La Opel Adam firmata da Valentino Rossi all’asta su eBay

Da martedì 17 dicembre fino alla vigilia di Natale è possibile fare un'offerta su ebay per comprare la Adam personalizzata da Aldo Drudi come fosse un casco di Valentino e con interni in pelle Dainese a sostegno dell'Ospedale dei Bambini Meyer

Valentino e Adam per il Meyer
A Natale si è tutti un pò più buoni, per questo si annuncia già come un successo l’asta benefica voluta da Opel a sostegno dell’Ospedale Meyer per la cura dei bambini, che ha coinvolto il 9 volte campione del mondo della MotoGp Valentino Rossi in questa raccolta di fondi speciale. Alla Onlus che si occupa dei malati più bisognosi andrà infatti l’intero ricavato dell’asta benefica online che ha come oggetto una Opel Adam interamente personalizzata da Valentino Rossi ed in particolare dall’amico Aldo Drudi che disegna tutti i celebri caschi del pilota.

 

L’asta su ebay
Fino al 24 dicembre, vigilia di Natale, è possibile collegarsi via internet al sito di aste online ebay.it e cercare tra le auto messe in vendita quella denominata Adam&Vale for Charity, presente anche nella sezione dedicata alle attività a scopo benefico nell’area dedicata appunto alla fondazione Meyer. Messa in vendita per 2 euro in poche ore la speciale vettura, esemplare unico e completamente disegnata da Aldo Drudi con interni in pelle Dainese ricavata dalle tute del pilota, ha superato i 14.000 euro di offerte provenienti da molti contendenti, che avranno ancora 6 giorni a disposizione per aggiudicarsi un pezzo raro ma soprattutto contribuire a questa giusta causa.

 

L’entusiasmo del pilota
Molto contento lo stesso pilota, che si è divertito a personalizzare la compatta Opel con tutti i simboli appartenenti al suo universo, dal colore fluo al numero 46, alla stessa scritta. “Come potevo resistere?” – commenta Valentino Rossi – “Inventare una macchina tutta nuova e per giunta per una buona causa. Appena il tempo di parlarne con Opel che ero già con Drudi a pensare a questa Adam speciale.” “È stato un lavoro lunghissimo, dico la verità” – gli fa eco Aldo Drudi – “ci sono volute ore e ore, poi lo sapete com’è Valentino, mica uno che si accontenta. E io nemmeno. Disegni su disegni, telefonate e ogni volta via a cambiare di nuovo tutto. Insomma, una vera fatica, ma ne è valsa la pena.”

 

Esemplare unico
“La macchina è venuta davvero bene e siamo molto contenti che serva per sostenere il Meyer. Speriamo che questa scelta scateni in tutti il nostro stesso entusiasmo, perché insieme possiamo fare tanto”, concludono in coro. Questa realizzazione fa parte di un’iniziativa benefica più ampia, che si può supportare visitando il sito www.ioaiutoilmeyer.it.

ARTICOLI CORRELATI