Alfa Romeo Mito, sarà così la seconda generazione?

Non compare nei progetti futuri di Alfa Romeo, ma ecco come il designer Teophilus Chin immagina la seconda generazione della Mito

Alfa Romeo Mito atto secondo…si farà o no? Attualmente i piani di FCA propendono per il no ma non si sa mai. Ecco intanto come il designer Teophilus Chin si immagina la seconda generazione della compatta italiana. Il rendering è stato realizzato su base Mazda 2, ma la cosa non è del tutto senza senso visto che FCA e Mazda stanno già lavorando insieme per la cabrio Fiat realizzata a partire dalla Mazda MX-5.

La Mito dovrebbe essere sottoposta nel 2016 al suo secondo restyling in modo da rimanere in commercio per altri due o tre anni. Nel 2018 probabilmente una sua sostituzione dipenderà da come avrà reagito il mercato ai nuovi modelli di Alfa Romeo che usciranno dal 2016 in poi. Marchionne afferma che nel 2018 Alfa Romeo venderà 400.000 auto nel mondo contro le neppure 70 mila del 2014. Nel caso questo obiettivo fosse raggiunto e magari superato si verrebbe a creare un tesoretto che potrebbe far nascere la nuova Mito, altrimenti difficilmente la rivedremo.

Investire nelle auto compatte premium si è rivelato negli ultimi anni una scelta redditizia (vedi Audi A1 e Mini), ma il tutto deve essere supportato da un cosiddetto “zoccolo duro” di modelli. Un’Audi con A3 ed A4 in crisi mai e poi mai avrebbe introdotto la A1, stessa cosa faranno in FCA. Insomma se volete dare un futuro alla Mito prima comprate tante Giulia ed Alfa romeo suv!!

ARTICOLI CORRELATI