Diesel e benzina sempre più cari, nuovo record dopo Natale

Il prezzo maggiore per la benzina verde si è registrato a 1,722 negli impianti Eni, leader del settore. Dopo una tregua sugli aumenti dei prezzi nel periodo Natalizio i carburanti di altri operatori potrebbero aumentare a Capodanno

Diesel e benzina, aumenti fra Natale e Capodanno
Gli aumenti della benzina sembrano non fermarsi mai, anche se da un monitoraggio di Quotidiano Energia vi sarebbe stato un leggero stop ai rialzi nel periodo natalizio, periodo forse troppo breve perché i consumatori potessero accorgersene.

I prezzi praticati dai gestori
E mentre i guidatori prestano sempre più attenzione al prezzo indicato nei tabelloni, scambiandosi consigli su dove effettuare il prossimo pieno per risparmiare qualche euro, i gestori delle pompe di benzina applicano le proprie tariffe di norma rialzate rispetto a quelle ufficiali dichiarate dalle società petrolifere.

Dopo i rincari delle accise su benzina e diesel della manovra Monti, gli automobilisti devono affrontare le percentuali aggiunte dai singoli gestori, oltre ai piccoli aumenti effettuati dai principali marchi, fra cui il leader italiano Eni, no logo e pompe bianche comprese.

Aumenti oltre ai rincari sulle accise della Manovra Monti
Eni ad esempio ha aumentato i prezzi raccomandati per benzina e diesel rispettivamente di 1 centesimo e 0,5 centesimi, raggiungendo nel primo caso il prezzo record di 1,722 euro. Si tratta però di una media dato che il prezzo può variare da benzinaio a benzinaio, a seconda della posizione di questo sul territorio, di eventuali concorrenti nelle vicinanze, nelle possibilità di guadagno alternativo che il benzinaio dispone (bar, officina meccanica, lavaggio auto) dato che, è giusto ricordarlo, quello del gestore della pompa di benzina è un lavoro duro e con margini molto scarsi rispetto al prezzo totale del prodotto.

Benzina a 1,722 euro
In generale a livello territorio si registra una tendenza al rialzo, interrotta nel periodo di Natale, che potrebbe proseguire a Capodanno e nei primi giorni dell’anno nuovo. Facendo riferimento al prezzo della benzina in modalità servito si registrano così variazioni tra gli 1.716 degli impianti Shell e gli 1,722 di quelli Eni, con i no-logo attorno ai 1,628.

Diesel a 1,701 euro
Per quanto riguarda il diesel i prezzi a cartellone oscillano tra l’1,693 dell’IP all’1,701 di Tamoil, con le pompe bianche attestate attorno all’1,597. Per quanto riguarda il principale carburante alternativo, il GPL, si registrano prezzi tra lo 0,743 di Eni e lo 0,756 di Tamoil, con i no-logo di poco distanziati a 0,726

Una situazione che sta diventando insostenibile, con il prezzo della benzina che dal ’90 ad oggi è salito del 96% e casi in cui il prezzo del diesel supera quello della benzina

Ecco alcuni consigli per risparmiare sul carburante di tutti i giorni:

Contro gli aumenti dei Carburanti, affidarsi alle Pompe Bianche

Consigli per avere la Super a 1,270 euro al litro

ARTICOLI CORRELATI