimetrale Front Assist e Lane Assist per il mantenimento della corsia, oltre al sistema di Frenata anti collisione multipla.

 

Nuovo Park Assist anche via smartphone
Attualmente gli ingegneri della casa tedesca sono al lavoro su nuovi sistemi o sul miglioramento e sviluppo di quelli già esistenti come il Park Assist 3.0, terza generazione del sistema di parcheggio assistito che supporta il conducente anche nell’entrata in parcheggi a pettine con marcia inserita. Ancora più innovativo il parcheggio assistito con radiocomando che permette di parcheggiare la vettura dall’esterno, per esempio in spazi angusti dove non si potrebbe poi uscire dalla portiera, anche tramite un’App via smartphone. 

 

Area View per il controllo laterale
Nuovo è invece il Trailer Assist che permette, in caso di retromarcia con un rimorchio, di mantenere l’insieme di carrello e vettura sulla stessa traiettoria tramite sterzate automatiche. La seconda generazione del sistema di controllo perimetrale basato su telecamera Area View vanta una serie di funzioni aggiuntive: maggiore risoluzione, riconoscimento degli ostacoli e rappresentazione ottimizzata della zona circostante con visuale 3D dall’alto, oltre alla visualizzazione del traffico trasversale che permette di rilevare i veicoli che sopraggiungono anche quando la visibilità laterale è ridotta, per esempio uscendo da passi carrabili stretti.

 

Gli sviluppi del Lane Assist
In caso di emergenza il sistema di assistenza Emergency Assist permette di riconoscere il mancato intervento sul volante in seguito ad uno specifico avvertimento, e dunque di assumere il controllo della vettura mantenendola in carreggiata e frenando progressivamente la corsa in tutta sicurezza. Maggiore sicurezza anche per i pedoni tramite i sensori perimetrali integrati, telecamera e radar, e il sistema di assistenza Funzione di frenata di emergenza City con riconoscimento pedoni, allerta il guidatore in modo visivo e con un leggero intervento del freno in caso di attraversamento pedoni. In assenza di reazioni, effettua una frenata di emergenza in modo completamente automatico. Ulteriori sensori sul posteriore della vettura permettono al Blind Spot Sensor e al Sistema di assistenza per l’uscita dal parcheggio di avvertire il guidatore, sia in marcia sia in caso di uscita da un parcheggio in retromarcia, della presenza di oggetti nell’angolo cieco. Il Sistema di assistenza per l’uscita dal parcheggio riconosce, inoltre, nel caso specifico, una collisione imminente e di conseguenza frena automaticamente la vettura fino all’arresto. 

 

Comunicazione wireless tra auto e ambiente
Infine il sistema di comunicazione Car2X utilizza invece una rete wireless pubblica specifica per auto per scambiare automaticamente le informazioni con numerosi altri veicoli presenti nel raggio di 500 m e con le infrastrutture dei trasporti (impianti semaforici, passaggi a livello). In questo modo è possibile segnalare a chi si trova al volante eventuali pericoli prima che questi vengano a trovarsi nel relativo campo visivo. 

ARTICOLI CORRELATI