Diesel ed ibride, citycar e crossover sono le auto più richieste

A gennaio 2014 il mercato auto ha per il secondo mese consecutivo il segno positivo e conferma l'interesse degli automobilisti italiani verso i motori Diesel, metano ed ibridi bocciando benzina e GPL. Piccolo è bello, magari con carrozzeria alta come i crossover

Gli aumenti dei carburanti che stanno colpendo specialmente benzina e GPL (anche il Governo e le compagnie petrolifere si sono accorte del boom…) stanno allo stesso tempo agevolando le auto Diesel e le ibride che vantano vantaggi indiscussi in temi di risparmio e di incentivi quali la libera circolazione in aree limitate (come area C a Milano) ed esenzione bollo in diverse regioni.

Sulla taglia non ci sono sorprese e la legge del piccolo è bello continua ad imperare anche perchè piccolo è anche più economico e soprattutto meno tassato o tartassato… Nessuna sorpresa quindi se il 44,68% degli italiani sceglie una utilitaria! 

Circa poi la carrozzeria, gli italiani restano fedeli alle berline (ossia due volumi 3/5 porte con portellone come tutte le prime 10 più vendute in Italia a partire dalla Fiat Panda) che rappresentano ben il 58% della quota di mercato. L’unica licenza che ci diamo è di prendere un crossover (compatto) che almeno è un pò più alto e si distingue dalle utilitarie per una linea più sportiva assicurando al contempo funzionalità, sicurezza e costi sempre contenuti avendo in pratica gli stessi motori delle sorelle più basse.

Oltre al +3,2% di crescita rispetto al gennaio 2013, il 2014 si apre con una media ponderata delle emissioni di CO2 in calo del 3,72% che porta i grammi al chilometro da 123,5 a 118,9 e per i nostri polmoni è certamente una buona notizia!

Per gli amanti delle classifiche ricordiamo che a gennaio sul podio assoluto sono salite tre italiane con Fiat Panda, Fiat Punto e Lancia Ypsilon, mentre la classifica Diesel vede sul podio Fiat 500L, Volkswagen Golf e Citroen C3 ricordandoci che la quota mercato delle straniere a gennaio è ulteriormente cresciuta superando il 70%.

Le prime tre a GPL sono invece Ford Fiesta, Lancia Ypsilon ed Opel Corsa, mentre sul versante a metano troviamo una tripletta Fiat con Panda, Punto e 500L.

L’ibrido in Italia come nel mondo è stato lanciato dalla Toyota ed è quindi naturale che siano loro a comandare con Yaris, Auris e Prius, seguite da altre due Lexus (IS e CT) e da una Peugeot 3008.

Tutti parlano di elettrico ma in Italia nel gennaio 2013 se ne sono vendute 33 e lo scorso mese 34 (di cui la maggior parte direttamente dalle case per loro attività promozionali…). Per la cronaca la più venduta è la Nissan Leaf con 10 unità, seguita dalla Renault Zoe con 8 e la sorprendente ed unica vera vettura elettrica con autonomia confrontabile con una vettura “normale” la californiana tesla Model S presa da 6 persone.

Confidando in un febbraio 2014 ancora più roseo, speriamo che anche la classe politica ed il Governo voglia ricordarsi dell’automotive non solo per tassarlo ma anche per rilanciarlo poichè se un settore muore non si incassano più tasse e si paga la cassa integrazione…

ARTICOLI CORRELATI