Ford Kuga – Long Test Drive

Su strada La Kuga a nostra disposizione è spinta dal collaudato 2.0 TDCI da 136 cavalli, una certezza del marchio già abbinato ad altri modelli della gamma. A bordo trovando un abitacolo solido, ottimale rappresentazione degli ultimi passi in avanti fatti dal marchio. C’è molta nuova Focus e nuova Mondeo all’interno, le plastiche sono di […]

Su strada La Kuga a nostra disposizione è spinta dal collaudato 2.0 TDCI da 136 cavalli, una certezza del marchio già abbinato ad altri modelli della gamma. A bordo trovando un abitacolo solido, ottimale rappresentazione degli ultimi passi in avanti fatti dal marchio. C’è molta nuova Focus e nuova Mondeo all’interno, le plastiche sono di ottima qualità, un sapiente mix di materiali che ci ricorda l’abilità Ford di offrire una qualità medio-alta anche dentro l’abitacolo (ottimi i morbidi “poggiagomiti” sulle portiere…). Sedute buone, regolazione del volante in tutte le posture possibili, la Kuga offre un’ergonomia generale più che soddisfacente, con un grado di funzionalità di pulsanti e strumentazione adeguata (un po’ discutibile il tasto di accensione, troppo “mimetizzato” nella console centrale). L’interfaccia multimediale è di facile utilizzo, mentre l’abitabilità è da SUV medio, perfettamente in linea con gli standard richiesti. In primis stupisce l’assetto, duttile e performante anche quando si esagera un po’ sull’acceleratore; attenzione però, non siamo di fronte ad una furba utilizzazione dell’elettronica (ormai in grado di sopperire a molte mancanze strutturali delle vetture), ma ad un sapiente lavoro sull’autotelaio, di taratura delle sospensioni e di test dinamici completi. Il 2.0 TDCI da 136 CV con DPF di serie risponde bene, fa il suo dovere, non eccelle, ma garantisce sicurezza, spunto anche ai regimi più bassi, progressione e, soprattutto, consumi tutto sommato contenuti per la categoria (6,4 l/100km nel misto, con emissioni di CO2 di soli 169 g/km, tra i migliori della categoria). Il cambio manuale Durashift a 6 rapporti è preciso negli innesti e ben calibrato per il ciclo misto per quanto riguarda le cambiate: di fatto la sesta marcia garantisce un’ottima ridistribuzione della coppia. L’impianto frenante richiede un piede deciso, ma c’è e risponde a dovere, mentre la dinamica dei pesi è ben distribuita, con un rollio contenuto e un comportamento di facile comprensione. Abbiamo strigliato un po’ il nuovo SUV Ford, tra tornanti, fondi sconnessi, strade di montagna, rettilinei infiniti e pianeggianti, ma anche in autostrada e ciclo urbano, giungendo alla conclusione che la vettura c’è, non solo dal punto di vista meramente estetico (peraltro, come si diceva, eccellente), ma soprattutto da un punto di vista dei contenuti. I Prezzi L’unica motorizzazione disponibile al momento, la 2.0 TDCi da 136 cavalli, è disponibile negli allestimenti ‘+’ e Titanium rispettivamente a 28651 e 29901 Euro.

ARTICOLI CORRELATI