Volkswagen Lupo, l’ecologica Up cambia nome

La piccola citycar ecologica Volkswagen cambia nome: addio Up, bentornata Lupo. Tecnicamente vicina all'Audi A2, dovrà contrastare BMW Megacity e Mini Minor

Volkswagen Lupo l’ecologica Up cambia nome: a quanto pare, la futura citycar ecologica Volkswagen non si chiamerà Up, bensì recupererà il nome Lupo. La nuova lupo sarà parente stretta dell’Audi A2 pronta a contrastare la BMW Megacity la sua cuginetta Mini Minor. La nuova elettrica dovrà affrontare le affermate Honda Insight, Chevrolet Volt e Toyota Prius. La up! è una vettura da città, un’automobile per quattro persone di ogni Paese del mondo, per andare al lavoro, all’università, in spiaggia e per fare una gita fuori città. Una piccola che sa essere grande, offrendo più spazio di qualsiasi altra automobile di 3 dimensioni simili (lunghezza 3,45 m, larghezza 1,63 m). Il prototipo sorpreso in questi scatti sfrutta la carrozzeria di una vecchia Polo con passo accorciato. La linea definitiva, ovviamente, sarà tutta un’altra musica.

Il cuore della nuova Lupo batterà dove una volta batteva il motore del Maggiolino. E ciò cambia tutto: spazio, percezione e design. Puntualizza Walter de’ Silva, Responsabile del Design del Gruppo Volkswagen: «La up! è un’automobile il cui linguaggio formale non si esaurirà in breve tempo. Spicca per la sua sobrietà stilistica, realizzata al tempo stesso con grande cura. Questa automobile è una chiara testimonianza dell’indirizzo stilistico che la Volkswagen seguirà in futuro.» Il team di designer e ingegneri che ha realizzato la Concept up! come prima testimonianza di una intera gamma di modelli, lascia prevedere che ne seguiranno diverse altre. Il layout tecnico della Lupo è stato formulato sotto la guida di Ralf Gerhard Willner, Responsabile dello sviluppo concettuale. Prima che il progetto fosse avviato, Willner e Walter de’ Silva avevano formulato un nuovo rapporto interattivo per i contenuti formali e funzionali dei modelli Volkswagen. Willener e de’ Silva affermano: «L’armonia assoluta di basi tecniche e design emozionale è conseguibile solo attraverso la forte competizione tra ingegneri e designer. Solo così nascono delle icone.» Proprio per questo la Lupo non è una normale superutilitaria dotata di un bel vestito, ma è un insieme innovativo e realizzato con inventiva. La sua forma è essenziale. Ed è così che deve presentarsi, senza compromessi. Non c’è nulla di superfluo. La sua funzione, e quindi il suo design, parlano da sé. Al tempo stesso è stata rifinita con la massima coerenza ogni linea, fino a ottenere un’automobile dall’aspetto originale e accattivante, come tradizione Volkswagen esige. Non c’è ancora nulla di certo sulla denominazione, anche se la scelta sembra destinata a cadere su “Lupo”.

ARTICOLI CORRELATI