Opel Corsa

La sorellina della Opel Astra si comporta bene ed offre una valida alternativa a Fiat Punto Evo e Ford Fiesta. Se poi scegliete la Opel Corsa GPL avete fatto bingo unendo economicità a qualità costrutiva

Opel Corsa –  Figlia di un mix riuscito fra eleganza e sportività, Opel Corsa rivela, per quanto concerne un’analisi prettamente estetica, un sensibile lavoro di valorizzazione delle forme. Con una lunghezza di 4 metri esatti, la “piccola” di Casa Opel conferma l’importanza delle sue forme, con misure in grado di rispondere appieno all’ultima moda delle City Car: spingersi sempre più verso l’alto per dimensioni e qualità, tanto che la sorella maggiore Opel Astra ha ripreso diversi filoni estetici.
Protagonista del test di Infomotori è la versione 5 porte da 1.2 litri e 80 cavalli, in allestimento Cosmo. Per quel che riguarda il look, i designer teutonici hanno ben evidenziato la stretta appartenenza della “piccola” Corsa con i restanti membri della famiglia Opel. Ma di questi tempi vi raccomandiamo anche la  Opel Corsa GPL …
Il Family Feeling risulta sempre più evidente e marcato, abbattendo le personalità esclusive di ogni singolo modello a “vantaggio” di un’uniformità forse troppo elevata. Detto questo però, bisogna ammettere che la linea della nuova Opel Corsa, risulta gradevole ed armoniosa, non celando affatto una buona qualità costruttiva ed un’attenta scelta dei materiali. Stesso discorso vale anche per gli interni. La cura e l’attenzione dimostrata per la livrea, si specchia su una plancia elegante e raffinata, impreziosita da una console centrale lucida che richiama la forma a cuneo del portellone. Tutta la plancia risulta ben assemblata e con plastiche di qualità. Cigolii e scricchiolii sono infatti banditi a tutto vantaggio di un elevato confort di bordo, aiutato anche da un propulsore decisamente garbato. La console centrale, ospita l’immancabile controllo della climatizzazione e dell’autoradio, le cui informazioni vengono proiettate sul piccolo, ma ben leggibile, display posto sulla sommità del cruscotto. Come da tradizione Opel, il volante racchiude, nelle due razze orizzontali, i pratici controlli dell’autoradio e del computer di bordo. L’abitabilità a bordo è molto buona ed in quattro adulti si viaggia comodamente senza sacrifici per gambe e spalle. Pur dando una buona superficie agli occupanti, il bagagliaio garantisce una capacità di 285 litri: un valore perfettamente in media con le concorrenti, come d’altronde le dimensioni.
Sotto il cofano spiovente, alloggia comodo un 4 cilindri in linea da 1229 cc e 80 cavalli. La coppia massima offerta, di 110 Nm a 4000, consente ad Opel Corsa uno 0-100 in 13”9 con una velocità di punta di 168 km/h. Dati alla mano, si capisce al volto che non si è certo di fronte ad una vettura con velleità sportive ed il motore, infatti, paga un po’ pegno della sua scarsa grinta, non tanto in città, dove il problema si argina facilmente sfruttando le marce basse, quanto nelle percorrenze in salita ed in autostrada: “territori” in cui un po’ più di grinta non avrebbe fatto male. L’assetto rigido delle sospensioni garantisce un ottimo supporto dinamico, offrendo una vettura precisa e sicura per i meno esperti, facendosi comunque apprezzare anche dai più smaliziati. Dal canto suo, il sistema frenante si è dimostrato efficace e preciso, rispondendo prontamente ad ogni sollecitazione del guidatore e chiedendo raramente l’intervento dell’ABS. Un plauso va fatto anche allo sterzo, che vanta ora un piantone più rigido ed un volante regolabile in altezza e profondità, ben tarato e senza “giochi”. Tali caratteristiche, si fanno ben apprezzare in città, luogo in cui, uno sterzo morbido e preciso, diventa il miglior amico di ogni guidatore.
Per quel che riguarda la sicurezza, la nuova Opel Corsa si dimostra all’avanguardia grazie al sistema integrato Ids che gestisce gli altri meccanismi di controllo (frenata di emergenza, in curva ed in rettilineo nonché della coppia motrice) e agli airbag frontali bifase e laterali (quelli a tendina sono a richiesta ma di serie dalla versione Enjoy). Opel Corsa presenta anche le luci di stop ad attivazione automatica che avvisano chi sta dietro dell’entrata in funzione del freno di emergenza, il sensore di superamento del limite di velocità e, su richiesta, i fari Afl ad illuminazione dinamica delle curve e le cinture di sicurezza con doppi pretensionatori (standard sempre a partire dalla Enjoy). La Opel Corsa è stata la prima citycar  ad offrire di serie  accessori qualificanti come l’Abs, l’Esp ed il Tc: il controllo della trazione. Tali dispositivi hanno consentito, alla nuova Opel Corsa, di raggiungere il traguardo delle 5 stelle Euro Ncap, un risultato di tutto rilievo e che, giustamente, deve fare da ago della bilancia nella scelta di una vettura.

La concorrenza nel segmento B è a dir poco agguerrita: tutti i principali costruttori si danno battaglia senza esclusione di colpi, con modelli sempre piu grandi ed accattivanti cresciuti negli ultimi anni in dimensioni, comfort e prestazioni: così facendo, hanno in parte cannibalizzato il segmento C, quello delle medie. Tra le principali concorrenti dell’Opel Astra troviamo le recentissime Volkswagen Polo, Fiat Punto Evo e Citroen C3, senza dimenticare le apprezzate Renault Clio, Peugeot 207 e Ford Fiesta. La gamma attuale della Corsa è composta da quattro allestimenti (Club Enloy, Sport e Cosmo) piu due declinazioni sportive che prendono le sigle GSI e OPC. la gamma motori è composta da sei unità benzina da 1.0 a 1.6 litri con potenze da 60 a ben 192 cavalli. Sul versante diesel troviamo l’efficiente 1,3 CDTi declinato in due step di potenza, mentre al vertice è disponibile il 1.7 CDTi da 125 cavalli. Non manca, come già detto, l’alternativa spinta da un propulsore benzina + GPL.

ARTICOLI CORRELATI