USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW X3 2022: il restyling viaggia a tecnologia ibrida

La terza generazione del SUV tedesco va incontro a una profonda "rinfrescata" sia dal punto di vista estetico che a livello di meccanica: sarà infatti disponibile solo con motori di tipo mild-hybrid a 48V

A poco più di un mese di distanza da quell’immagine “spia” trapelata sui social, il marchio BMW ha deciso di non far aspettare oltre i suoi appassionati e ha svelato oggi il restyling “di metà carriera” della Nuova X3. Uno dei SUV di maggior successo della Casa dell’Elica è andato incontro a una serie di miglioramenti che riguardano sia l’estetica che la meccanica, per una gamma motori ora completamente elettrificata grazie all’introduzione della tecnologia mild-hybrid a 48V sia sui propulsori a benzina che a gasolio.

La ciliegina sulla torta? La sportivissima versione M Competition, provvista di un sei cilindri capace di raggiungere i 510 cavalli e i 650 Nm di coppia massima. Il debutto europeo di questo prodigio della tecnica a quattro ruote è previsto in concomitanza dell’IAA di Monaco (dal 7 al 12 settembre), giusto un mese dopo l’inizio della produzione presso lo stabilimento di Spartanburg negli Stati Uniti con disponibilità nei concessionari immediatamente successiva. Ma andiamo con ordine…

BMW X3 M Competition 2021

BMW X3 2022: COME CAMBIA, FUORI…

Iniziamo a raccontarvi la nuova BMW X3 2022 partendo proprio dal suo look: il restyling della terza generazione si distingue innanzitutto per un nuovo paraurti con prese d’aria a forma triangolare e protezione sotto-scocca, al quale si aggiungono un’inedita calandra a “doppio rene” più grande e gruppi ottici riprofilati e più sottili – di serie a tecnologia Full LED ma migliorabili a richiesta con la tecnologia Matrix oppure, in esclusiva, con quella “Laser Light” per una profondità di campo massima di 650 metri.

Passando al posteriore, le novità più evidenti si possono circoscrivere nuovamente ai gruppi ottici, riprogettati con indicatori di direzione a sviluppo orizzontale, e all’imponente diffusore dal look più sportivo con terminali di scarico più grandi e ora provvisto di un’ulteriore protezione per il sotto-scocca. Lateralmente, invece, ora sono presenti di serie le minigonne dell’allestimento X-Line.

BMW X3 2021

Tra gli allestimenti, inoltre, ora la nuova BMW X3 2022 propone il pacchetto M Sport che rinvigorisce ancora di più quanto offerto dagli altri equipaggiamenti a listino. Confermate le prese d’aria anteriori maggiorate e gli inserti in nero lucido per la griglia, per le cornici dei finestrini e per i mancorrenti del tettuccio, a cui vanno aggiunti il paraurti posteriore specifico con diffusore più aggressivo, i cerchi in lega bicolore da 19” (poi eventualmente disponibili anche nelle misure da 20 e 21”) e l’impianto frenante M con pinze blu o rosse.

L’ultima novità “estetica” della BMW X3 2022 riguarda infine la gamma di colorazioni, giunta a 11 alternative tra le quali bisogna dare il benvenuto alle nuove tinte Skyscraper Grey, M Brooklyn Grey, Aventurine Red e Tanzanite Blue. Successivamente al lancio sarà anche possibile optare per la gamma BMW Individual, con alcune tinte opache come il Frozen Deep Grey.

BMW X3 2021

BMW X3 2022: … E DENTRO

Passiamo nell’abitacolo: a un primo impatto la novità più importante che caratterizza la X3 2022 è sicuramente l’inedita consolle centrale del sistema infotainment con schermo da 10,25” (come optional da 12,3”) di derivazione Serie 4, al cui interno sono garantite tutte le peculiarità del pacchetto BMW Intelligent Personal Assistant. Via libera alle funzioni BMW Maps (ora disponibili tramite cloud con aggiornamenti in tempo reale sul traffico), alla compatibilità con Amazon Alexa e agli aggiornamenti OTA (over-the-air), tramite i quali la vettura erediterà in futuro direttamente online alcune nuove capacità senza passare dai centri autorizzati.

Sempre di serie sono confermati i sedili sportivi con rivestimento Sensatec, il climatizzatore a tre zone e il Digital Cockpit da 10,25”, nonchè una piccola zona di comando nel tunnel centrale in cui sono stati posizionati il pulsante di avviamento, la leva del cambio, l’attivazione del freno di stazionamento elettrico e lo “knob” rotante per il controllo dell’infotainment.

BMW X3 2021

Rispetto alla generazione precedente, ora la nuova BMW X3 2022 si presenta in maniera più raffinata e con dettagli ancora più esclusivi in alluminio spazzolato, in nero lucido e addirittura in fibra di carbonio. A richiesta, inoltre, è possibile anche equipaggiare la vettura con l’head-up display e con l’Ambient Lighting a LED su colori specifici per la plancia e le portiere.

Per quanto riguarda il pacchetto degli ADAS, invece, il SUV tedesco quest’anno potrà essere dotato (a richiesta) del rinnovato pacchetto Driving Assistant Professional, che ora include il cruise control adattivo con funzione Stop&Go, l’assistente alla svolta negli incroci, al mantenimento della corsia e alle manovre di retromarcia. Ultimo, ma non meno importante, anche il sistema BMW Drive Recorder, che permette la registrazione di piccoli video intorno al veicolo.

BMW X3 2021

BMW X3 2022: LARGO ALL’IBRIDO

Sotto il punto di vista meccanico, la nuova BMW X3 2022 metterà a disposizione dei clienti una gamma di motorizzazioni completamente ripensata in favore dell’ibridazione “leggera”: tutti e sette i propulsori disponibili al lancio, quindi, potranno contare sulla tecnologia mild-hybrid a 48V, nonchè sulla trazione integrale intelligente xDrive e sul cambio automatico Steptronic a otto rapporti – quest’ultimo opportunamente configurato sulle versioni più sportive in funzione dell’impianto di scarico specifico M Sport e di una taratura più aggressiva di freni e sospensioni.

Entrando nei dettagli, la gamma motori della nuova X3 2022 sarà divisa in questo modo: tra i benzina saranno disponibili le varianti 20i da 184 cavalli, 30i da 245 cavalli e la più sportiva M40i da 360 cavalli, mentre tra i propulsori a gasolio si potrà scegliere tra la 20d (190 CV), la 30d (286 CV) e la M40d (340 CV). L’ultima presente all’appello è la confermata X3 xDrive30e con tecnologia ibrida “alla spina”, contraddistinta da una potenza di 292 cavalli e da un’autonomia massima in elettrico di 50 km.

BMW X3 2021

BMW X3 2022: IL VALORE AGGIUNTO DELLA “M COMPETITION”

Al fianco dell’X3 “normale”, il debutto odierno della Casa dell’Elica ha coinvolto anche la sua iterazione più sportiva, quella chiamata M Competition e indirizzata verso un pubblico amante delle grandi prestazioni… anche “a ruote alte”. Le sue peculiarità? Innanzitutto estetiche, vista la presenza di una griglia a doppio rene cromata con barre in nero lucido e logo M, prese d’aria ancora più vistose, spoiler posteriore più evidente, specchietti aerodinamici, cerchi in lega leggera da 20” (21” a richiesta) su un impianto frenante ancora più potente e diffusore posteriore in CFRP, materiale molto leggero ma allo stesso tempo rinforzato dall’utilizzo della fibra di carbonio.

La stessa esclusività riservata alla carrozzeria la si può notare ovviamente anche nell’abitacolo, impreziosito da sedili sportivi con logo M illuminato nei poggiatesta e rivestimenti dedicati in pelle Merino disponibile in molteplici abbinamenti di colore. Per quanto riguarda la dotazione di bordo, la X3 M Competition 2022 si distingue pure per la strumentazione digitale Live Cockpit Professional da 12,3” configurabile con la stessa grafica della M8, affiancata poi da una consolle e da un volante simili nelle impostazioni alla proposta della gamma M3 e M4.

BMW X3 M Competition 2021

Il vero punto di forza di questa vettura, tuttavia, è il suo motore, un sei cilindri benzina con cilindrata 3.0 Litri da 510 cavalli e 650 Nm di coppia massima, cinquanta in più rispetto a quanto offerto dalla generazione attuale. Le prestazioni? La scheda tecnica parla di una velocità auto-limitata a 250 km/h (ma sbloccabile fino a 285 km/h con l’opzione M Driver’s Package) e di uno scatto 0-100 in soli 3,8 secondi, opportunamente gestito dalla trazione integrale M xDrive in abbinamento al cambio automatico M Steptronic ad otto rapporti con palette al volante.

Questo sistema lavora principalmente al posteriore ma è in grado di incanalare parte della coppia motrice all’asse anteriore qualora rilevi una perdita di aderenza: ciò avviene in sinergia con il DSC (Dynamic Stability Control), con le sospensioni di tipo adattivo provviste di ammortizzatori a controllo elettronico e con il selettore delle modalità di guida, che spaziano dalla Comfort alla Sport (o Sport+, con variazione anche della tonalità degli scarichi), senza dimenticare quella per il drifting chiamata “M Dynamic”.

BMW X3 M Competition 2021

TUTTO SU BMW X3
Articoli più letti
RUOTE IN RETE