Orari tv GP Australia Superbike 2012

Parte il 25° mondiale derivate di serie. Carlos Checa difende il titolo di campione del mondo da Max Biaggi, Marco Melandri, Tom Sykes e Jonny Rea. Ma attenzione alle sorprese

GP Australia 2012 Superbike
Le prove sono finite. Dopo le ultime intense settimane di allenamento nel circuito di Phillip Island, sullo stesso circuito piloti e team Superbike 2012 tornano in pista per andare alla ricerca dei punti per le prime due manche dell’edizione nr. 25 del Mondiale Superbike. Da questo fine settimana arrivare davanti assume un valore molto importante ed assegna punti che contano.
Carlos Checa, dopo gli ultimi test australiani, ha confermato di essere l’uomo da battere in sella alla moto da battere, la sua Ducati 1198.
Ma nell’ultima giornata di test si è intromesso un missile verde a spezzare il suo dominio: infatti la rinata Kawasaki ZX-10R di Tomy Sykes del Kawasaki Superbike Racing Team è stato più veloce nell’ultima giornata di test a Phillip Island, di un niente ma quel tanto che basta, dello spagnolo.
L’inglese si è dimostrato dinamico fin dai primi giorni in un bel testa a testa tra la rossa e la verdona. Le ultime gare del mondiale 2011 ci avevano fatto vedere dei netti miglioramenti da parte della ZX-10R e vedremo se l’ottimo stato di forma proseguirà nel GP di Australia.

Gli altri rivali di Carlos Checa
Nella prima giornata di test australiani si è auto eliminato lo sfortunatissimo John Hopkins: il pilota del team Suzuki Crescent si è procurato la frattura della mano, la stessa dalla quale gli è stata amputata una falange a gennaio.
Al GP di Australia non è prevista nemmeno la presenza di Leon Haslam: l’inglese invece nel penultimo giorno di test in una scivolata si è rotto la tibia. Operazione anche per lui e assenza sicura.
Peccato, perché il GP perde due protagonisti. Ma lo spettacolo è assicurato grazie all’Aprilia nr. 3 di Max Biaggi: 40 anni e non sentirli e star davanti ai giovani come uno di loro. Quando la classe si cristallizza!
“Questi giorni di test sono stati molto importanti per noi – ha commentato Max Biaggi – avendo una squadra completamente nuova dobbiamo rodare i meccanismi e mettere a punto il metodo di lavoro. Sono abbastanza soddisfatto, abbiamo provato veramente tanto su una pista che non è certamente la nostra preferita. I tempi sul giro sono stati buoni, considerando che non ho cercato la massima prestazione ma un setup che ci consenta di essere veloci sulla distanza. La gara ci metterà comunque a dura prova, i nostri avversari hanno messo in mostra velocità e costanza: dovremo veramente lottare con le unghie fin dall’inizio del campionato per puntare ad un buon risultato”.
Senza dimenticare il suo compagno di box, quell’Eugene Laverty che si è dimostrato a suo agio in sella alla RSV4 R ed è ottimista riguardo alle sue condizioni fisiche: “La mia stagione ha subito una leggera battuta d’arresto con l’infortunio nei test la scorsa settimana. Fortunatamente abbiamo avuto più di una settimana per recuperare, cosa che ha permesso alla mia mano di migliorare decisamente. Ho fatto arrivare il mio dottore in Australia per aiutarmi con la riabilitazione ed abbiamo lavorato costantemente, cinque ore al giorno. Sono fiducioso ma dovrò attendere venerdì per le conferme. Onestamente penso che Carlos Checa ed il mio compagno di squadra siano irraggiungibili se non sono al 100%, ma questo non mi impedirà di provarci!”.
C’è poi Marco Melandri: il nr. 33 del BMW Motorrad Superbike Team sta ancora prendendo confidenza con la sua BMW S 1000 RR e per forza di cose è chiamato al doppio lavoro perché deve sopperire all’assenza del compagno Haslam.
Ci sono poi le Honda CBR 1000 RR Fireblade di Jonathan Rea e Hiroshy Aoyama: il nordirlandese è in netto vantaggio rispetto al giapponese e quest’anno deve assolutamente riportare alla vittoria l’ala dorata.

Gli outsider: da Sykes a Smrz
Detto di Tom Sykes, non dimentichiamoci di Daniele Giugliano che condivide il box dell’Althea Racing Team con Checa. Il giovanissimo italiano campione del mondo Superstock 2011 ha mostrato enormi margini di miglioramento e può dire la sua.
Anche le altre tre ducati del team Effembert Liberty Racing hanno dimostrato di essere competitive, con uno Jakub Smrz terzo nei test finali di martedì. Bisogna vedere se il ceco ed il suo team sono in grado di mantenere quanto fatto vedere o se sono destinati a rimanere un lampo improvviso dissolto nel buio.
Qualche problema di sviluppo ce l’ha il BMW Italia Superbike Team di Michel Fabrizio e Ayrton Badovini. Il team satellite italiano nei test è rimasto nelle retrovie ma Fabrizio è un pilota esperto.

Orari GP Australia Superbike 2012: prove e gare da Phillip Island
Diretta streaming su La7.it e commenti su La7/Facebook
La prima gara del 25° campionato del mondo Superbike è visibile anche in diretta in esclusiva sulla pagina Facebook di La7 all’indirizzo www.facebook.com/SBKLa7 mentre le repliche si possono rivedere in streaming sul sito web La7.it dalle 15.15 alle 17.20.

Sabato 25 febbraio – Superpole

04:55 La7 diretta
11:00 La7 (replica)

Domenica 26 febbraio – Gare

La7
01:25 Gara1 (diretta)
04:55 Gara2 (diretta)
15:10 Gara1 (replica)
16:10 Gara2 (replica)

Eurosport1
02:00 Gara1 (diretta)
04:45 Gara1 (replica)
05:30 Gara2 (diretta)
17:00 Gara1 (sintesi differita)
18:15 Gara2 (replica)

Eurosport2
19:30 Gara2 (sintesi differita)

Tag:
ARTICOLI CORRELATI