USATA
NUOVA
INFOMOTORI CONTEST

Batteria dell’auto: la manutenzione corretta per farla durare a lungo

Lo sapevate che in estate la batteria dell'auto si usura più facilmente? Ecco alcuni consigli su come preservarla e quali controlli effettuare per evitare di rimanere con il proprio veicolo in panne

L’importanza della batteria dell’auto

Una statistica ha dimostrato che la principale causa dei guasti per un auto è dovuta al cattivo funzionamento della batteria. Quella che spesso viene trascurata, perché non ritenuta una parte indispensabile della vettura, è invece un po’ il cuore della nostra automobile e va curata, controllata e cambiata quando c’è necessità.

Cosa bisogna fare, quindi, per poter monitorare l’effettiva efficienza della nostra batteria?

La prima cosa da fare è osservare se ci sono anomalie. A volte una batteria scarica indica un alternatore difettoso. Se avete appena installato una nuova batteria che si è scaricata nel giro di un paio di settimane, potrebbe essere proprio quella la causa. In tutti gli altri casi spesso le cause dei guasti sono da imputarsi a scarsa dimestichezza, dimenticanze o negligenze.

Batteria dell’auto scarica: le cause principali

Fortunatamente le batterie scariche sono facili da ripristinare. Tutto quello di cui si ha bisogno è un altro automobilista disposto a dedicarvi quindici minuti del suo tempo, nel caso la vostra auto sia rimasta ferma in strada.

Basterebbe anche l’ausilio del vostro meccanico di fiducia che in pochissimo tempo riuscirebbe a farvi ripartire. Ma qual è la causa principale dello scaricamento della batteria dell’auto?

Di sicuro (e a chi non è mai capitato?) è lasciare le luci della propria vettura accese. Spesso, una dimenticanza di poche ore non arreca danni irreparabili alla nostra batteria, soprattutto se non è vecchissima, ma parcheggiare la propria auto per qualche giorno con le luci accese comporta che di sicuro al nostro ritorno non riusciremo a metterla in moto.

Sostituire la batteria dell’ auto

Negli anni la tecnologia delle batterie non è cambiata di molto. La maggior parte di esse utilizzano ancora piombo e acido solforico, mentre gli ultimi modelli un po’ più costosi utilizzano piombo-calcio e piombo-antimonio, ma l’idea di base è la stessa.

Sono sempre di più le persone che usano il metodo fai da te per sostituire la batteria quando è completamente scarica, anche perché ormai è possibile acquistare una buona batteria ovunque, compresi i grossi centri commerciali.

L’acquisto di una nuova batteria deve essere effettuato sempre tenendo conto delle reali necessità di cui ha bisogno la nostra auto, rispettando i valori di capacità della batteria da rimpiazzare (sono ammesse batterie con amperaggio o spunto superiori, ma occhio alle dimensioni che possono non essere compatibili con il vano batteria) preferendo un prodotto di buona qualità e diffidando dei marchi sconosciuti.

Ideale, ma non sempre fattibile, è sottoporre la batteria a una carica lenta preventiva prima del montaggio. Nei casi in cui l’auto venga dotata di accessori che necessitano di maggiore energia bisogna considerare l’eventualità di misurare, con l’aiuto di un tecnico specializzato di un’officina, il loro assorbimento e quindi la compatibilità della batteria utilizzata con le aumentate necessità da soddisfare.

Motivi per cui la batteria dell’auto può scaricarsi

Salvo i casi in cui l’auto sia dotata di sofisticati impianti audio amplificati che comportano l’ausilio di batterie secondarie, la sola batteria in dotazione all’auto è una sufficiente riserva di energia capace di approvvigionare tutti i sistemi elettrici ed elettronici in uso durante la guida, dai fari, alla radio, al dispositivo di sbrinamento lunotto.

Finché l’auto è con il motore avviato per un tempo sufficiente a bilanciare la scarica e la carica della batteria non si verificano problemi; diversamente se si ascolta la radio con l’auto in sosta a motore spento (in attesa magari che si liberi il passaggio a livello), con la ventilazione accesa per evitare che il parabrezza si appanni, si fa presto ad esaurire la carica di una batteria non più in efficienza. Prestare attenzione quindi all’uso indiscriminato di dispositivi a motore spento e tenete sempre sotto controllo la batteria. Le batterie, quindi, richiedono solo un minimo di manutenzione per rimanere in perfetto stato per molto tempo.

Suggerimenti per mantenere la batteria in perfetto stato

Gli accorgimenti da tenere non sono tantissimi e comunque sono facili da fare. In primis, mantenere la batteria carica al 100% ricaricandola ogni 2/3 settimane se non utilizzata la propria vettura con frequenza. Controllare mensilmente il livello dell’elettrolito quando possibile (batterie non sigillate), e controllare il livello di densità dell’elettrolito per accertarsi che tutto sia regolare. Pulire il coperchio e il contenitore se sporchi e quando si svolge questa operazione, controllare i morsetti e ingrassarli nel caso sia necessario. Se è presente, poi, controllare gli eventuali scarichi della cassa della batteria. Nel caso, durante le verifiche consigliate in precedenza, ci si accorge che la batteria è apparentemente danneggiata, prima di sostituirla è possibile tentare di recuperarla con un procedimento specifico anche se il buon esito non è sempre garantito. Quando la batteria sembra non volersi ricaricare, allora potrebbe trattarsi di un inizio di solfatazione. In tal caso bisogna provare a ricaricarla a corrente bassissima per 20-40 ore. La corrente dovrà essere di circa 1/50 di quella di targa della batteria. Questo procedimento, infatti, potrebbe riuscire a ristabilire la circolazione della corrente tra le piastre e risolvere il problema. Nel caso in cui la batteria sembri dare meno tensione del dovuto, anche dopo una lunga carica, potrebbe essere utile rabbocare l’elettrolito con acido puro invece che con acqua distillata. La cosa importante è non esagerare con la quantità e controllare con il densimetro il risultato.

info ADV

VOLKSWAGEN GOLF 8
VOLKSWAGEN GOLF 8
OFFERTA L'OTTAVA GENERAZIONE DI UN'ICONA
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

mobile ADV

BMW SERIE 3 TOURINGNuova BMW Serie 3 Touring
BMW SERIE 3 TOURINGNuova BMW Serie 3 Touring
OFFERTA Da 300€ al mese, con BMW WHY-BUY, TAN 4,95% e TAEG 6,68%.

mobile ADV

Nuova BMW Serie 3 Berlina
Nuova BMW Serie 3 Berlina
OFFERTA Da €295 al mese, con BMW WHY-BUY, TAN 4,95% e TAEG 6,92%.

mobile ADV

BMW X2 M Sport X
BMW X2 M Sport X
OFFERTA Fino al 31 marzo tua con vantaggio cliente di 5.150€.
INFOMOTORI CONTEST
INFOMOTORI CONTEST
RUOTE IN RETE