Smart 2020, solo elettrica: ancora più tecnologica ma senza emissioni

Il passo breve e la carreggiata ampia, insieme allo sterzo particolarmente diretto, rendono la Smart sorprendentemente agile. il motore da 82 CV è montato posteriormente. L'accelerazione da 
0 a 60 km/h avviene in soli 4,8 secondi quasi senza far rumore

Il mondo dell’automobile si fa sempre più green e un brand sinonimo di originalità e avanguardia come Smart non poteva essere da meno. Gia nel 2007 l’azienda propose o primo modello elettrico e ora, dopo 12 anni, con le EV che sono una realtà praticamente consolidata ecco arrivare i nuovi modelli fortwo e forfour a zero emissioni.

Smart fortwo e forfour MY 2020: come sono fatte

Oggi Smart si converte definitivamente alla trazione a batteria elettrica a zero emissioni. È il primo marchio automobilistico in assoluto a compiere questo passaggio drastico dal motore a combustione interna alla sola trazione elettrica. l’auto si caratterizza per un design cool ed essenziale con passaruota voluminosi, molto pronunciati, sbalzi corti e molti elementi personalizzabili. I fari sono completamente a LED integrati, disponibili a richiesta, e le mascherine del radiatore ridisegnate si riallacciano direttamente alle ultime showcar. 

Gli interni rinnovati convincono soprattutto per l’introduzione di nuovi scomparti portaoggetti e per il nuovo concetto di User Experience. Gli equipaggiamenti sono stati riorganizzati in una struttura semplificata al massimo, in tipico stile smart. Il modello di base è disponibile in tre versioni di allestimento: passion, pulse e prime. In più, per ogni versione è possibile scegliere uno dei tre pacchetti di equipaggiamenti disponibili: Advanced, Premium o Exclusive. Al cliente non resta che scegliere il colore e il gioco è fatto. In soli tre passaggi ognuno configura la propria smart come preferisce.

Frankfurt Motor Show 2019, Germany, Frankfurt, 10.09.2019 – Copyright Stefan Baldauf / SB-Medien

smart diventa non solo completamente elettrica, ma anche completamente digitale. Per garantire al cliente il miglior servizio possibile, smart ha ridisegnato del tutto anche la sua offerta digitale. La nuova configurazione non è soltanto più semplice e intuitiva, ma è soprattutto uniforme. Pagine Web e applicazioni per smartphone o wearable ora adottano la stessa identica interfaccia minimalista. L’app smart EQ control porta la mobilità elettrica nello smartphone del guidatore. È la compagna di viaggio digitale di chi guida una smart e permette di controllare sempre a distanza lo stato della propria auto. Il guidatore sa sempre qual è l’autonomia o il livello di carica della batteria e può programmare in tutta comodità i suoi spostamenti quotidiani. Anche la preclimatizzazione – che consente di riscaldare o rinfrescare l’auto comodamente via app – è una funzione importante dell’app.

Smart fortwo e forfour MY 2020: motore divertente e green

Il passo breve e la carreggiata ampia, insieme allo sterzo particolarmente diretto, rendono la Smart sorprendentemente agile. Il piacere di guida tutto elettrico apre nuovi orizzonti. Con 160 Nm di coppia disponibili da subito, i modelli elettrici vantano un’accelerazione molto migliore di quanto faccia pensare il motore sincrono ad eccitazione separata da 60 kW/82 CV montato posteriormente. 

Ai semafori, smart EQ fortwo coupé scatta in soli 4,8 secondi da 
0 a 60 km/h quasi senza far rumore. I nuovi modelli smart giocano tutte le carte vincenti della tecnologia di propulsione elettrica a batteria. Con un packaging intelligente, e senza dimenticare le origini del marchio, il concept rimane leggero e attento alle risorse, assicurando una mobilità sostenibile nell’ambiente metropolitano.

Ecco perché smart offre una batteria ad alto voltaggio volutamente compatta. La batteria agli ioni di litio è fornita da Deutsche Accumotive, una società Daimler, ed è composta da tre moduli ad alto voltaggio e da un totale di 96 celle, anch’esse ad alto voltaggio. Raggiunge una capacità di 17.6 kWh, sufficienti per garantire un’autonomia di 159 chilometri nel ciclo NEDC. Si tratta di un valore molto superiore all’autonomia media che si registra in Germania, ma soprattutto di un’autonomia molto generosa per l’ambiente urbano, dove è possibile rigenerare una grande quantità di energia mediante recupero.Una funzione molto pratica per la città è soprattutto il recupero dell’energia con assistenza radar, perché mantiene automaticamente la distanza tra la smart e il veicolo che la precede. Le fasi di marcia e di frenata sono sempre perfettamente armonizzate, in modo da reimmettere la massima quantità possibile di energia cinetica nella batteria.

Frankfurt Motor Show 2019, Germany, Frankfurt, 10.09.2019 – Copyright Stefan Baldauf / SB-Medien

Per facilitare al massimo la ricarica, smart offre, per i suoi nuovi modelli elettrici, un sistema di ricarica completo. Con il caricatore di bordo da 22 kW con funzione di ricarica rapida, disponibile a richiesta, anche per ricaricare i nuovi modelli dal 10 all’80% bastano meno di 40 minuti, senza dover dipendere dalle stazioni di ricarica in corrente continua, non sempre facili da trovare.

ARTICOLI CORRELATI