Arexons per un’auto bella e sicura

La milanese Arexons propone nuovi additivi per motori benzina GDI, auto con filtri anti particolato, vetture ibride, con cambio automatico, Diesel senza ovviamente trascurare la bellezza interna ed esterna dell'auto con l'immancabile Svitol lanciato nel 1938 e sempre il lubrificante multifunzione più venduto in Italia. Abbiamo incontrato ad Autopromotec Guido Conserva, Head of international Trade Marketing di Arexons

Il nome farebbe pensare ad una multinazionale statunitense e invece Arexons è una impresa italianissima fondata nel 1925, sviluppata e tuttora operante a Cernusco sul Naviglio, alle porte di Milano.

Negli Stati Uniti negli anni ’20 circolano già 20 milioni di veicoli e se ne producono 4 milioni ogni anno, mentre in Italia la situazione era leggermente diversa producendo appena 49.000 veicoli l’anno. Certi del boom dell’auto i fratelli Achille, Angelo e Carlo Verri di Milano, decidono di cimentarsi in una sfida che li porterà lontano. Proprio studiando il mercato americano, i fratelli Verri scoprono che esiste un mondo completamente inesplorato…

Nel 1925 nasce Arexons con il mastice per guarnizioni Pik, primo prodotto della neonata “Industria Italiana di prodotti chimici per l’auto” denominata Arexons. I prodotti Arexons sono subito un successo e in poco tempo diventano essenziali per i meccanici e gli automobilisti nella manutenzione delle auto. Al mastice per guarnizioni si aggiungono presto molti altri prodotti. Tra questi, già nel 1938, il mitico Svitol Lubrificante. L’impresa continua a crescere cogliendo le opportunità del boom economico e resistendo alle varie crisi fintanto che alla fine del 2007 il fondo privato americano KKR cede FL Selenia, e di conseguenza anche Arexons, a PETRONAS, acronimo di Petroliam Nasional Berhad ovvero l’ente di stato per gas e petrolio della Malesia, che gli appassionati di Formula 1 ben conoscono essendo il main sponsor delle freccie d’argento della Mercedes che stanno da anni dominando la F1.

Sono trascorsi più di 80 anni dall’inizio dell’avventura dei fratelli Verri e oggi alcuni brand di Arexons sono divenuti sinonimi di prodotto, così come è accaduto a Svitol, uno dei prodotti di eccellenza di Arexons. Oggi Arexons è un esempio di qualità Made in Italy. Nello stabilimento e negli uffici di Cernusco Sul Naviglio lavorano circa 130 persone. La filosofia dell’innovazione costante, degli investimenti, della qualità, dell’attenzione per il consumatore e della ricerca per le nuove tecnologie sono da sempre la base del lavoro e dell’impegno di Arexons.

Tale filosofia e spirito lo abbiamo colto sia visitando lo stand Arexons ad Autopromotec Bologna sia parlando con Guido Conserva, Head of international Trade Marketing che ci ha illustrato con la passione negli occhi le numerose novità esposte che vanno ad accrescere una linea prodotti davvero imponente che seducono sia il BDC che il BDB, ossia sia il consumatore che gli addetti ai lavori (officine e riparatori in testa).

Noi siamo più abituati a vedere nei grandi centri commerciali metri di prodotti per la cosmesi della nostra vettura firmati Arexons per esterni ed interni a cui si aggiunge l’adorato Svitol, amato dai patiti quasi quanto la Nutella! Arexons significa però anche prodotti per i professionisti consentendo loro di ripristinare correttamente il funzionamento delle varie parti del circuito di alimentazione e per il post trattamento di motori diesel, benzina e anche per motori di ultima generazione, ibridi inclusi con l’additivo hybrid professional.

Una impresa dal cuore italiano e dalla mente internazionale diretta da uomini appassionati e bastava vedere il sorriso di Guido Conserva accanto alla Ford Fiesta R5 di Campelli per comprendere come la passione sia il primo segreto per il successo delle imprese, ricordando che il CEO di Arexons è un italiano di razza: Domenico Ciaglia!

Quando vedete al supermercato una confezione di Arexons sappiate quindi che è il frutto di quasi 90 anni di adrenalinica passione per il mondo dei motori!

ARTICOLI CORRELATI