USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Joan Lascorz muove mani e braccia, ma non le gambe

Aggiornamento di Kawasaki sulle condizioni del pilota SBK, che dimostra sensibilità nella parte superiore del corpo. È lucido e ricorda bene l'incidente durante i test di Imola

Aggiornamento sulle condizioni di Joan Lascorz
Dopo l’incidente occorso durante i test SBK a Imola, Joan Lascorz è stato operato all’ospedale Maggiore di Bologna per la riduzione della frattura vertebrale. Qualche giorno dopo è stato trasferito all’ospedale universitario Vall d’Hebron di Barcellona per poi passare al Guttman Institute per iniziare la fase di riabilitazione.

Lascorz è lucido e ricorda l’incidente
Nonostante alcune complicazioni, i medici hanno rimosso la cannula che aiutava a respirare il pilota catalano, che ora ha recuperato le sue capacità respiratorie.
Joan Lascorz è lucido e cosciente, non ha riportato danni cerebrali, parla e ricorda tutto dell’incidente di Imola che verrà analizzato e spiegato a tempo debito.

Lascorz muove mani e braccia, ma non ha sensibilità dalla vita in giù
Lascorz dimostra sensibilità e mobilità a braccia e mani, purtroppo però al momento non ha alcuna reazione alle gambe e nell’area addominale.
Dopo un controllo dettagliato dei medici e dei terapisti del Gutmann Institute, verrano rese note le condizioni del suo grave infortunio alla spina dorsale e le sue possibilità di recupero.
Lascorz ed il suo team vuole ringraziare medici ed infermieri dell’istituto per l’attenzione che gli hanno dedicato ed insieme anche alla sua famiglia tutti coloro che lo hanno supportato durante questo periodo.
In special modo tutti i suoi colleghi del mondiale Superbike che gli hanno dimostrato affetto a Monza e a Donington, dal compagno di box Tom Sykes a Marco Melandri e Leon Haslam e tutti i rider delle derivate di serie.
Anche i piloti del Motomondiale, soprattutto quelli spagnoli come Lorenzo, Espargaró e Marquez che hanno inserito il suo simbolo su caschi e cupolini.
Per Lascorz è stato emozionante assistere al duello tra Espargaró e Marquez in Moto2 nel GP del Portogallo con il loro tributo al pilota spagnolo nella carena.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE