USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Pneumatici auto: perchè controllarne la pressione è importante?

Se non gonfiato alla giusta pressione d'esercizio, anche il pneumatico più performante sarà condizionato da scarse prestazioni che altereranno la dinamica dell'automobile

Più del 52% degli automobilisti italiani non gonfia (e quindi non controlla) le gomme della propria auto. Un dato particolarmente rilevante e preoccupante, se si pensa che una gomma che lavora a una pressione d’esercizio sbagliata può condizionare in maniera importante la dinamica e il comportamento generale del veicolo sul quale è installata, con il risultato di determinare un forte pericolo per gli utenti della strada. La tenuta verrà gradualmente meno, lo spazio di frenata si allungherà e quindi l’automobile in questione non sarà nelle sue massime condizioni di sicurezza.

Ecco, è proprio questo aspetto che risponde alla domanda posta nel titolo di questo articolo: controllare e gonfiare accuratamente la pressione delle proprie gomme ai valori raccomandati dal costruttore garantisce il massimo livello di sicurezza con il quale si può circolare su strada in tutta tranquillità. Solitamente il problema che si riscontra con più frequenza è un sottogonfiaggio rispetto a un gonfiaggio eccessivo degli pneumatici: questo perchè la perdita di pressione nel tempo di una gomma è un fattore del tutto naturale, vista la permeabilità del materiale con il quale è costruita.

PNEUMATICO SGONFIO: QUALI SONO I RISCHI?

Ma quali sono i pericoli di uno pneumatico sottogonfiato? Una gomma in questo stato innanzitutto si può surriscaldare eccessivamente e può determinare un degrado repentino del materiale che, se protratto nel tempo, può comportare anche un cedimento strutturale e allo scoppio della ruota. Questo può accadere a seconda di diversi fattori, come la velocità dell’automobile, la quantità di carico a bordo e le condizioni climatiche esterne.

Se il sottogonfiaggio è davvero elevato, il pneumatico non sarà più in grado di reggere il carico a cui è sottoposto, per cui la sua struttura si indebolisce a tal punto che può arrivare al cedimento. Le gomme sgonfie, inoltre, sono più soggette a lesioni, tagli e rigonfiamenti, determinati da urti accidentali contro buche e marciapiedi. L’usura complessiva, di conseguenza, sarà più rapida e irregolare su tutta la superficie che poggia a terra, il che richiederà una sostituzione più vicina nel tempo; non ultimi, il consumo di carburante e il livello di emissioni di CO2 saranno più elevati, a tutto svantaggio del proprio portafoglio.

Pneumatico controllo pressione

PNEUMATICI: MEGLIO GONFIARLI ALLA GIUSTA PRESSIONE

Il consiglio più prezioso in fatto di pneumatici, quindi, è quello di gonfiarli alla pressione corretta riportata dal costruttore, solitamente stampata sul libretto di uso e manutenzione del veicolo oltre che riportata, in maniera più sintetica e dalla più facile comprensione, anche sul montante della portiera della vettura lato-guida o all’interno del cofano motore. Sono valori che devono essere rispettati scrupolosamente, dal momento che sono stati scelti per ottimizzare le prestazioni delle gomme e dell’auto stessa.

Una pressione differente, pertanto, può comportare l’alterazione delle caratteristiche costruttive e prestazionali del veicolo, il che rappresenta sicuramente un pericolo per la sicurezza stradale. Al giorno d’oggi è possibile scongiurare tutto questo grazie a un rapido controllo presso le decine di migliaia di rivenditori specializzati sparsi in tutta Italia, i quali daranno tutte le informazioni del caso per avere le gomme alla giusta pressione.

Pressione gomme pneumatici

Articoli più letti
RUOTE IN RETE