Ferrari Quattro Porte

Infomotori svela in tutto il suo splendore un’ipotetica berlina Ferrari: smentita più volte dai vertici di Maranello, andrebbe a contrastare Lamborghini Estoque, Porsche Panamera e Aston Martin Rapide

Ferrari Quattro Porte. In quel di Maranello, i vertici del cavallino rampante hanno smentito a più riprese l’ipotesi di una super-berlina marchiata Ferrari, ribadendo quanto quella nicchia di mercato sia adeguatamente presidiata dalla ‘cugina’ Maserati Quattroporte. Senza nulla togliere alla splendida ammiraglia del tridente, i maggiori costruttori mondiali di vetture sportive si apprestano a invadere il mercato con un terzetto di modelli carichi di fascino e carisma. Ci riferiamo a Porsche Panamera, sinuosa berlina sportiva ispirata al look immortale della 911 e impreziosita da un potente e coscienzioso motore ibrido. Fresca di presentazione al recente alone di Parigi, la Lamborghini Estoque ha letteralmente stregato il pubblico grazie a un design tagliente e minaccioso abbinato a dimensioni importanti (è lunga oltre cinque metri). Si tratta solo di un prototipo, ma il successo riscosso rende la Estoque più vicina alla produzione, ipotizzata nel 2010. Chiudiamo con la fantomatica Aston Martin Rapide, forse la più sportiva del lotto: autentica coupè a quattro porte, i pochi spyshots visti fin’ora anticipano una vera gran turismo a quattro posti foriera del sofisticato fascino britannico che distingue la produzione artigianale della casa di Gaydon. In questo scenario si inserisce la Ferrari Quattro Porte di Infomotori, realizzata dal talentuoso designer Marco Maltese. Abbiamo pensato di svelarvela un po’ alla volta, come di moda negli ultimi tempi quando si tratta di rendere pubblico un gioiello a quattro ruote tramite dei teaser ufficiali. E’ giunto il momento di ‘alzare il velo’ ed ammirare senza filtri questa pregevole realizzazione. I fari anteriori sono ispirati alla recente Ferrari California, mentre la profonda nervatura lungo la fiancata deriva direttamente dalla splendida Ferrari 456 GT di qualche anno orsono. I cerchi a cinque razze sdoppiate arrivano dalla Ferrari 599 GTB: la generosa distanza che li divide osservando la fiancata è testimonianza di un passo generoso, necessario per ospitare adeguatamente i passeggeri posteriori. La vettura nel suo complesso esprime forza ed eleganza, appare permeata dal DNA sportivo ed esclusivo del cavallino rampante. Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!

ARTICOLI CORRELATI