In viaggio con DS, le strade della Dea dagli anni ’50 ad oggi

DS nasce da una costola di Citroën nel 1955, quando gli ingegneri del Double Chevron decisero di sostituire la Traction Avant con un Désirée Spéciale. Abbiamo invitato otto imprenditori in una villa vicentina per scoprire insieme la storia DS, dalle auto d'epoca al prossimo futuro. Ecco com'è andata.

Una Giornata Storica

In un modo o nell’altro gli anni passano per tutti. Anche per le cose. Il ritorno del vintage e la costante malinconia dei tempi andati però non sono gli unici motivi che ci hanno spinti ad organizzare un evento come questo. DS nel 2014 si è resa indipendente, rimanendo però sotto l’ala protettrice del Gruppo PSA, al pari di Peugeot e Citroën.

Abbiamo quindi riunito le auto che segnarono il debutto del brand, nello specifico una DS 19 ed una DS 23 Pallas, per confrontarle con DS 5 in versione Performance ed Hybrid 4×4. Proprio quest’ultima è una delle poche auto al mondo che offre un motore Diesel combinato a due propulsori elettrici. Ovviamente il confronto è stato notevole, come lo sarebbe in ogni caso tra auto prodotte in un lasso di tempo così ampio. La costante però è stata la ricercatezza che il marchio francese ha sempre voluto imporre alla Deésse. Una vettura che ha come reale obiettivo quello di distinguersi a colpo d’occhio tra le concorrenti. Un’occasione come questa era troppo interessante per non essere condivisa.

Nell’antica residenza padronale seicentesca del nobile Baldissera Beregan, oggi si trova il Residence Cà Beregana, che per il suo fascino si presta perfettamente ad ospitare eventi speciali, oltre ad essere a pochi minuti dalle Mura romane di Vicenza, Città patrimonio mondiale dell’Unesco per le sue bellezze artistiche a partire dal Teatro Olimpico e continuando con la Basilica Palladiana.

Super 8

 


Abbiamo scelto di far provare le auto ad otto personaggi di spicco, che ci hanno dato le loro impressioni sull’evoluzione DS negli anni. Grazie al prezioso contributo di Maurizio Marini, tra i fondatori dell’IDéeSse Club, abbiamo scoperto la storia di questo marchio ed i suoi interessanti retroscena, dalle improvvisazioni di Paul Magès e Flaminio Bertoni al celebre attentato che coinvolse Charles de Gaulle a bordo di una DS19. Un mondo affascinante quindi, che completa nel migliore dei modi l’esperienza a Ca’Beregana.

Oltre a noi, anche gli invitati sono rimasti realmente colpiti dalle soluzioni tecniche e da come sia in realtà facile portare in giro una vettura con cinquant’anni sulle spalle. Certo, le auto in questione vengono curate da chi conosce il mestiere, ma se con qualche accorgimento venissero prodotte anche oggi difficilmente qualcuno se ne lamenterebbe.

È una delle sensazioni che DS è riuscita a portare anche sulle auto nuove, offerte sempre con grande possibilità di personalizzazione: la cura per i dettagli ha più a che fare con un lavoro d’artigianato che con un’implacabile produzione in serie.

Per scoprire il nostro speciale interamente dedicato al mondo DS cliccate qui

ARTICOLI CORRELATI