Land Rover nuova Freelander 2 – Test Drive

Un po’ come avviene per i moderni programmi delle macchine fotografiche digitali o, con tutto il rispetto, per le moderne lavatrici: si imposta un programma, al resto pensa l’elettronica. Sulla Freelander quattro sono i programmi che il guidatore può selezionare tramite un comando rotativo (mentre nella Range Rover Sport sono cinque): guida generica – adatto […]

Un po’ come avviene per i moderni programmi delle macchine fotografiche digitali o, con tutto il rispetto, per le moderne lavatrici: si imposta un programma, al resto pensa l’elettronica. Sulla Freelander quattro sono i programmi che il guidatore può selezionare tramite un comando rotativo (mentre nella Range Rover Sport sono cinque): guida generica – adatto per la maggior parte dei percorsi su strada e per il fuoristrada meno impegnativo. Erba/ghiaia/neve: per superfici a scarsa aderenza, su strada ed in fuoristrada. Fango e solchi. Sabbia. Il Terrain Response è un sistema già presentato con la Discovery 3 nel 2004 ed ora disponibile su tutta la gamma Land Rover ad esclusione della Defender, lavora anche in combinazione con gli altri sistemi di controllo della trazione e della stabilità. Per esempio, il Controllo Dinamico della Stabilità (DSC) in condizioni normali contribuisce a togliere coppia alla ruota che perde aderenza. In alcune situazioni di fuoristrada, è bene tuttavia non perdere coppia, anche se si è persa trazione; il Terrain Response controlla il DSC in modo da mantenere la coppia più opportuna.

ARTICOLI CORRELATI