Nuovi Renault Trafic e Master, prova su strada della 4° generazione dei commerciali

Renault Master e Trafic si rinnovano e in Brianza siamo riusciti a provare su strada la quarta generazione di questi portentosi veicoli commerciali del Marchio francese

Sempre più performanti, tecnologici e potenti: sono i nuovi veicoli commerciali della Renault, il Trafic e il Master, giunti ora alla quarta generazione. Quasi quarant’anni di duro lavoro che hanno consentito a 4,4 milioni di utenti in tutto il mondo di apprezzare doti e qualità del loro veicolo di lavoro. Un successo decretato soprattutto da innovazione e dal tailor-made, quel taglio artigianale su misura condito con sempre nuove idee e realizzazioni che contraddistingue la piccola e media impresa italiana, come quella della prolifica Brianza dove Infomotori.com è andata a provarli.

Un ampio giro partendo dal centro di Milano verso le colline brianzole, con strade anche ripide e strette, ha permesso di apprezzare le ottime qualità dei nuovi mezzi da trasporto leggero e passeggeri della nota Casa francese. Un test che ha messo alla frusta maneggevolezza, praticità, tenuta di strada, accelerazione e coppia dei due modelli, il Trafic in versione passeggeri da 8 posti, vetrinato e con possibilità di usufruire di uno studio/ufficio a bordo, e un Master furgonato con tanto di zavorra interna (costituita da un grande contenitore cubico pieno d’acqua, saldamente ancorato al pianale e ai ganci superiori) che ha simulato la portata di metà del carico possibile.

Mentre il Trafic è guidabilissimo come un grande Suv, per il Master ci vuole un po’ più di concentrazione e allenamento fisico, tipo quello degli autotrasportatori, abituati a situazioni di carico particolari. Ma in complesso i due veicoli della maison d’Oltralpe hanno superato brillantemente i nostri test e sono pronti a intraprendere il loro lungo cammino sulle strade di tutto il mondo. Anche grazie alle nuove motorizzazioni, più ecologiche e risparmiose, che consentono di abbattere i consumi di carburante: per il Trafic 0,6 litri ogni 100km, che equivale a 2.700 euro nel ciclo vita di 300mila km, e ben 1 litro per il Master, con un risparmio di ben 4.500 euro, rispetto ai motori attualmente in dotazione. Un considerevole esborso inferiore di denaro, quindi, legato anche a un notevole risparmio di emissioni nocive che inquinano l’aria.

A bordo una selleria davvero confortevole, come i divani della Living che abbiamo testato durante la conferenza, e un allestimento quasi da berlina, con tecnologia d’ultima generazione e addirittura una telecamera superiore posteriore per il Master con schermo supplementare sopra lo specchietto interno, per una visione più ampia dello spazio circostante. Fra le novità anche il Side Wind Assist, cioè l’assistente per il vento laterale che evita eventuali sbandate quando Eolo soffia intensamente, con dei sensori che agiscono direttamente sull’Abs, rallentando il mezzo.

Ben 400 le versioni a listino con volumi dagli 8 ai 17 metri cubi e motori Diesel sempre più potenti: il 2.3 DCI è diventato al 100% Twin Turbo, con cavallerie che vanno da 130 a 180 (quest’ultima la più potente di sempre) e coppia fino a 400 Nm. Anche per il Nuovo TRAFIC sono a disposizione i nuovi motori 2.0, più potenti di sempre, arrivando fino a 170 cv, con coppia fino a 380Nm. Una importante novità è rappresentata dal cambio automatico EDC, ottimale nell’uso cittadino ed extraurbano. Il new look scopre la nuova la griglia e la nuova la calandra tra i fari, che presentano la caratteristica firma luminosa C-Shape all’esterno. L’interno si mostra come un vero e proprio ufficio mobile, offrendo il sistema di navigazione MEDIA NAV compatibile con Apple Car Play e Android Auto. E’ disponibile anche sul sistema R-Link.

Il veicolo è in vendita con 2 lunghezze, 2 altezze, sia trasporto persone che merci, e oltre 100 versioni disponibili nella gamma Italia. I prezzi partono da 24.330€ (iva esclusa) nella versione 1.6 ICE dCi 95 S&S. Ritorna in gamma anche il nuovo TRAFIC SPACECLASS, destinato al trasporto persone, alto di gamma, per i clienti professionali. È un vero e proprio salotto mobile, con la plancia moderna, disponibile in oltre 50 configurazioni, da 2 a 9 posti, a partire da 42.000€ (iva compresa) nella versione 2.0 dCi 145 cv. Infine, per i clienti più esigenti si affianca la versione ICE PLUS, con fendinebbia, media nav, parking camera con sensori di parcheggio, nonché il Wide View Mirror per una visione completa dell’angolo morto a destra del conducente.

A Master è stata ancora più ottimizzata la zona di carico, con nuova illuminazione interna a LED e soglia di carico rivisitata, per facilitare maggiormente le operazioni di carico e scarico. Con la trazione anteriore e posteriore, 4 lunghezze e 3 altezze, il nuovo Master può essere un furgone, un pianale o un telaio cabinato, allestibile e personalizzabile in base a tutte le esigenze. E’ inoltre disponibile nella versione 100% Elettrica, ideale per consegne dell’ultimo miglio, senza emissioni inquinanti, andando a completare la gamma dei veicoli elettrici più ricca del mercato, accanto a ZOE Van, KANGOO Z.E. e TWIZY Cargo. Il nuovo MASTER è proposto a partire da 25.900€ (iva esclusa) nella versione 2.3 ICE dCi 135 S&S.

Insomma, Renault continua a essere il leader europeo dei veicoli commerciali VAN leggeri e in Italia il secondo importatore, con la quota di mercato più alta di sempre, al 12,2%.

ARTICOLI CORRELATI